sabato 22 novembre 2014

e fattela una cantata ep. 38

E FATTELA UNA CANTATA ***** E FATTELA UNA CANTATA ! ***** E FATTELA UNA CANTATA !

 rubrica che fornisce il necessario per farsi una cantata in proprio , fare una bella cantata liberatoria ogni tanto distende il sistema nervoso , in questo caso poi esegue anche un test veloce sulla vista, sulle capacita di lettura , sull 'udito ( se qualcuno dall' appartamento di fronte vi bussa urlandovi " e basta !!! " vuol dire che siete o sordo o mezzo umbriaco ) il test si puo' eseguire anche in 2 o piu' persone in tal caso fornisce ulteriori test quali la capacita' di   sincronizzazione col prossimo , etc etc - 


rubrica a cura di I.O. 


n.b. si consiglia , se presente, di stoppare il player che esegue la canzone in automatico in qualche post di questa pagina che così vi concentrerete meglio, questo se avete aperto l'intera pagina del blog, sennò continuate pure e fate finta che sto consiglio non ci sia 

********************************************************************************************************************************** 

la canzone di 'sto pot è     ...................................

QUANDO L'AMORE DIVENTA POESIA (Mogol - Piero Soffici)

per prima cosa come al solito partiamo dal testo che come sempre dovrete imparare a memoria o almeno sarebbe meglio ( per voi ) che lo faceste eccolo :

QUANDO L'AMORE DIVENTA POESIA 

io canto
il mio amore per te
questa notte diventa poesia
la mia voce sara'
una lacrima di nostalgia

non ti chiedero' mai
perche' da me sei andata via
per me e' giusto

tutto quello che fai
io ti amo
e gridarlo vorrei

ma la voce dell'anima
canta piano lo sai
io ti amo

e gridarlo vorrei
ma stasera non posso
nemmeno parlare

perche' piangerei


io canto
la tristezza che e' in me

questa notte sara' melodia
piango ancora per te
anche se ormai e' una follia

non ti chiedo perche'
adesso tu non sei piu' mia
per me e' giusto

tutto quello che fai
io ti amo
e gridarlo vorrei

ma la voce dell'anima
canta piano lo sai
io ti amo

e gridarlo vorrei
ma stasera non posso
nemmeno parlare

perche' piangerei
io ti amo io ti amo
***************************************************************************************

poi, come seconda cosa, direi che sarebbe utile guardaste i video sotto in cui grandi interpreti della canzone Italiana e non interpretano la canzone in oggetto, magari cantandola in contemporanea cosi' da vedere dove sbagliate o carpire qualche " segreto"  vocale Ok ?, .... bene partite

Orietta Berti e Massimo Ranieri



Massimo Ranieri



Demis Roussos



Orietta Berti ( con testo )



Claudio Villa



Gianni Nazzaro



Ignazio  Boschetto



Milva



fatto?, bene ripetete il tutto un centinaio di volte minimo dopodiche andate a fare una girata o a dormire che sennò finite al' ospedale o peggio 
************************************************************************************
vi siete riposati ? bene ora reiniziare dal principio oppure, se proprio vi sentite pronti, cantatevi la vostra personale versione della canzone senza freni ,

FATTI LA TUA VERSIONE PERSONALIZZATA
usando la base KARAOKE sotto presente



 quindi registratene una versione e riascoltatela ripetete quest' ultima " dritta " finché non credete di essere vicino alla perfezione ( ma quando mai ? ) 

fatto? convinti ?

bene, ora potete andare ad un Karaoke qualsiasi e cantarla con orgoglio oppure registrarne una versione definitiva da uploadare su Youtube o altri siti similari ,mi raccomando però se non siete sicuri del risultato o se vi accorgete che la canzone non rientra nelle vostre " corde " risparmiate al vostro prossimo l'ascolto di una versione non almeno decente optando per altre canzoni più alla vostra portata

bene anche stavolta è tutto . alla prossima .......

comici d'oltre confine Rusel Peters



Russell Dominic Peters (Toronto, 29 settembre 1970) è un comico e attore canadese di origine indiana.

il parere di Angiò di Pallevizze

in sostanza il comico prendendo come spunto i difetti e gli stereotipi  che la gente ha dei vari popoli de pianeta terra crea dei monologhi basati proprio su quanto fin qui scritto il tutto condito dalla propria mimica e da pause studiate , fa ridere o sorridere e nel contempo pensare

i video provenienti tutti da YOUTUBE sono  in lingua originale con sottotitolati in Italiano presenti direttamente sulla  video 


