giovedì 30 dicembre 2010

scienza spicciola ------------ scienza spicciola ------------ scienza spicciola ------------ scienza spicciola ------------

ANATOMIA DI UNA SCORREGGIA

Intervista con il professor Paulo Peido specialista in produzione di gas attraverso biomassa:

D - Che cosa è una scorreggia? Di che cosa è fatta?
R - la scorreggia è una combinazione di gas altamente variabile espulsa dall'ano. È formata in parte dall'aria che ingoliamo che è quasi solo nitrogeno e anidride carbonica in quanto l'ossigeno è assorbito dall'organismo, e gas risultanti da reazioni chimiche tra acido gastrico, flora batterica e fluidi intestinali. In poche parole nitrogeno, anidride carbonica e metano.

D - Che cosa fa puzzare una scorreggia?
R - L'odore vine da piccole quantità di solfato di idrogeno e zolfo. Quanto più la dieta è ricca di zolfo più verranno prodotti questi gas formati dai batteri nell'intestino e più le scorregge puzzeranno. Piatti con cipolle, cavolfiori e sono noti per produrre scorregge puzzolentissime. I fagioli invece fanno produrre molto gas ma non sempre con odori insopportabili.

D - Perchè le scorregge fanno rumore ?
R - I suoni sono prodotti per la vibrazione dell'apertura anale. Il rumore dipende dalla velocità dell'espulsione dei gas e da quanto stretta si trova l'apertura dei muscoli dello sfintere anale.

D - Quanto gas una persona normale produce al giorno?
R - In media una persona produce 1 litro di scorregge al giorno, distribuito in circa 14 peti giornalieri. Può essere difficile determinare il volume delle loffe ma si può contare il numero di scorregge emesse. Pensatelo come un piccolo esperimento scientifico, annotate tutto quello che mangiate e contate il numero dei peti espulsi. Potete anche annotare il tipo di odore di ognuno, potrete scoprire così la relazione tra il tipo di mangiare, il numero e l'odore delle scorregge!

D - Quanto tempo impiega un peto a raggiungere il naso di qualcuno?
R - Questo dipende dalle condizioni atmosferiche, umidità e velocità del vento, oltre alla distanza delle persone. Le scorregge inoltre si disperdono e la loro potenza nauseante diminuisce con la diluizione nell'aria. Condizioni eccezionali si verificano quando la loffa è liberata in spazi ristretti e chiusi come un ascensore o una macchina perchè questi fattori diminuiscono la quantità di diluente (aria) possibile e la scorreggia rimane in una concentrazione percettibile fino a quando no nsi condensa nelle pareti.

D - è vero che certe persone non scorreggiano?
R - No, se sono vive scorreggiano. Le persone addirittura possono petare alcune ore dopo la morte.

D - Gli uomini scorreggiano di più che le donne?
R - Le donne petano tanto quanto gli uomini. L'unica differenza è che gli uomini hanno più orgoglio nel dimostrare l'azione.

D - In che parte del giorno siamo più predisposti ad emettere gas?
R - Durante la mattina. Appena alzati, questo fatto è conosciuto come tuonata mattutina.

D - Dove vanno i peti quando siamo costretti a trattenerli e non li liberiamo?
R - Quante volte tratteniamo una scorreggia pretendendo liberarla alla prima buona occasione per poi scoprire che la stessa è sparita? Sarà uscita senza che ce ne accorgessimo? Sarà stata assorbita per la corrente sanguigna? Niente di questo.
Le scorregge non vengono ne liberate ne assorbite, semplicemente tornano nell'intestino e verranno liberati successivamente.

D - è vero che è possibile incendiare i peti?
R - Si, è possibile. Normalmente le loffe contengono metano e idrogeno, gas altamente infiammabili. Comunque è bene sapere che questa pratica è molto pericolosa, non solo la fiamma potrebbe salire fino al colon ma anche i vestiti e tutto quello che sta nelle vicinanze potrebbe prendere fuoco. Circa il 25% delle persone che hanno tentato l'esperimento si sono inoltre bruciati i peli del culo. Le fiamme di solito sono di colore azzurro o giallo.

D - È anormale trovare piacere in scorreggiare?
R - Assolutamente no ma se la persona scorreggia in quantità che gli può creare problemi e infelicità sarebbe meglio consultare un medico.

D - le altre persone sentono di più la puzza delle scorregge rispetto all'autore del fatto?
R - la loffa dovrebbe puzzare tanto per l'autore quanto per le altre persone. Ma chi lo fa ha il vantaggio di espellere l'aria lontano dal suo corpo in direzione opposta al suo naso. Logicamente scorreggiare controvento annulla il vantaggio.

fonte - il web