giovedì 8 marzo 2012

MONUMENTI E STATUE D' ITALIA  ( di tutto un po e oltre )

Fontana del Nettuno, Grottesco di Palazzo Ducale . CITTA : MASSA,  luogo : presso palazzo ducale Cybo Malaspina ( interno )

al' interno del palazzo ducale di MASSA proprio in opposto al' entrata si trova la fontana del Nettuno facente parte del GROTTESCO un' " insieme "  d'arte ideato dall' architetto Alessandro Bergamini tra  1695-1701 su affidamento della duchessa Teresa Pamphili Cybo, moglie del Duca di Massa Carlo II.

più precisamente Il Grottesco si trova al centro del lato orientale di Palazzo Ducale, opposto all’ingresso principale di cui costituisce un sontuoso fondale prospettico.

La Statua, che raffigura Nettuno, fu realizzata da Baccio Bandinelli su commissione della famiglia Doria. Tuttavia, i committenti non vollero pagare l'opera che l'artista non aveva portato a termine e il Nettuno rimase così alla città. L'opera fu poi posta al di sopra di una fontana di marmo in pieno Cinquecento. L'operazione è da ascrivere al progetto urbanistico di Alberico I.
L’ambiente, a piano terra e suddiviso in tre navate a tre campate ciascuna sorrette da due colonne, è caratterizzato da una ricca decorazione in finte concrezioni calcaree che dal soffitto si prolungano sino alle pareti e ai capitelli delle colonne. Elemento di spicco è la fontana del Nettuno, al centro del lato orientale e fondale di tutta la scenografia dell’ambiente, lavorata in prezioso marmo apuano bianco. Dalla vasca, semicircolare, si innalza una gigantesca statua di un Nettuno con tridente in mano, cavalcante il tradizionale nicchio a conchiglia chiusa trainato da tre grandi delfini, il tutto arricchito da una pioggia di zampilli di acqua Di chiaro gusto barocco, il Grottesco introduce in un mondo fantastico popolato di satiri, sirene bicaudate che, unito alle numerose allegorie pittoriche presenti nelle volte e nelle pareti, trasporta il visitatore di oggi a quella stessa meditazione culturale che dovevano percepire la famiglia ducale e il circolo di artisti e studiosi che intorno alla corte gravitavano. Il Grottesco era infatti una sorta di filtro tra l’esterno del palazzo e i due ambienti laterali, occupati in origine dalla Biblioteca Ducale.

 l' effetto scenografico dell' opera è notevole . l' opera vera e propria inizia ben prima della fontana tutto l' ampio spazio della stanza difatti è " sommerso "  da stucchi, stemmi  e statue




link, fonti etc
http://www.italiadiscovery.it/news/toscana/massa_carrara/massa/palazzo_ducale/1529.php
http://portale.provincia.ms.it/page.asp?IDCategoria=2119&IDSezione=9604
http://portale.provincia.ms.it/wai/page.asp?IDCategoria=2119&IDSezione=9604&IDOggetto=&Tipo=
http://www.tuscany-charming.it/it/localita/massa.asp
http://geoweb.comune.massa.ms.it/node/130