Russell Peters parla degli italiani 



Russell Peters e gli italo-newyorkesi



Russell Peters e gli arabi



Russell Peters ed i Nightclub del Libano



Russell Peters e la Coppa del Mondo



Russell Peters i popoli più tirchi e l'invenzione dello zero



Russell Peters e la DDR 



Russell Peters e i sordi



Russel Peters - Picchiare i figli



Russel Peters - Il cinese e la parola N



http://it.wikipedia.org/wiki/Russell_Peters
***********************************************************************************************
al prossimo appuntamento ......

venerdì 21 novembre 2014

DEL POP ? , DEL METAL?. tutti e 2 ? ma pigliate quel che cè!

UNICEF #IMAGINE - North America (Adam Lambert, Katy Perry, John Lennon, Bill Kaulitz...)



Mike Patton´s Mondo Cane - Quello Che Conta



Zero Assoluto - Un'Altra Notte Se Ne Va



99 POSSE - Stato D'emergenza


Gianni Morandi - Io ci sono


Chiara Galiazzo, Il rimedio



Paolo Nutini - One Day 



Kylie + Garibay: Sleepwalker



NICOLE SCHERZINGER canta  ‘RUN’ ad  X FACTOR UK


Nicole Scherzinger - Run (The X Factor UK) di nicolescherzingerportugal


Marco Mengoni - Guerriero



Conchita Wurst – HEROES


****************************************************
del Metal

BATTLE BEAST - Touch In The Night 



KXM - "FAITH IS A ROOM



Faith No More -  'Motherf---er'



Faith No More - (NEW SONG) - Superhero 



Faith No More - (New Song) ''Matador'



a proposito di FAITH NO MORE e del suo cantante 

Mike Patton - Mondo Cane in concerto



Lana Del Rey e Marilyn Manson Sturmgruppe

giovedì 20 novembre 2014

HIT PARADE ALTERNATIVA - unofficial hit-parade NOVEMBRE 2014


HIT-PARADE alternativa a quella tradizionale annunciata dalla stragrande superiorità dei media più diffusi ovvero: le canzone che non vedrete mai nelle classifiche ufficiali e neanche sentirete per radio, le canzoni che pur avendo un mercato di nicchia e a volte neanche quello esistono e quindi al pari di tutte le altre  meritano di avere una loro classifica seppur raffazzonata o approntata alla bell'e meglio, una classifica come quella che troverete in questo post ed in altri sparsi per il web

a cura di a.s.s.m.
*******************************************************************************************
la premessa doverosa

ATTENZIONE !!!!!!!   ATTENZIONE !!!!!!!   ATTENZIONE !!!!!!!   

si avvisa che alcuni testi delle canzoni ( se non tutti ) presenti contengono parolacce e/o  linguaggio scurrili quindi se non volete sentire 'ste cose soprassedete/rinunciate all'ascolto  oppure munitevi di tappa orecchi da usare al momento giusto

***********************************************************************************
il commento del DJ di turno

molte le nuove entrate in classifica ( praticamente tutte )
tutte di pari livello compositivo le canzoni si distanziano tra loro solo per un mero fatto gestionale , difatti le minime  distanze che separano le varie canzoni tra loro variano continuamente così che la stessa classifica se varata solo qualche minuto. ma anche  un ora o al limite un mese od un anno a seguire vedrebbe la canzone in questa classifica presente in post prima in classifica in uno qualsiasi dei restanti posti ( in classifica ) lo stesso discorso è valido anche per l'ultima o qualsiasi altra canzone in questo momento presente o no nei primi dieci posti della classifica che trovate poco sotto

come diceva un grande dai capelli tutti arruffati " tutto è relativo " quindi noi ce ne freghiamo di quanto appena scritto e andiamo a postare la classifica dei primi dieci singoli  valida nel questo momento esatto in cui l'abbiamo redatta ... ma prima ....

la segnalata - la raccomandata -- la segnalata - la raccomandata -- 

avvero ..... la la canzone emergente fuori classifica del post  che è .........

Chick Chick 


***********************************************************************************************************************

 
e ora la classifica vera e propria 


1 -  POSSO ?

