sabato 8 dicembre 2012

blood on the roftops

una canzone ogni tanto ............  una canzone ogni tanto ...................

la canzone è ... Blood on the Rooftops dei GENESIS ed è stata composta da Steve Hackett e Phil Collins  ( durata 5:27, anno  1976 d.c. )


comprende un lungo interludio di chitarra acustica suonato dal solo HAckett per poi partire con una melodia struggente che rimarca il carattere melanconico di gran parte dell' album in cui è contenuta

la canzone fa parte del' album WIND & wutering l' ultimo con STEVE HACKETT che abbandono i GENESIS poco dopo, dopo la sua dipartita i GENESIS cambiarono per sempre diventando più pop ( salvo rari ritorni al vecchio sound una tantum  ) e abbandonando quei tratti musicali che l' avevano caratterizzati e distinti dalla MASSA di note distribuite ogni giorno dal' industria della musica per sposare un modo di proporre musica più diretto, meno colto insomma più POP



il testo originale ( rintracciato sul web )

Blood on the Rooftops

Dark and grey, an English film, the Wednesday Play
We always watch the Queen on Christmas Day
Won't you stay?

Though your eyes see shipwrecked sailors you're still dry
The outlook's fine though Wales might have some rain
Saved again.

Let's skip the news boy (I'll make some tea)
The Arabs and the Jews boy (too much for me)
They get me confused boy (puts me off to sleep)
And the thing I hate - Oh Lord!
Is staying up late, to watch some debate, on some nation's fate.

Hypnotised by Batman, Tarzan, still surprised!
You've won the West in time to be our guest
Name your prize!

Drop of wine, a glass of beer dear what's the time?
The grime on the Tyne is mine all mine all mine
Five past nine.

Blood on the rooftops - Venice in the Spring
Streets of San Francisco - a word from Peking
The trouble was started - by a young Errol Flynn
Better in my day - Oh Lord!
For when we got bored, we'd have a world war, happy but poor

So let's skip the news boy (I'll go make that tea)
Blood on the rooftops (too much for me)
When old Mother Goose stops - they're out for 23
Then the rain at Lords stopped play
Seems Helen of Troy has found a new face again.




TRADUZIONE ( trovata nel web )

Sangue Sui Tetti

scuro e grigio, un film inglese, quello del mercoledì
guardiamo sempre la Regina il Giorno di Natale
non vuoi restare?

anche se i tuoi occhi vedono marinai naufragati
sei ancora all'asciutto
le previsioni son buone, anche se in Galles
potrebbe piovere
ancora salvato.

scorriamo le notizie, ragazzo (faccio del te')
gli arabi e gli ebrei, ragazzo (troppo per me)
mi confondono, sai (mi leva la voglia di dormire)
e quello che odio - oh Signore!
e' star sveglio fino a tardi
a guardare qualche dibattito, sul destino di qualche nazione.

ipnotizzato da Batman, Tarzan, ancora sorpreso!
hai raggiunto l'ovest giusto in tempo per essere nostro ospite
di' quanto vuoi!

goccia di vino, un bicchier di birra
cara, che ora e'?
il lerciume nel Tyne e' mio, tutto mio, tutto mio
le nove e cinque.*

sangue sui tetti- Venezia in Primavera
vie di San Francisco - una parola da Pechino
il problema comincio' - da un giovane Errol Flynn**
meglio nel mio giorno - oh Signore!
che quando ci annoiamo
facciamo una guerra mondiale, felice ma povero

allora scorriamo le notizie ragazzo (andro' a fare'sto te')
sangue sui tetti (troppo per me)
quando la Vecchia Mamma Oca si ferma - sono fuori per il 23
poi la pioggia alla House of Lords smise di giocare
come se Elena di Troia avesse trovato ancora un nuovo viso.

Note :
*Come la prima strofa, anche questa quarta strofa e' incentrata sull'assonanza delle parole che la
formano (wine, time, grime, Tyne, mine, nine), la cui pronuncia ripete il suono "aim-ain": il significato
passa dunque in secondo piano. Il Tyne e' un fiume a nord dell'Inghilterra.
**Attore degli anni '40,'50: era una sorta di Casanova.