venerdì 16 dicembre 2011


una vita al' ombra dello spauracchio


è abitudine da sempre usare uno spauracchio onde far fare le cose richieste alle altrui gente che al contrario proprio le cose richieste non vorrebbero fare

è così fin da bimbi ricordate ?

" mangia che senno chiamo la befana che ti porta via una settimana "

" stai bravo che senno chiamo  l' uomo nero "

" non andare fuori che c'è il lupo cattivo ", " stai fermo che senno schianti  "

" se non fai il bravo/a nella calza ci trovi il carbone " etc etc

lo spauracchio usato da sempre il piu' delle volte funziona ed in tutti i campi,  ricordate ancora ....

- " domani c'e' da andare a lavorare là ( generico ) sennò ti licenzio"

- " raccogli quella cosa senno ti denuncio "

- " stai fermo e zitto senno ti picchio "

il metodo è usato a tutti i livelli ed in tutti i campi dello scibile umano , tra i tanti anche dallo stato ITaliano, ricordate ? .......

- " mettiti la cintura senno ti multo ! "

- " paga le tasse senno ti multo e ti mando in galera "


 - " mettiti il casco sennò ti multo e ti sequestro il mezzo e se mi gira ti mando in galera  etc etc "

la vita alla fine in gran parte viene vissuta sotto il timore dello spauracchio sia esso reale che di fantasia

venendo ai giorni d' oggi , al' attualità  l' ultimo spauracchio in uso e abuso è quello della crisi;

in suo nome vengon fatte cose fino a ieri nemmeno mai pensate perché considerate esagerate e troppo forti da far accettare in un colpo solo

un maestro in ciò è Monti attuale premier Italiano che di spauracchio è gran maestro da decenni, d'altronde l' han chiamato apposta
gli incapaci ( leggi politici ) per fargli fare quello che loro non sanno fare o meglio anche loro in realtà saprebbero cosa andrebbe fatto ma non trovano l' accordo per  la contrapposizione d'idee perpetua che c'e' sempre tra loro, oltre che per la paura di perdere il posto e gli elettori

così..............................
Monti sceso in terra per illuminarci ci ha informato che solo se la sua ricetta salvaItalia verrà approvata si andrà verso una possibile ripresa,  peccato pero' che non ci dia al contempo nessuna garanzia che ciò poi avvenga davvero , sà benissimo ( il MONTI ) che non può darla ( la garanzia ) semplicemente perche se è vero che la crisi è venuta dal mercato solo il mercato puo modificarne gli effetti e lui non è alla guida del mercato.


 in altra analisi se  la crisi fosse stata causata oltre che dal mercato  anche  dalla cattiva politica dei politici in carica anche ora lui, essendo un tecnico e non un politico  ( per sua stessa ammissione ) , una volta di più non sà cosa avverrà domani perchè non conosce la politica e il suo funzionamento, é un tecnico!!

 se si mettesse poi a fare il politico non sarebbe piu' un tecnico puro ma un incrocio tra un politico alle prime armi ed un tecnico d' annata;  chissà forse  se lo facesse davvero e diventasse anche uno che alla fine capisce e in parte guida i mercati magari diventerebbe veramente quello che L'italia cerca  da sempre

può essere che magari sia già così e non sveli le carte per non smascherarsi , .......magari lo fosse ma chi ci crede ?

il passato ci insegna che di falsi profeti e inbonitori del' ultim' ora è pieno non solo l' Italia ma il mondo , scarseggiano invece le persone serie, quelle con una caratura personale mirante alla perfezione quelle che dicono quello che fanno e fanno quello che dicono senza se ne ma di comodo, .............. Monti e la sua squadra si avvicineranno almeno a queste qualità ?

per ora la sua ricetta a base di colpi al portafoglio di ogni classe sociale è quanto di piu' facile uno stato possa fare, prendere per legge i soldi a popolo convincendolo con lo spauracchio del momento che quella ricetta è l 'unica possibile, che   altre non ne esistono lo san fare tutti non occorrono politici o tecnici particolari


il bello è che i politici di professione anche ammettendo di non vedere di buon occhio molti punti della manovra alla fine gli danno ragione dimostrando una volta di piu' di essere dei pagliacci , di non essere in grado di valutare se è possibile o no fare cose anche totalmente differenti rispetto a quelle da MONti proposte raggiungendo però attraverso di esse lo stesso risultato dal Monti prefissato
 d'altronde rimangono quello che erano , son sempre loro , quelli capaci di negare , bloccare etc qualsiasi proposta che non sia la loro, quelli che poi alla fine a forza di fare politica  di guerra e non di mediazione ci hanno portato qui' la crisi che magari sarebbe arriuvata lo stesso ma non con questa forza

il bello è che ora ritornano uno dietro l' altro in tv, nei talk etc e come niente fosse commentano un po' di tutto
lasciando passare tra le righe che tutti loro alla fine non servono a niente, che basta una persona un po' istruita per mettere a posto i bilanci statali e tutto quanto il resto, che non occorre un esercito di politicanti per guidare uno stato verso la giusta via

una cosa comunque sia c'e' da sapere:  il MONTI non è il PADRE ETERNO, non è il VERBO, la verità assoluta e anche acconsentendogli di fargli fare quanto da lui proposto và controllato giorno e notte, facendogli sentire il fiato sul collo, deve saper che alla fine è un servo del popolo, un contabile al servizio del cittadino che s'aspetta da lui la quadratura dei conti

al contempo vanno inaspriti i controlli ma non sui cittadini ma proprio sui politici , gli unici che possono far sparire grandi somme di denaro dai forzieri dello stato, gli unici che hanno accesso a talune informazioni , gli unici che possono mettersi d'accordo per spartirsi le varie torte , gli unici che alla fine magari vengono scoperti ma quando ormai il male è fatto e si sà alla fine chissà come mai a pagare davvero siamo tutti noi


continua ....... (