*************************************************
 2 - CAGANDO - Rudy y Ruymán



3 - A TE TI PUZZA IL CULO




04 - Frozen - All'alba mi depilerò



05 - RUTTO FORZA 69 



06 - A TE TI PUZZA I PIEDI



 07 - COME UN COGLIONE - Daniele Brogna



08 - ALITOSI



09 - frank zappa - tengo 'na minchia tanta



10 - Koza Noztra - Minkia Dura


*************************************************
alla prossima .....


mercoledì 19 novembre 2014

Rudolf Steiner E SUOI ESERCIZI

Rudolf Joseph Lorenz Steiner[1] (Murakirály, 25/27 febbraio 1861[2] – Dornach, 30 marzo 1925) è stato un filosofo, esoterista, pedagogista, artista e riformista sociale austriaco[3]. È il fondatore dell'antroposofia, di una particolare corrente pedagogica (la pedagogia Waldorf), di un tipo di medicina (la medicina antroposofica o steineriana) oltre che l'ispiratore dell'agricoltura biodinamica, di uno stile architettonico e di uno pittorico.[4] Ha posto anche le basi dell'euritmia,del Massaggio Ritmico Antroposofico e dell'arte della parola. Si è occupato inoltre di filosofia, sociologia, antropologia e musicologia.

da - wikipedia

I cinque esercizi di Rudolf Steiner

Verranno qui descritte le condizioni fondamentali per la crescita interiore. Pur con l'ausilio di talune misure prese nella vita esteriore e interiore, nessuno può pensare di progredire se non assolve a queste condizioni. Tutti gli esercizi di meditazione, di concentrazione o altro saranno privi di valore e anche in qualche modo nocivi se la vita non si attiene al senso di queste prescrizioni. Non si possono dare facoltà a un essere umano: si possono soltanto far sviluppare quelle che già ci sono in lui e che non si sviluppano spontaneamente a causa degli ostacoli esteriori e interiori che incontrano. Gli ostacoli esteriori si superano attenendosi alle regole di vita che seguono, invece gli ostacoli interiori si superano attraverso le particolari indicazioni date sulla meditazione, la concentrazione eccetera.


[1/a] La prima condizione consiste nel conquistare un pensiero perfettamente chiaro. A questo scopo bisogna liberarsi - almeno per un breve momento della giornata, anche per cinque minuti (ma più il tempo è lungo, meglio è) - dei pensieri che si muovono come fuochi fatui. Bisogna diventare padroni del mondo dei propri pensieri. Non se n'è padroni fin quando un condizionamento esteriore (la professione, una tradizione qualsiasi, le condizioni sociali, il fatto stesso di appartenere a un certo popolo, il momento della giornata, certi gesti che noi compiamo) ci detta un determinato pensiero e il modo stesso di svolgerlo. Durante quel breve momento di cui si è detto, con una volontà del tutto libera, dobbiamo svuotare la nostra anima del corso abituale e quotidiano dei pensieri e - di nostra propria iniziativa - porre un pensiero al centro della nostra anima. Non è necessario credere che debba essere un pensiero eccezionale o di particolare interesse. Il risultato interiore che ci si propone di raggiungere si ottiene meglio se, all'inizio, ci si sforza di scegliere un pensiero anche non interessante e il più insignificante possibile. La forza dell'attività propria del pensare - che è ciò che importa - viene da ciò maggiormente stimolata, mentre un pensiero che è interessante trascina da sé il pensare. E' preferibile eseguire questo esercizio di controllo dei pensieri concentrandosi su uno spillo piuttosto che su Napoleone. Ci si dice: "Parto ora da questo pensiero e di mia personale iniziativa gli associo tutto ci. che gli si può ricollegare obiettivamente". Alla fine dell'esercizio quel pensiero deve permanere nell'anima altrettanto vivo e colorito che all'inizio. Bisogna eseguire questo esercizio ogni giorno, almeno per un mese. Si può ogni giorno scegliere un nuovo pensiero ma anche conservare lo stesso pensiero per diversi giorni.

[1/b] Alla fine di un esercizio di questo genere bisogna cercare di prendere pienamente coscienza del sentimento interiore di fermezza e sicurezza che la sottile attenzione portata alla nostra anima ci farà presto rilevare.

[1/c] Poi si termina l'esercizio immaginando la propria testa e la linea mediana della schiena, come se si volesse riversare questo sentimento in tali parti del corpo.

