venerdì 20 settembre 2013

la verita dei proverbi, detti popolari etc

la saggezza popolare include dentro di se molte cose , vi si rova un po di tutto consigli sul mantenimento dei cibi, cure naturali per ogni genere di malattie, considerazioni sulla vita, sentenze varie , proverbi etc, forse non tutto corrisponde a verità ma è un fatto che ciò che è nato nei millenni abbia una certa considerazione comunque, vediamo qualche frutto di questa saggezza scaturita dall'esperienza umana e tastiamone la verità sia essa intera , metà e metà oppure completamente errata e basata su convincimenti infondati


" più grande diventi più scemo diventi " è vero? 

spesso 'sta frase viene usata rivolgendosi a persone che commettono errori madornali, dicono cose che per noi sono senza senso o completamente sballate, sicuramente nella realtà le cose non stanno proprio così, difatti l'essere umano fino ad una certa età più cresce . più apprende, il suo cervello immagazzina nozioni, dati  etc che lo rendono più consapevole ed intelligente. e questo per un bel po di tempo, la frase trova corrispondenza in determinati soggetti che malgrado siano anche intelligenti scelgono di percorrere vie che con l'intelligenza hanno poco a che fare oppure compiono gesti , dicono cose di cui sono anche convinti ma che non stanno ne in cielo ne in terra oppure semplicemnete decidono di vivere la vita in maniera contraria alle comuni convinzioni e non perché non si possa vivere la vita in maniera alternativa ma perché gli eventuali errori che commettono sono evidenti anche a loro stessi ciò nonostante perseveranp nella loro visione del tutto ingarbugliandosi sempre più nel caos generato da loro stessi ora senza analizzare caso per caso saltiamo questo genere di persone ed andiamo diretti a capie quando una persona inizia veramente a non avere più logica in quello che dice o fa, quando cioè il suo cervello inizia a dare i primi segni di cedimento , a non ricordare  ad inviare comandi al suo corpo che risultano errati e via così discorrendo, questo succede nella maggioranza dei casi in età avanzata , ad un certo punto in taluni soggetti la memoria inizia ad incepparsi, il bagaglio di dati immagazzinati nel cervello durante la vita viene oscurato ritornando  a galla quando va bene solo a tratti e per piccoli momenti, e in questa triste fase che l'essere umano corrisponde alla frase detta ad inizio post, anche se non si tratta di scemenza vera e propria è comparabile per modalità del dire e fare, purtroppo nei casi in cui il soggetto viene colpita da quanto detto esso non ha colpe , proprio non si rende conto del suo stato, mentalmente è solo un ricordo di quanto era fino a poco tempo prima, ed anche se da qualche parte della sua mente il suo vero io pensante esiste ancora ormai esso è imprigionato da una coltre d'ombra talmente fitta e densa che difficilmente riuscirà a tornare in superficie, ....

comunque per testare il nostro stato possiamo leggere il piccolo testo sotto , se troveremo in eso corrispondenze in quanto da noi fatto abitualmente od anche occasionalmente forse dovremo iniziare a preoccuparci e magari iniziare a fare esercizi mnemonici etc onde tentare di evitare il processo che in maniera strisciante ,invisibile è iniziato in noi ........

test per capire a che livello siamo arrivati nella corrispondenza in noi riguardo il detto popolare " più grande diventi , più scemo diventi "

Decido di lavare la macchina.
Andando verso il garage, vedo che c’è posta sul tavolino dell’ingresso.
Decido di dare un’occhiata alle lettere prima di lavare la macchina.
Lascio le chiavi della macchina sul tavolino, vado a buttare le buste vuote e la pubblicità nel bidone della spazzatura e mi rendo conto che è pieno.
Decido di lasciare le lettere, tra le quali c’è una fattura, sul tavolino e andare a svuotare il bidone nel contenitore.
Tiro fuori dalla tasca il libretto di assegni e vedo che ne è rimasto solo uno.
Vado nello studio a prenderne un altro e vedo sul tavolo la Coca cola che stavo bevendo e di cui mi ero dimenticato.
Prendo la lattina perché non si rovesci sulle carte e noto che si sta scaldando, perciò decido di portarla in frigo.
Andando in cucina osservo che il vaso da fiori sul comò dell’entrata è senza acqua. Lascio la Coca Cola sopra il comò e scopro gli occhiali per leggere che stavo cercando da tutta la mattina.
Decido di portarli sul mio scrittoio nello studio, e poi mettere acqua ai fiori.
Porto gli occhiali in studio, riempio una caraffa d’acqua in cucina e, subito, vedo il telecomando. Qualcuno lo aveva lasciato sul tavolo di cucina.
Mi ricordo che ieri sera lo stavamo cercando come matti.
Decido di portarlo in salotto, dove deve stare, dopo che avrò messo l’acqua ai fiori.
Verso un pochino di acqua ai fiori e la maggior parte finisce per terra. Pertanto, torno in cucina, lascio il telecomando sul tavolo, prendo degli stracci per asciugare l’acqua. Vado in entrata, cercando di ricordare cosa volevo fare con questi stracci…
Alla fine della serata la macchina non è lavata, non ho pagato la fattura, il bidone della spazzatura è pieno, c’è una lattina di Coca Cola calda sul comò, i fiori sono senz’acqua, c’è un solo assegno nel mio libretto, non riesco a trovare il telecomando, né i miei occhiali per vedere da vicino, c’è una brutta macchia sul parquet dell’entrata e non ho la minima idea di dove sono le chiavi della macchina.
Mi soffermo a pensare come può essere che senza aver fatto niente in tutta la giornata sia stato continuamente in movimento e mi senta tanto stanco.
Ho ricevuto questo messaggio e ve lo inoltro, anche perché non mi ricordo più a chi l’ho già mandato…

Grazie non so di cosa a tutti ... io ( mi firmo così perché in questo momento non ricordo il mio nome
**************************************************************************************
fateci sapere a che punto siete !!!!! ( sempre che ve lo ricordiate )
sapendo anche che se lo farete comunque sia non siete così avanti nel processo di regressione mentale come alla fine della lettura avevate pensato