lunedì 22 marzo 2010

------------------------------------------- ARTE -----------------------------rubrica tesa a diffondere le immagini con qualche informazione dei piu' importanti quadri a liovello mondiale onde aiutare chi ne è in cerca a scegliere quello che piu' piace e se è possibile comprarselo
a cura di assm

IL BACIO DI HAYEZ



Il bacio è un olio su tela di 112 × 88 cm, realizzato da Francesco Hayez nel 1859 e conservato a Milano nella Pinacoteca di Brera.

Oltre questo dipinto, l'artista realizzò tre repliche con lo stesso soggetto, delle quali due versioni sono in collezioni private ed un'altra, in cui il vestito della donna è bianco, fu realizzata nel 1861 per la famiglia Mylius ed è stata venduta all'asta il 12 novembre 2008 da Sotheby's a Londra.



http://it.wikipedia.org/wiki/Il_bacio_(Hayez)
----------------------------------------------------------------------------------
La persistenza della memoria

La persistenza della memoria (conosciuto anche come Gli orologi molli) è un dipinto ad olio su tela di cm 24 x 33 realizzato nel 1931 dal pittore spagnolo Salvador Dalí. È conservato al Museum of Modern Art di New York.

Il quadro venne esposto nel gennaio del 1932 alla mostra retrospettiva dedicata ai surrealisti, nella Galleria Julien Levy di New York, e poco dopo acquistato dal Museum of Modern Art.

Schema compositivo
Artista:Salvador Dalì
Materiale e dimensioni:Olio su tela, cm 24X33
Collocazione: MoMA,New York
Data:1931

E' uno dei quadri più famosi ed enigmatici di Dalì.
Se ne conosce l'origine poichè egli stesso la spiegò in una sua biografia:
Una sera in cui Gala(la moglie)era uscita con degli amici,egli non si sentiva tanto bene e cenò con del Camembert. Le tenera consistenza del formaggio e la sua rotondità fecero nascere in lui l'idea degli orologi molli. Così aggiunse questo particolare ad una veduta della baia di Port Lligat al crepuscolo che si trovava sul cavalletto nel suo studio.
La figura centrale con le lunghe ciglia(autoritratto fortemente deformato e che evidenzia l'ompostazione onirica del soggetto) che ricorre spesso nei suoi dipinti di questo periodo,viene a ripetere la forma di una curiosa roccia che Dalì vide a capo Creus.
In questo dipinto la nozione del tempo che scorre viene suggerita,oltre che dagli orologi,anche dalle ombre che si proiettano come lo gnomone di una meridiana.
Il tema del tempo che passa è molto caro a Dalì che qualche anno dopo lo definirà come "dimensione delirante e surrealista per eccellenza".
Un altro tema rappresentato da Dali' in questo come in altri dipinti successivi,è quello della caducità della sorte umana:gli orologi rappresentano l'inarrestabile scorrere del tempo che corrode e logora la vita di ogni essere umano senza che questo si possa opporre e possa impedire il graduale diroccamento del corpo.
Le formiche poste sull'orologio in basso a sinistra stanno proprio a rappresentare la corrosione che dà il tempo alle cose animate e inanimate.

http://it.wikipedia.org/wiki/La_persistenza_della_memoria
--------------------------------------------------------------------------------------