[2/a] Dopo essersi esercitati così per un mese circa, ci si ponga un ulteriore proposito. Si tenti di immaginare una qualsiasi azione, che secondo il corso abituale delle proprie occupazioni non ci si sarebbe certamente mai proposti di compiere. Di questa azione si faccia di per sé un dovere quotidiano. Come azione da eseguire sarà bene scegliersi un'azione che possa essere compiuta ogni giorno per una durata più lunga possibile. Anche qui è meglio cominciare con un'azione insignificante, che occorre, per così dire, sforzarsi di compiere: per esempio, ci si può proporre di andare ad innaffiare in un preciso momento del giorno una pianta che si è acquistata. Dopo un certo periodo, a questa prima azione se ne deve aggiungere una seconda, poi una terza, eccetera, sempre che il compimento di tutti gli altri doveri ne offri la possibilità. Anche quest'esercizio deve essere eseguito per un mese. Durante questo secondo mese, tuttavia, bisogna il più possibile perseverare nell'esecuzione del primo esercizio, pur non facendone un dovere quasi esclusivo come nel primo mese. Non bisogna perderlo di vista: altrimenti ci si accorgerebbe ben presto che i frutti del primo mese si sono persi e che è ricominciato il solito vagare dei pensieri non controllati. Una volta acquisiti questi frutti, bisogna pertanto badare a non perderli.

[2/b] Dopo aver fatto esperienza di una tale azione scelta di propria iniziativa e compiuta come secondo esercizio, si prenda coscienza, attraverso un'attenzione sottile, del sentimento di impulso interiore verso l'agire, destatosi nell'anima

[2/c] e lo si riversi, per così dire, nel proprio corpo in modo da farlo discendere o fluire dalla testa al cuore.

[3/a] Il nuovo esercizio che va posto al centro della vita durante il terzo mese è l'educazione a una certa equanimità di fronte alle oscillazioni tra piacere e dolore, gioia e sofferenza; la contrapposizione "esultanti di gioia e tristi fino alla morte" deve far posto, attraverso uno sforzo cosciente, a un'equanimità dell'anima. Si faccia attenzione al fatto che nessuna gioia ci faccia perdere la testa, che nessuna sofferenza ci schiacci, che nessuna esperienza vissuta ci trascini verso l'eccitazione o la collera smisurate, che nessuna attesa ci riempia di timore e di angoscia, che nessuna situazione ci faccia perdere il nostro equilibrio, eccetera.

[3/b] Non si tema, con questo esercizio, di far inaridire o impoverire l'anima; si noterà, al contrario, che grazie a questo esercizio, al posto di ciò che di solito si avverte sorgono qualità pure; soprattutto, attraverso un'attenzione sottile, si potrà scoprire in sé, nel proprio corpo, una condizione di calma interiore;

[3/c] si riversa questa calma nell' organismo - come nei due casi precedenti - facendola irraggiare dal cuore verso le mani, i piedi e infine la testa. E' evidente che, riguardo a quest'ultimo caso, non si può far ciò dopo ogni esercizio, perché non si tratta in fondo di un esercizio isolato, bensì di una attenzione costante diretta verso la vita interiore. Occorre però, almeno una volta al giorno, evocare dinanzi all'anima questa calma interiore ed esercitarsi a riversare, a far fluire questo sentimento dal cuore verso le mani, poi i piedi, infine la testa. Si continuerà a eseguire il primo e il secondo esercizio durante il terzo mese, come si è continuato il primo esercizio nel secondo mese.

[4/a] Nel quarto mese occorre seguire come nuovo esercizio quello chiamato "della positività". Esso consiste nel ricercare costantemente in tutti gli esseri, in tutte le cose, in tutte le esperienze, ciò che di buono, di bello, di eccellente vi è contenuto. Ciò che meglio definisce questa qualità dell'anima è una leggenda persiana sul Cristo Gesù. Camminava lungo una via con i suoi discepoli, quando videro sul ciglio della strada, il cadavere di un cane in uno stato già avanzato di decomposizione. Di fronte a quel raccapricciante spettacolo i discepoli volsero lo sguardo dall'altra parte; solo il Cristo si fermò, guardò il cane con aria pensosa e disse:"Che bei denti aveva questo animale!". Dove gli altri avevano visto soltanto una realtà ripugnante e sgradevole, egli vedeva il bello. Così il discepolo dell'esoterismo deve sforzarsi di cercare in ogni fenomeno e in ogni essere ciò che vi è di positivo. Noterà ben presto che sotto la coltre della ripugnanza si nasconde una certa bellezza; che sotto le sembianze di un criminale si nasconde qualcosa di buono; sotto le sembianze di un pazzo si cela in qualche modo un'anima divina. Questo esercizio si accosta a ciò che si chiama "astenersi dalla critica". Non bisogna interpretare ciò come se si dovesse denominare nero il bianco e bianco il nero. Ma c'è una differenza tra un giudizio che nasce soltanto dalla reazione personale o dall'impressione personale di simpatia o antipatia e una tutt'altra attitudine secondo la quale ci si immerge con amore nel fenomeno o nell'essere che ci è dinanzi, chiedendosi ogni volta:"Com'è giunto a essere ciò che è, a fare quel che ha fatto?". Questa attitudine spinge, del tutto spontaneamente, a sforzarsi di aiutare ciò che è imperfetto, piuttosto che biasimarlo o criticarlo soltanto. E' priva di valore l'obiezione che, in molte circostanze della vita umana, è necessario biasimare e giudicare, perché in ogni caso queste condizioni di vita sono tali da impedire di seguire una vera disciplina occulta. Esistono, in effetti, numerose condizioni di vita che non consentono di seguire correttamente questa disciplina. In questo caso non bisogna voler conseguire con impazienza, nonostante tutto, quei progressi che si possono realizzare soltanto in certe condizioni.

