venerdì 28 gennaio 2011

le parole del momento

mercimonio[mer-ci-mò-nio]
s.m. (pl. -ni)

1 spreg. Traffico illecito, disonesto: il m. della propria coscienza; fare m. della giustizia
-------------------------------------------------------------------------------------------
to ESCORT - accompagnare
escort = accompagnatore /accompagnatrice
il senso cambia a seconda della parola seguente e il contesto in cui è inserita ultimamente e usata come sostituitivo della parola prostituta ( vedi spiegazione sul termine prostituta su internet )

Il termine Escort può riferirsi a:

Ford Escort, un'autovettura
Escort, una rivista per adulti britannica
Escort, termine in lingua Inglese usato per indicare un accompagnatore/accompagnatrice e in senso lato una prostituta di alto bordo.
_________________________________________________________________________
aggiottaggio

aggiotaggio è un reato, disciplinato dal codice penale, che all'articolo 501, intitolato "Rialzo e ribasso fraudolento di prezzi sul pubblico mercato o nelle borse di commercio", recita:

«Chiunque, al fine di turbare il mercato interno dei valori o delle merci, pubblica o altrimenti divulga notizie false, esagerate o tendenziose o adopera altri artifizi atti a cagionare un aumento o una diminuzione del prezzo delle merci, ovvero dei valori ammessi nelle liste di borsa o negoziabili nel pubblico mercato, è punito con la reclusione fino a tre anni e con la multa da euro 516 a 25.822
Se l'aumento o la diminuzione del prezzo delle merci o dei valori si verifica, le pene sono aumentate.
Le pene sono raddoppiate:
1. se il fatto è commesso dal cittadino per favorire interessi stranieri;
2. se dal fatto deriva un deprezzamento della valuta nazionale o dei titoli dello Stato, ovvero il rincaro di merci di comune o largo consumo.
Le pene stabilite nelle disposizioni precedenti si applicano anche se il fatto è commesso all'estero, in danno della valuta nazionale o di titoli pubblici italiani.
La condanna importa l'interdizione dai pubblici uffici».
___________________________________________________________________________________________
Concussione

Reato di Concussione
fonte: Codice penale italiano
Articolo 317 c.p.
Competenza tribunale collegiale
Procedibilità di ufficio
Arresto facoltativo
Fermo consentito
Pena prevista reclusione da quattro anni a dodici anni

La concussione (dal latino concussio,-onis, derivato da concussus, participio passato di concutere, estorcere) è il più grave dei reati contro la pubblica amministrazione. È un reato proprio in quanto può essere commesso dal pubblico ufficiale o dall'incaricato di pubblico servizio. La condotta incriminata consiste nel farsi dare o nel farsi promettere, per sé o per altri, denaro o un altro vantaggio anche non patrimoniale abusando della propria posizione. Tale condotta può esplicarsi in due differenti modalità: costrizione e induzione.

La costrizione è intesa nel senso di coazione psichica relativa, cioè essa implica la prospettazione di un male ingiusto alla vittima, la quale rimane tuttavia libera di aderire alla richiesta o di subire (eventualmente) il male minacciato.
L'induzione invece si realizza mediante comportamenti di sopraffazione del privato non direttamente riconducibili alla violenza psichica relativa (allusioni, silenzi, metafore) idonee a influire sul processo motivazionale del privato creando uno stato di soggezione psicologica. In questo contesto, la giurisprudenza negli ultimi anni ha creato la figura di "concussione ambientale" che si ravvisa qualora il privato è indotto a compiere l'azione, più che da un comprovato comportamento induttivo del soggetto pubblico, dalla convinzione di doversi adeguare a una prassi consolidata, cioè la convinzione che quella dazione o promessa costituiscano i soli strumenti per ottenere un concreto agire degli organi amministrativi.
La concussione rientra certamente tra i reati di cooperazione con la vittima in quanto il comportamento della vittima è determinante ai fini della configurabilità della fattispecie, infatti qualora non avvenisse la dazione o la promessa il reato non si configurerebbe.
_____________________________________________________________________________________________

Truffa

La truffa è una pratica illegale basata sull'inganno.

1 La truffa nel diritto italiano
1.1 Truffa ai danni di persone fisiche
2 Note
3 Bibliografia
4 Voci correlate
5 Altri progetti

La truffa nel diritto italiano
Reato di Truffa
fonte: Codice penale italiano
Articolo 640 c.p.
Competenza tribunale monocratico
Procedibilità querela; d'ufficio nelle ipotesi del II° e del III° co.
Arresto facoltativo
Fermo no
Pena prevista reclusione da 6 mesi a 3 anni e con la multa da euro 51 a 1.032, reclusione da 1 anno a 5 anni e con la multa da € 309 a € 1.549

La truffa è un reato previsto dall'art.640 del codice penale ed è un esempio di reato a forma vincolata. È definita come attività ingannatoria capace di indurre la parte offesa in errore attraverso artifici e raggiri per indurla a effettuare atti di disposizione patrimoniale che la danneggiano e favoriscono il truffatore o altri soggetti, procurando per quest'ultimi un profitto corrispondente al danno inferto alla vittima.

È un reato a dolo generico e di evento, cioè si consuma nel momento della verificazione dell'evento dannoso per la vittima e proficuo per il reo. È perseguibile a querela di parte a meno che non si verifichi una delle circostanze aggravanti previste dall'art. 61 C.p., nel qual caso è perseguibile d'ufficio. Sono inoltre previste anche due circostanze aggravanti speciali che rendono il reato parimenti procedibile in quest'ultima forma:

se la truffa è a danno dello Stato o di altro ente pubblico
se è commessa facendo nascere nella persona offesa il timore di un pericolo immaginario o l'erroneo convincimento di dover eseguire un ordine dell'autorità.
Sono previste inoltre speciali fattispecie di reato autonome, ovvero la truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche (art.640 bis C.P.), la frode informatica (art. 640 ter C.P.) e la frode assicurativa (art. 642 C.P.).

Attualmente (dal 1 gennaio 2010 in Italia) è possibile intentare una azione collettiva (class action) in caso di truffa che coinvolga una pluralità di individui che abbiano un diritto leso comune
________________________________________________________________________________________

Persecuzione
Si intende per persecuzione l'insieme delle azioni di forza e di atti ostili, diretti contro una o più persone. Di solito le persecuzioni sono rivolte a comprimere un movimento politico o religioso o a eliminare un gruppo etnico o sociale, economicamente, politicamente o tecnologicamente inferiore a un gruppo dominante che si ritiene superiore culturalmente.
_____________________________________________________________________________________________

fonte - Wikipedia, l'enciclopedia libera.