martedì 15 febbraio 2011

ALUNNI DEL SOLE il il romanticismo fatto canzone


Gli alunni del sole sono un gruppo anni 70 conosciuto per le numerose canzoni d'amore che ebbero successo in particolare proprio in quegli anni , sentendo le loro canzoni chi era gia in eta " Giusta " ricordera sicuramente " momenti " belli vissuti in quel periodo e non potra' che confermare la bellezza di alcune delle composizioni che questo gruppo ha composto ed eseguito nell' arco della propria carriera, canzoni come concerto, "Un'altra poesia" , e mi manchi tanto, liu' etc sono vere e proprie poesie fatte musica, una musica nostalgica, barocca fatta da violini, piano e melodie malinconiche e sognanti . è strano come i gusti musicali di una persona siano si direbbe ad esempio che tra una canzone dei Black Sabbath e una degli alunnii non ci sia accostamento possibile eppure qualcosa c'e se è vero che possono piacere tutte e 2 e alla solita persona è una cosa semplice e la bellezza intriseca la carica di sentimenti incastonati nella stessa canzone fatta in momenti d'estati in cui l' aniama del compositore si avvicina notevolmente alla parte piu' interiore di noi ed è per questo che ogni canzone puo o non puo piacere , a prescindere dai sentimenti che tira fuori e all' appartenenza di questo o quel genere , distinzione tra l' altro fatta solo per dividere in quanto se una canzone o misuca è bella lo è sempre e comunque a prescindere dalla catalogazione a lei data.


Il gruppo, che prende il nome dall'omonimo romanzo di Giuseppe Marotta, nacque alla fine degli anni sessanta quando due fratelli di Napoli, Paolo (pianoforte e voce) e Bruno Morelli (chitarre), provenienti da una famiglia in cui si respirava musica (il padre Ardelio, nato in Toscana, era un valente violinista e la madre apprezzata pianista), scelsero la strada della musica trasferendosi a Roma. Lì incontrarono Giulio Leofrigio (batteria) e Giampaolo Borra (basso), che si unirono al loro progetto musicale[1]. Inizialmente faceva parte del gruppo anche Antonio Rapicavoli (sassofono), che lasciò il complesso dopo la pubblicazione dei singoli L'Aquilone e Concerto.
All'epoca degli ultimi vagiti del beat italiano, mossero i primi passi grazie a Renzo Arbore partecipando come ospiti fissi alla trasmissione televisiva Speciale per voi, l'avanguardia del talk show con artisti, cantanti e complessi dell'epoca, ai quali i giovani in studio rivolgevano domande: gli Alunni del Sole accompagnavano musicalmente gli ospiti. Inusuali le performance di Paolo Morelli all'organo Hammond o al piano suonando brani di rythm 'n' blues.
Una partenza fulminante, col 45 giri L'aquilone. Il successo è bissato nel 1969 con Concerto, che conteneva già qualche spunto progressivo nell'accostamento dell'orchestra al complesso pop, in un accostamento ad "Epitaph" che aggiunge al capolavoro dei King Crimson la liricità tutta partenopea dell'impostazione vocale del leader, il cantautore e pianista Paolo Morelli.
I primi singoli vengono incisi per la Parade fino a Fantasia, che nel 1970, anno della pubblicazione per la Liberty Records, partecipa alla rassegna Un disco per l'estate. L'anno successivo, la Liberty viene inglobata nella Produttori Associati, casa discografica di proprietà di Antonio Casetta distribuita dalla Dischi Ricordi. Il primo singolo, Ombre di luci, viene seguito lo stesso anno da Isa Isabella. Il coraggioso esordio su 33 giri è del 1972 con Dove era lei a quell'ora: sul lato A una suite a tema che narra la storia di un uomo accusato di omicidio che cavalca l'imperante moda progressive rock e sul lato B una raccolta di canzoni che non tradisce la vena cantautorale del complesso. Gli arrangiamenti coraggiosi, ai quali partecipa anche il pianista jazz Giorgio Gaslini, vengono però rifiutati dalla casa discografica, che costringe il gruppo a reincidere i brani con arrangiamenti più convenzionali.
...E mi manchi tanto è una raccolta di inediti e vecchi brani del repertorio che scala l'hit parade. Jenny e la bambola (1974) come anche il successivo Le maschere infuocate (1976) risultano due LP imprescindibili nel panorama della canzone melodica italiana, nei quali il gruppo raggiunge l'apice artistico. Il quinto album 'A canzuncella (1977), prodotto da Gian Piero Reverberi, riscuote molto successo tra il pubblico, così come il successivo Liù (1978), primo disco per la Ricordi, col quale la ditta Morelli & C. vince il Festivalbar.
Dopo un paio di episodi discografici meno significativi, il gruppo, privo di contratto discografico, continua l'attività dal vivo, per poi ritornare in sala d'incisione sporadicamente a partire dagli anni '90.
La formazione attuale comprende, oltre ai fratelli Morelli, Enrico Olivieri (proveniente dai Metamorfosi, tastiere), Ruggero Stefani (batteria), Gianfranco Coletta (chitarra) e Alessandro Saba (basso).
Discografia [modifica]

http://www.alunnidelsole.it/
http://it.wikipedia.org/wiki/Alunni_del_Sole




gli alunni del sole sono : ( per chi non lo sapesse )

Al pianoforte: Paolo Morelli.

Alla chitarra: Bruno Morelli.

Al basso: Giampaolo Borra.

Al sax: Antonio Rapicavoli.

Alla batteria: Giulio Leofrigio.