[4/b] Chiunque abbia rivolto per un intero mese la sua attenzione al lato positivo di tutto ciò che incontra noterà a poco a poco che nella sua interiorità affiora un sentimento che gli dà l'impressione che la sua pelle divenga permeabile in tutte le direzioni e che la sua anima si apra vastamente a tutti quei fatti segreti e sottili che gli si svolgono attorno e che prima fuggivano del tutto alla sua attenzione. Si tratta proprio di combattere contro la mancanza di attenzione che esiste in tutti di fronte a questi fatti sottili.

[4/c] Una volta osservato che questo sentimento si manifesta nell'anima sotto forma di felicità, si cerchi di dirigere questo sentimento, come fosse un pensiero, verso il cuore, di farlo fluire di là verso gli occhi e da questi ultimi verso l'esterno, nello spazio di fronte a sé e attorno a sé. Si noterà che si acquista così un'intima relazione con lo spazio. Si va oltre se stessi, ci si dilata, per così dire. Si impara a considerare una parte del proprio ambiente come qualcosa che fa anche parte di se stessi. Questo esercizio richiede una buona dose di concentrazione e soprattutto il riconoscimento di un fatto: ogni moto passionale dell'anima, ogni tempesta emotiva, distrugge da cima a fondo questa attitudine dell'anima. Si ripetano gli esercizi già praticati come si è indicato per i mesi precedenti.

[5/a] Al quinto mese si cerchi di coltivare in sé il sentimento di "spregiudicata apertura" nell'affrontare ogni nuova esperienza. Generalmente la reazione è la seguente:"Ecco qualcosa che io non ho ancora inteso dire, che non ho mai visto: non ci credo, è un'illusione". Il discepolo dell'esoterismo deve decisamente desistere da questa attitudine. Deve essere pronto in ogni momento ad accettare di fare un' esperienza nuova. Ci. che in precedenza ha riconosciuto come normativo o che gli si presentava come possibile non deve essere un ostacolo che gli impedisca di accogliere una nuova verit.. Se gli si viene a dire (benché questo esempio sia un po' forzato, è valido): "Senti, da ieri sera il campanile di San XXX si è inclinato", il discepolo dell'esoterismo deve lasciare la porta aperta alla possibilità di credere che la conoscenza delle leggi naturali da lui finora acquisita possa, nonostante tutto, arricchirsi di un fatto di questo genere, apparentemente inaudito.

[5/b] Chi durante il quinto mese rivolga la sua attenzione a una tal modo di essere noter. che nella sua anima affiora un sentimento che gli dà l'impressione che nello spazio - quello di cui si è parlato per l'esercizio del quarto mese - qualcosa divenga vivente, che qualcosa in questo spazio si metta in movimento. Questo sentimento è straordinariamente sottile e delicato.

[5/c] Occorre tentare di cogliere attentamente questa sottile vibrazione nello spazio circostante e farne, per così dire, penetrare il flusso attraverso i cinque sensi, soprattutto attraverso gli occhi, le orecchie e la pelle, nella misura in cui questa possiede il senso del calore. A questo gradino del cammino esoterico, si applica minore attenzione alle impressioni destate dai fenomeni sui sensi inferiori, cioè il gusto, l'odorato e il tatto. Non è ancora possibile, a questo gradino, discernere le influenze positive che si incontrano in questo ambito dalle numerose influenze negative che vi si mescolano. Meglio rimandare questo lavoro a un gradino più avanzato.

