lunedì 22 marzo 2010

Morale...

Un vagabondo affamato sta camminando su una stradina che fiancheggia un campo di granturco. Velocemente si infila nel campo, ruba alcune pannocchie mature e si allontana con discrezione. Sta per addentare voracemente una pannocchia quando scorge poco lontano uno stormo di tordi intenti a cercare granaglie, allora si nasconde dietro ad un cespuglio, sgrana la pannocchia e ne getta i chicchi poco distante. Dopo una paziente attesa alcuni tordi si avvicinano al cespuglio ed il vagabondo riesce ad acchiapparne un paio; quella sera avrebbe mangiato tordi allo spiedo! Morale: `Meglio tordi che mais!`.
---------------------------------------------------------
Una donna è a letto col suo amante mentre sente il marito rientrare. In tutta fretta fa nascondere l'amante dentro l'armadio. Mentre è dentro l'armadio l'uomo si accorge di non essere da solo, chiuso nell'armadio c'è anche il figlioletto della donna. Dopo un po' il bambino:
Accidenti che buio qui dentro!"
"Sssshhhhh!!!! Per favore bambino, stai zitto!"
"Bene, signore, mi sa che sto per strillare..."
"No, ti prego, non strillare!!!"
"Che mi dai se non strillo?"
"Ti do dei soldi... tieni, eccoti dieci euro, ma per favore, non strillare!"
"Sono un po' pochini, mi sa che devo strillare lo stesso..."
"No, per carità, eccoti cinquanta euro... è tutto quello che ho!!!"
Il bambino, pensando che l'uomo stesse mentendo:
"Non ci credo che è tutto quello che hai! Va bene, allora strillo!"
"NO!" Tappandogli la bocca con una mano, "Ti do tutti i soldi che ho, ecco prendi!"
Il bambino, con un bel mucchietto di soldi in mano, acconsente a stare zitto.
Più tardi chiede alla madre se lo può accompagnare a prendere l'ultimissimo modello di automobilina radiocomandata.
La madre, stupita del fatto che il bambino abbia tutti quei soldi, ne chiede la provenienza. Siccome il bambino non vuole rispondere lo porta a confessarsi in chiesa. Il bambino entra nel confessionale:
"Accidenti com'è buio qui dentro!"
"Non ricominciamo, eh!!!"

-----------------------------------------------------
pierino
pierino va dalla sua vicina di casa per chiederle un favore , ma viene affrontato da un cane enorme.
la padrona di casa: - entra, entra, non aver paura tanto è castrato
Pierino: - signora bella, non ho mica paura che mi inculi, ho paura che mi morda!!

------------------------------------------------------------------------------------

dottori e pazienti

Palermo. Un tizio va dal dottore: "Dottore, da un pò di tempo me la faccio sempre addosso". "Incontinente". "No, no, qui a Palemmo!".

"Dottore, nessuno mi caga". "Uffa, avanti un altro!"

Un tale incontra un amico in una corsia di ospedale: "Ma che fai con quella supposta nell'orecchio?". "Oddio...e la matita?"
.
"Dottore, quando tocco qui mi fa male". "E lei non si tocchi!".

La sua malattia è così rara che non sappiamo neanche se la pronunciamo correttamente.

Un tizio si presenta dal dottore per una visita completa dato che è un pò di tempo che non si sente bene. Dopo la visita il dottore si rivolge al paziente e dice: "Sono spiacente, ma ho delle brutte notizie. Voi state molto male e non vi resta molto tempo". "Oh no, è terribile. Quanto tempo mi rimane?". E il dottore: "10..". E il paziente: "10 che cosa? Mesi? Settimane? Giorni?". E il medico: "9...8...7...6..."

Lezione di medicina: "Il paziente si è fratturato un femore e zoppica; tu cosa faresti?". Lo studente: "Zoppicherei anch'io".

Molti devono la loro vita alle medicine, ad esempio i farmacisti.

Ho preso tante medicine che ogni volta che tossisco guarisco qualcuno.

"Dottore, mia moglie si sente male in macchina...". "Metta un'antenna!".

Il dottore al paziente: "Ho una cattiva notizia per lei: ha il cancro". "E si può guarire?". "Temo di no". "Che debbo fare?". "Provi con i bagni di fango". "E posso guarire?". "No, ma si abituerà alla terra...!"
.
"Dottore, negli ultimi mesi sono ingrassata 70 Kg". "Non si preoccupi, apra la bocca e dica: 'muuuuuh'".

"Dottore, dottore, vedo doppio!". "Si distenda sul lettino". "Su quale dei due?".

"Dottore, dottore, ho bisogno di un paio di occhiali!". "Certo,è sicuro, questa è una banca!"

Dall' oculista: "Dottore, faccio molta fatica ad andare di corpo!". "E io che c'entro?". "Mah, vede, ogni volta che spingo mi lacrimano gli occhi!".

Un tizio appena uscito dallo studio dell'oncologo vi rientra: "Scusi, dottore, cos'ha detto, sagittario?". "No, cancro!".

Fuori dalla sala operatoria: "Dottore, com'è andata l'operazione di mio nonno?". "Operazione?!? Ma non era un'autopsia?".

Studio medico. Squilla il telefono. Il medico risponde, e all'altro capo c'è una donna che, con voce profonda, dice: "Dottore, credo che lei mi abbia prescritto troppi ormoni... Sentite come parlo!". E il medico: "Non si preoccupi, è un normale effetto collaterale. Appena finirà la cura, la voce le tornerà normalissima". "Sì, ma mi stanno anche crescendo dei peli sul petto!". E il medico: "Ah. Questo è già più strano... E, mi dica, fino a dove le arrivano questi peli?". "Giù, giù, fin sotto ai c######i".

"Dottore, mi fanno male le ossa". E il dottore: "Io glielo avevo detto di non mangiarle!".

Se ti fischia un orecchio è male, ma se ti applaude è peggio.
---------------------------------------------------------------------------------------
alcuni colmi

Colmo per una disoccupata: chiamarsi Assunta.
Colmo per una dattilografa: ridere ad ogni battuta.
Colmo per un viaggiatore: perdere il treno per essere andato al bar a prendere un espresso.
Colmo per un venditore di camicie: sudarne 7 per venderne una.
Colmo per un subacqueo: avere la testa fra le nuvole.
Colmo per un sordo: non sentire ragioni.