domenica 3 giugno 2012

COLDPLAY AND  RIHANNA - princess of china




***************************************************************************************************
LITFIBA gli ultimi videoclip




*****************************************************************************************************
l' ultima canzone scritta e cantata in prima persona da ADRIANO CELENTANO 


IL MUTUO  ( dall' album facciamo finta che sia vero )


un perfetto mix del Celentano pensiero anche musicalmente in linea col suo stile di sempre un buon brano degno del molleggiato nazionale è anche l' unico totalmente suo presente nel suo ultimo lavoro discografico

sotto il testo rintracciato su internet

Se non vuoi che fra di noi 
Succeda 
una spaccatura 
di dimensioni internazionali 
NEXTIGORL IUON THE DRAISEN 
che significa smettila 
di incaponirti 
nel volere acquistar 
senza soldi 
ciò che non puoi 
I debiti uccidono 
Eccome 
Diffida di chi ti vuole vendere 
specie quando dicono: 
non importa se ora non paghi 
basta mettere una firma 
sul mutuo 
e diventerai un bel padrone del nulla 
Aiai lo stress 
ci consumerà 
ma così non va 
ci dobbiamo fermar… 
soltanto così 
l’Italia si salverà 
serve solo un po’ di coraggio 
per davvero ricominciare 
ONDSTEN 
e ridare un volto alle città 
GEI GEIS FORMAN LAV 
quartieri e piccoli artigiani 
GESCO UAN MI 
su per gli antichi selciati 
GESCO UAN MI 
dove l’arte e la cultura 
GESCO UAN MI 
affondan le loro radici 
GEI GEIS FORMAN LAV 
e… se abbiam le scarpe bucate 
ONDSTEN 
ce li aggiustan per pochi danari 
Risorgeranno i calzolai 
per ricostruire l’incanto violato 
dai condoni edilizi 
E i carpentieri che 
con animo artistico 
riscoprono la bellezza, 
il seme di ogni forma di vita 
lontani da quei loculi quadrati di cemento 
La solitudine dell’uomo 
vive 
vive nel marcio 
di quelle bustarelle comunali 
che concepiscono 
quartieri giù infettati 
ma per cambiare un po’ ci costa 
risposta 
ma per cambiare un po’ ci costa 
Fino a quando noi 
non ci saremo liberati 
ma per cambiare un po’ ci costa 
da una globalità 
che ama giocare 
coi nostri guai 
Gli Stati invocano la crescita 
ma l’unica via contro lo Spread 
IUES 
per una sana e angelica 
economia: 
è la decrescita 
GONNEND STIV ENEND DE BASTED 
IUES 
Senza abbassare lo stipendio 
di chi non ci arriva 
alla fine del mese 
rinunciando a qualcosa 
per primi, gli indistriali 
Se non lo faranno 
ONDSTEN 
i padroni ricchi falliranno 
GEI GEIS FORMAN LAV 
è inutile poi andar in Cina 
GESCO UAN MI 
in cerca di un nuovo profitto 
GESCO UAN MI 
IUES 
E’ solo questione di tempo 
GESCO UAN MI 
verrà il giorno che pure la Cina si inceppa 
GEI GEIS FORMAN LAV 
e… dopo la seconda guerra mondiale 
GESCO UAN MI 
IUES 
ci fu il grande Boom economico 
ONDSTEN 
Le macerie riunirono la gente 
GESCO UAN MI 
Come in un solo corpo nell’amor patrio 
Ma oggi non è poi tanto diverso 
GESCO UAN MI 
Siamo vittime di un crollo economico mondiale 
ONDSTEN 
Ma l’unico Boom che ci potrà salvare 
è solo il Boom 
il Boom della bellezza 
Parlato: 
E allora l’Italia sarà bella come una volta 
senza più nessuno che vuole dividerla… 
spaccarla, invocare la secessione… 
E la gente sarà felice perché avrà qualcosa da AMARE 
qualcosa che è dentro il proprio DNA… la BELLEZZA 
La bellezza di un Italia UNITA, dell’ambiente, 
di come sono fatte le case, la belleza della gente che si 
incontra nelle PIAZZE, 
nei BAR, nei piccoli NEGOZI. 
La bellezza delle cose fatte a misura d’uomo dove la corruzione 
e la violenza non possono attecchire, perché sarebbero 
troppo esposte. 
Quella bellezza che è dentro di noi, fin dalla nascita 
e ci tiene saldamente attaccati alla VERITA’ 
poiché nasce dalla VERITA’ e non ci permette di fare 
cose di cui vergognarsi, 
perché la bellezza è ovunque: nell’uomo, nelle donne, 
nei vecchi, nei bambini, nelle PIETRE. 
Anche se i partiti e i governi arraffoni di tutto il mondo 
dopo il famoso Boom economico… 
l’hanno mezza massacrata… 
Ma noi possiamo ricominciare, 
e fare le cose da capo, 
perché lei è lì 
è lì che ci aspetta 
fin dalla notte dei tempi