[6] Nel sesto mese si tenti di fare e di rifare sempre i cinque esercizi in modo sistematico, secondo un ritmo, una regolare alternanza. Il risultato sarà che a poco a poco un bell'equilibrio si forma nell'anima. Si noter. soprattutto che il malcontento che si provava forse di fronte a certi fatti o a certi esseri scompare del tutto. In noi viene a regnare una disposizione interiore che concilia tutte le esperienze, che armonizza tutti gli eventi; questa disposizione non ha assolutamente nulla in comune con l'indifferenza, al contrario, essa consente di operare nel mondo per migliorarlo e farlo evolvere. Nell'anima si fa strada una calma comprensione verso cose che prima le erano completamente impenetrabili. Anche l'andatura e i gesti dell'uomo si trasformano sotto l'influenza di questi esercizi; e se un giorno si nota che anche la scrittura ha assunto un altro stile, allora si può dire che si . sul punto di raggiungere il primo gradino del cammino verso l'alto.

Insistiamo ancora una volta su due punti essenziali:

innanzitutto sul fatto che i sei esercizi appena descritti hanno il potere di paralizzare le influenze nocive che potrebbero avere altri esercizi occulti, così che non se ne conservino soltanto gli elementi favorevoli;

in secondo luogo, che essi soli in realtà possono assicurare un risultato positivo al lavoro di meditazione e di concentrazione. Al discepolo dell'esoterismo, per coscienzioso che sia, non basta l'osservanza della morale comune, perché questa morale può essere molto egoistica in colui che dice a se stesso:"Voglio essere buono perché si possa pensare di me che sono buono". Il discepolo dell'esoterismo non fa del bene perché vuole che si pensi bene di lui, ma perché a poco a poco egli riconosce che soltanto il bene fa procedere l'evoluzione, mentre il male, l'azione cattiva o disordinata pongono ostacoli sul cammino di questa evoluzione.

fonte - VAI

LINK UTILI

http://it.wikipedia.org/wiki/Rudolf_Steiner
http://www.fisicaquantistica.it/rudolf-steiner
www.rudolfsteiner.it
http://www.ecoantroposophia.it/2014/01/scienza-spirito/hugo-de-pagani/esercizi-per-superare-le-contraddizioni-interiori/
**************************************************************************************************************
materiale YOUTUBE







martedì 18 novembre 2014

cinema news .NOVEMBRE 2014

ora ......

INTERSTELLAR



In un futuro imprecisato, un drastico cambiamento climatico ha colpito duramente l'agricoltura. Un gruppo di scienziati, sfruttando un "whormhole" per superare le limitazioni fisiche del viaggio spaziale e coprire le immense distanze del viaggio interstellare, cercano di esplorare nuove dimensioni. Il granturco è l'unica coltivazione ancora in grado di crescere e loro sono intenzionati a trovare nuovi luoghi adatti a coltivarlo per il bene dell'umanità.



Regia:Christopher Nolan
Sceneggiatura:Christopher Nolan, Jonathan Nolan 
Musiche:Hans Zimmer
Fotografia:Hoyte van Hoytema
Montaggio:Lee Smith
Costumi:Mary Zophres

Soggetto:Kip Thorne 

********************************************************************
Hunger Games - Il canto della rivolta: parte 1


Saranno sempre “i giochi di sopravvivenza” di un futuro apocalittico e spietato ad animare l’avvincente trama iniziata nel 2012 con il primo “Hunger Games”, proseguita nel 2012 con il già citato “La ragazza di fuoco” e destinata ad andare avanti fino al 2015 con altre due pellico
in questo terzo capitolo Katniss Everdeen si trova ora nel Distretto 13 dopo aver annientato i giochi per sempre.
Sotto la guida della Presidente Coin 

e i consigli dei suoi fidati amici, Katniss spiega le sue ali in una battaglia per salvare Peeta e un intero Paese incoraggiato dalla sua forza. 


*********************************************************************************************************************** I vichinghi



Nono secolo d.C. Un gruppo di predoni vichinghi, sotto il comando del giovane leader Asbjörn , salpa per la costa della Bretagna per saccheggiare Lindisfarne del suo oro. Una violenta tempesta però manda in pezzi la loro imbarcazione al largo della Scozia e lascia i vichinghi intrappolati nel territorio nemico. L'unica loro possibilità di sopravvivenza è quella di raggiungere la roccaforte vichinga di Danelage. Peccato che il viaggio si tramuti in una corsa contro il tempo, a causa dei più temuti mercenari mandati sulle loro tracce dal re di Scozia.

