domenica 3 ottobre 2010

OTTOBRE nell' orto- cosa seminare , fare e raccogliere ( piu' qualcos'altro )

ad Ottobre puoi seminare:cicorie e radicchio, cime di rapa, fave, piselli, prezzemolo, rucola, spinaci, biete, carote,lattughe,ravanelli,valerianella,
Aglio,bietole, broccoli,cicoria, cavolfiore, cavolini di bruxelles, cavoli, patate, rape, finocchi, cipolle,zucche, barbabietole e porri.

la verdura va coperta soltanto se nelle tue zone la temperatura va sotto zero; in questo caso prepara delle serrette rivestite con celophan trasparente, che chiuderai quando inizia a fare un po' più freddo...

•trapiantare cipolla bianca e aglio

la frutta e verdura di stagione



frutta di stagione

le mele, le pere e l’uva, Mandorle Noci Nocciole, si trovano ancora fichi e fichi d’India ma ancora non per molto. I i primi cachi, le melagrane e le castagne, prime clementine Frutta stagionale del mese di Ottobre

Ortaggi stagionali del mese di Ottobre

- Barbabietole Coste
- Broccoli Cavolfiore
- Cavolo Verza Finocchi
- Insalata invidia lattuga rucola
- Sedano
- Spinaci Erbette
- Carciofi Melanzane peperoni
- Patate

---------------------------------------------------------------------------------

orto : varie ed eventuali



I cavoli rappresenteranno da qui in avanti i guardiani silenziosi dell’orto. Pioverà, farà freddo, nevicherà, ma di tutto questo non si cureranno. Un nemico ben più piccolo è però in agguato: la cavolaia. La farfalla depone sulle foglie delle uova, riconoscibili come piccole masserelle giallognole, da cui sgusceranno voraci larve in grado di erodere tutto il lembo fogliare ad eccezione delle nervature.

Alla comparsa del danno ispezioniamo i cavoli per eliminare eventuali altre uova (si schiacciano con le dita) e trattiamo con Bacillus turingiensis varietà kurstaki, alla dose di 1 grammo per litro d’acqua
----------------------------------------------------------------------------

Pulizia del terreno

La prima operazione necessaria prima dell’abbandono dell’orto, è la rimozione di tutti i detriti vegetali ancora presenti nelle aiuole, apparati radicali compresi, da togliere con l’aiuto di una vanga. I materiali possono avere tre diverse destinazioni:

•si bruciano dopo averli lasciati seccare sul terreno (sempre con le dovute cautele) e, meglio, se su una lamiera tenuta sollevata dal terreno, dopo che questo è stato ben inzuppato d’acqua
•si immettono nella compostiera, ma solo se sani e non attaccati da parassitosi e marciumi, le malerbe possono essere inserite solo se giovani e non salite a seme, perché esistono semi capaci di mantenere la loro capacità germinativa anche dopo un valido processo fermentativo
•se si tratta di frutti marci, o parti di piante malate si interrano in una buca dopo averli coperti con terra, uno strato di calce, e ancora terra

Pulito il terreno, si può procedere ad una lavorazione profonda, interrando concime organico, oppure si attende che tutto il terreno sia libero per effettuare una lavorazione completa.

In entrambe i casi è sempre consigliato ripristinare il sistema di scoline che consente l’allontanamento dell’acqua senza ruscellamenti.

--------------------------------------------------------------------------------
Ottobre e la luna

con la luna nuova: piantate gli alberi da frutto

con la luna crescente: seminare a dimora il ravanello; moltiplicare per divisione le erbe aromatiche e le officinali perenni; impiantare la fragola rifiorente.

con la luna piena: Niente

con luna calante: cimate pomodori, peperoni, cetrioli, melanzane e zucchine; raccogliete cipolle, patate, mandorle e nocciole;

mettere a dimora lattughe, spinaci e valerianella;

trapiantare aglio, cipolla, finocchi e cavoli.
--------------------------------------------------------------------------------
fiori e piante da giardino

OTTOBRE Fate rientrare in casa o in serra (se l'avete) tutte le piante che avete posto all'aperto in primavera; il terreno va ancora lavorato con cura avendo cura di estirpare tutte le erbe indesiderate che ancora infestano giardini e vasi. Il taglio dell'erba finalmente non è più così frequente: provvedete a forare il terreno posto a dura prova dal calpestio estivo: serve a far ossigenare i 10 cm più superficiali della crosta; è ancora possibile nelle zone più a meridione, provvedere al taleaggio di numerose specie. Al nord iniziano i primi freddi: non è ancora il caso di proteggere le specie più delicate, ma iniziare ad attrezzarsi; chi è stato previdente a giugno, in questo mese si godrà le belle fioriture delle bulbose autunnali (amaryllis, begonia, lilium). L'orto dà ancora grandi soddisfazioni ma anche grande fatica, essendo ancora in piena produzione sia per la raccolta e la cura delle specie a raccolta ottobrina, sia per la pianificazione dell'impianto invernale
---------------------------------------------------------------------------------------------------

riassunto mese di Ottobre

Semine (luna calante) A dimora all'aperto: fagiolo, fava, lattuga da taglio, lattuga da cogliere, pisello, spinacio, valerianella In semenzaio protetto: cicorie da taglio, cipolle invernali, lattughe da taglio, lattughe a cappuccio, porri. Semine (luna crescente) A dimora all'aperto: ravanello e cerfoglio. Trapianti (luna crescente) All'aperto: aglio, cipolla Aromatiche (luna calante) Prelevare e interrare le talee o gli stoloni di: lavanda, maggiorana, menta, rosmarino, salvia, timo. Moltiplicare per divisione dei ceppi: erba cipollina, estragone, origano, melissa. Mettere a dimora le talee radicate o le piantine di issopo e salvia. Lavori (luna calante) Distribuire letame o compost nelle aiuole destinate ad ospitare le nuove semine e trapianti. Sistemare le asparagiaie. Installare le protezioni per prolungare il raccolto di: basilico, cardo, insalate, melanzane, pomodori, peperoni, prezzemolo, sedano e zucchini. Rincalzare i porri.