domenica 10 gennaio 2010

Io, loro e Lara

Io, loro e Lara, il film di Verdone incassa 3 milioni in 2 giorni
Attesa una conferma al botteghino nel week end. Beverly Hills, invece, annaspa.
Vito Lamberti
Un milione di euro incassati il primo giorno. Tre nei primi due. Il pubblico delle sale premia il nuovo film di Carlo Verdone. Qualche fan del regista attore, affezionato agli aspetti buffi e farseschi del personaggio, da Un sacco bello a Grande, grosso e… Verdone, forse potrà rimanere deluso perché l’ultimo film dell’attore e regista romano, Io, loro e Lara, tutto è fuorché una rassegna di macchiette esilaranti.
Michele Anselmi, invece, su Il Riformista di oggi registra il flop di Natale a Beverly Hills, che - paragonando un periodo analogo di presenza nelle sale, che va da natale all'Epifania - ha incassato 3 milioni di euro in meno del "cinepanottone" di De Laurentis del 2008: formula esaurita?

Verdone dalla farsa alla commedia
Si ride a volte, ma il tono è malinconico e la sostanza è profondamente drammatica. Come tutti i comici di razza, Carlo Verdone sembra giunto a una fase in cui ha abbandonato definitivamente la farsa per dedicarsi alla commedia, e cioè a una storia ben confezionata con alternarsi di momenti divertenti e momenti seri.


Un prete in crisi che somiglia a quello di Moretti
Stavolta Verdone interpreta un prete che, in profonda crisi, lascia la missione in Africa per tornare in Italia in famiglia a riflettere sulla propria vocazione, su quello che può fare per la gente che gli è stata affidata, sulle contraddizioni dell’insegnamento della Chiesa.
Ma la famiglia che ritrova è completamente disastrata e - quel che è peggio - della sua crisi nessuno si cura, chiuso nei propri problemi e nel proprio egoismo.
Per certi versi il missionario di Verdone ricorda il prete interpretato da Nanni Moretti ne La messa è finita, finora forse il suo film più riuscito.



Lara è la figlia della badante

Tutti i suoi tentativi di mettere pace in famiglia sembrano destinati al fallimento. Gli vengono scaricate addosso tensioni che lo sommergono, tra le quali non sa districarsi: il padre che ha sposato la badante moldava, la sorella alle prese con una figlia adolescente fuori di testa, un fratello cocainomane.
Tutti vogliono qualcosa da lui, nessuno si chiede perché sia tornato in famiglia. E poi c’è Lara, la figlia della badante, che tutti detestano e nessuno cerca di capire cosa abbia veramente in testa.



Ma per il sacerdote non c’è spazio in Italia
Stranamente, come in ogni commedia degna di questo nome, tutto torna miracolosamente a posto. Ma per il prete non c’è spazio in Italia: meglio la missione in Africa, e la famiglia è molto meglio amarla da lontano.
Forse Io, loro e Lara non è il film migliore di Verdone. Certamente è il più ambizioso e, se il pubblico lo accoglierà con favore, sarà questa la strada che il regista-attore seguirà nelle opere future.




intermezzo




--------------------
Spider Man 4, rinviato

La lavorazione di Spider Man 4 è stata sospesa fino a data da destinarsi. A confermare la notizia è stata la stessa Sony. Il motivo principale sarebbe dovuto alla sceneggiatura e di conseguenza ai personaggi. Mentre il regista Sam Raimi avrebbe voluto L’Avvoltoio come principale antagonista, lo studio invece preferiva la Gatta Nera coadiuvata da un altro nemico. Inoltre sempre la Sony voleva inserire una sotto-trama romantica molto più presente rispetto ai desiderata del regista. Insomma differenze di vedute che però hanno portato al fermo della lavorazione. Come andrà a finire?

intanto dovrebbero essere iniziate le riprese di THOR il film sul supereroe inventato da STAN LEE E JACK KIRBY