Girato in Sudafrica, I Vichinghi racconta una battaglia incredibile per la sopravvivenza in mezzo a flutti tempestosi, che vede come protagonisti eroi e crudeli antagonisti dall'anima autentica.



********************************************************************************************
più in la .....


Jupiter - Il Destino dell'Universo 



Dalle strade di Chicago alle galassie lontane e vertiginose dello spazio, "Jupiter – Il Destino dell’Universo" narra la storia di Jupiter Jones , che, nata sotto una buona stella, mostra segni d’esser predestinata a grandi cose. Una volta cresciuta, Jupiter continua ad avere grandi sogni, ma si sveglia in un’amara realtà fatta di un lavoro di pulizia di case altrui, ed una vita difficile. Solo quando Caine, un cacciatore ed ex-militare geneticamente modificato, arriva sulla Terra per rintracciarla, Jupiter comincia ad intravedere il destino che le è stato prospettato: possiede infatti la firma genetica che la contrassegna come prossima, in linea di successione, di una straordinaria eredità che potrebbe alterare l’equilibrio dell’intero cosmo.



ritorna GEORGE LUCAS con “STRANGE MAGIC”, IL PRIMO FILM ANIMATO DELLA LUCASFILM



La storia di Strange Magic scritta da George Lucas ( si quello di STAR WARS  ) e sceneggiata a più mani anche con l’aiuto di Brenda Chapman Racconta di un gruppo di fate, elfi, folletti in lotta per mettere le mani su una potentissima pozione. E il film è un musical ispirato a Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare, per cui Marius De Vrius, già al lavoro su Moulin Rouge, ha selezionato una serie di canzoni popolari degli ultimi 60 anni che fungeranno da dialoghi cantati, proprio come accadeva nel film di Baz Luhrmann. 

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
supereroi prossimamente al cinema 

secondo trailer per i vendicatori 2 - age of Ultron




*********************************************************************************************************
I FANTASTICI 4 REBOOT

pare che nel prossimo film dedicato ai fantastici 4 che uscirà nel Giugno del 2015 il personaggio del dottor destino cambiera òa siua identità storica . pare infatti che le sue origine e il suo lavoro così come sono conosciute finora cambieranno e pure il suo cognome . nel film quello che finora conoscevamo come  Victo Von Doom figlio di zingarioriginari di Lavteria difatti diventerà un blocgger fanatico di informatica e cybernetica e esperto programmatore di nome Victor  Domashev  inoltre pare che che forse non avrà niente a che fare con Lavteria , il suo nome da supernemico DESTINo lo prenderà dal  nickname suato da lui sul web che difatti è Destino
***********************************************************************

Black Panther apparirà già in Captain America: Civil War 


 Chadwick Boseman ha annunciato che interpreterà Black Panther già in Captain America: Civil War il terzo film dedicato al Capitano in uscita nel 206 ( ai voglia ad aspettare )

L’attore, intervistato sul red carpet degli Hollywood Film Awards, ha dichiarato che sebbene abbia un altro film in programma prima di iniziare le riprese del cinecomic,è già impegnato in allenamenti che sicuramente gli saranno molto utili quando dovrà interpretare l’eroe mascherato nel terzo capitolo dedicato al Cap.

“Sarò in Captain America: Civil War,” ha dichiarato Boseman. “In questo momento ci stiamo preparando anche per quello; diciamo che sto iniziando l’allenamento. Ci sarà anche A Message From the King prima di Civil War.”

si ricorda che per vedere il vero e proprio film incentato sul personaggio di Black Panther ( in Itala la pantera nera ) bisognerà aspettare  il 2017 quindi .... campa cavallo
*********************************************************************
ANT-MAN



**************************************************************************************************************

***********************************************************************************************
al link sotto una rivista online sul cinema a 360 gradi 

http://www.mistermovie.it/magazine/

domenica 16 novembre 2014

YOUTUBEMAGAZINE - NOVEMBRE 2014

è ormai qualche tempo che sul Web circolano vari video mirati a far risparmiare qualche soldo in vari campi su tutti forse il più utile è questo un sistema di riscaldamento a basso costo per piccoli ambienti sarà realistico quello che molti utenti condividono sui vari canali di video sharing ?, andiamo a vedere cosa viene proposto

riscaldare una stanza con 8 centesimi al giorno o poco più di " carburante "




Questa interessante stufa fai-da-te può essere una soluzione molto utile ed economica per scaldare piccoli ambienti: vi serviranno solo due vasi di terracotta di diverso diametro, un contenitore di metallo per il forno e delle candele. Mettete 4 candele nel contenitore, accendetele e poggiatevi sopra il vaso piccolo; coprite il foro del vaso con uno dei sotto candela in metallo. Infine poggiate sopra il vaso grande, aspettate qualche minuto e… voilà!

altri esempi






bene non resta che provarlo quindi provatelo e poi fateci sapere com'è andata o meglio fatelo sapere ad altri ,insomma fatelo sapere a tutti fuorché a noi 
**********************************************************************
ANIMALI DAL MONDO ****   ANIMALI DAL MONDO ****  ANIMALI DAL MONDO ****

cucciolo di Bulldog - rove tecniche di ululato


-----------------------------------------------------------------------------------------------
2 operai un pochino particolari



cuccioli



*****************************************************************
l'ombrello del futuro è made in CHINA

si chiama “Air Umbrella“ è un ombrello sperimentale a forma di tubo di plastica brevettato da un gruppo di esperti in studi aerospaziali delle università di Nanjing e di Pechino.
“Air Umbrella” ripara dalla pioggia creando un vortice di aria talmente forte da deviare le particelle d’acqua lontano da chi lo utilizza. Funziona grazie a una batteria al litio della durata di 15 minuti, un piccolo motore e un ventilatore. Il costo va dai 118 ai 138 dollari.

alla prova dei fatti il'ombrello funzionerebbe anche bene gli utilizzatori finali pur non avendolo ancora utilizzato comunque esprimono vari dubbi il problema posto da vari probabili futuri utilizzatori sono avariati , tra i tanti;
1- ma l'acqua che getta lontano non è che la tira verso le persone vicine causando liti continue.
2 - e se nevica finziona uguale oppure non ha la potenza necessaria ?
3 - e quando grandina ?
4 -  non è che questi vortici d'aria se prodotti in gran numero possano causare dei mini uragani o peggio ?


etc etc 


*******************************************************************************

un popò de CArrarin

a MASSA al'è vero a se parle el MAsseso cuscì come a Montignoso a se parle el Muntignusin,e innà discorrendo , è logico quindi dire che a Carrara a se  parla il Carrarin almeno a me pare e al cirebbe anco normalo , mò sebben  Carrarin e MAssesi an'è chi van proprio d'accordio an'è gnianche da dire che i Carrarin vanne eliminati anche perché al va ditto che la leggia a ne lo permetterebbe  , per questo abbiam diciso de metter qualcò anche in Carrarin e al contempo augurare  ai nostri forzati compagni di provincia fortuna e onori sopratutto di questi tempi ....

pubblichiam per questo una poesia c'abbiam troato ent'el gruppo " tu sen de Massa se... che tanti adepti ha in quel de FAcebook  u la troate scritta sotto , aniè obbligo de lettura ma completa liberta di farlo oppure no

---------------------------------------------------------------------------------------

ciao Carrara di Mario Alderici


A ni è più via Roma piena,

i’an s’rat anc ‘l Marconi,
e i’an rosca’t le cave
e mò i vendn i badoni …
La marmifra al fris’ciav
Con i blocchi sui vagon
E mò n’veza a niè che camion
Chi t’fan d’l polvron.

Ciao ciao ciao Carrara,

t’er nà perla d’la riviera
mò t’sen nà pattumiera.

Ciao ciao ciao Carrara,

i daran an’c la m’daia
a chi a la n’ventat Gaia.
La zenta a la’r pens
Ai tempi passati
Al fontanon d’l Bocalon

Ciao ciao ciao Carrara,

chi le cà al veg’n zu a tochi,
sa l’ar ven un po’ d’fiumara.
La Ztl che colp d’man
Da San Francè al và fin a Grazan.
Al bastav far la domanda
P’r le case popolari
E mò ‘nveza a ni è speranza
I le dan agli stranieri.

Ciao ciao ciao Carrara,

mir d’non s’ntirt male
prc’e i cav’n l’spedal.

Ciao ciao ciao Carrara,

solo con la mè memoria
a’marcord la tò storia:
Tuti da’l Punzachin 
a ber l’ vin
O n’ti rion 
a zocar al padon.

Ciao ciao ciao Carrara


p.s.
per la traduzion en Masseso o se u volete en Itaglian chiedete  al Mario o a chi ve pare al baste che unelo chiedete a noialtri cà ne siam boni a tradurre e in più anche si fussimo capacia a  nen  n'abbiam  punta voglia quindi risparmiatevi la richiesta


ciao e alla prossima