giovedì 15 gennaio 2015

Isola dei Famosi 2015: ecco i 14 nomi definitivi

i 7 uomini



Rocco Siffredi, Valerio Scanu, Andrea Montovoli, Alex Belli, Pierluigi Diaco, Brice Martinet, Patrizio Oliva, 

le 7 donne




Catherine Spaak, Cecilia Rodriguez, Fanny Neguesha, Melissa Panarello, Charlotte Caniggia, Rachida Karrati e Le Donatella.

 lunedi 27 GENNAIO. verranno tutti spediti a Cayo Cochinos dove il reality si svolgerà realmente quel giorno l'isola dei famosi 2015 iniziera e avrà:

Alessia Marcuzzi alla conduzione



Alfonso Signorini e Mara Venier nel ruolo di opinionisti



martedì 13 gennaio 2015

gli AVENGERS stanno arrivando





Avengers: Age of Ultron Al cinema dal 22 Aprile 2015




o come porti i capelli ?

o che capello hai ? finalmente un sistema semplice e veloce per capire la tua capigliatura 

forse non tutti sanno che per arrivare a capire con certezza quasi assoluta che tipo di capelli abbiamo in testa esiste da tempo un sistema perfetto il cui range di errore è quasi nullo, andiamo a vedere qual'è.

occorrente

1 - testa da testare,  senza la quale non potremo eseguire il test
2 - uno specchio comune che non deformi l'immagine che rispecchia
3 - un qualcosa per e su cui annotare i risultati
4 - un notaio che certifichi i risultati
5 - uno o più carabinieri ma anche l'esercito o qualsiasi persona autorizzata dallo stato ad usare anche la forza a scopo difensivo essa è garante della impossibilità di possibili brogli
6 - poco altro

esecuzione 

premessa doverosa

per arrivare a capire che tipo di capelli abbiamo usando il sistema che descriveremo a breve  ricordiamo primariamente che detto fenomenale sistema è stato testato dalle più importanti università d'oltreoceano ( e per oceano non intendiamo solo quello Pacifico )  ma pure da qualche d'una del vecchio continente e sta per essere certificato dalle  più celebri associazioni mondiali presenti sul mercato 

si. si  ma ce lo dici o no in cosa consiste ?

e certo!,  allora dicevamo che per arrivare a capire con certezza pressoché assoluta il tipo esatto di capelli che abbiamo al momento una volta accertatosi del possesso degli elementi elencati poco sopra al o ai soggetti esaminanti basteneranno  poche e semplici  azioni, vediamo quali


1 .  togliersi eventuali copricapi quali a titolo esemplificativo: 
caschi da moto. ,bicicletta et similari  siano essi integrali o no, cappelli di qualsiasi fattura,siano essi in stoffa d' origine naturale o in  altro elemento, compresi berretti da ciclista et similari,corna , bicorna , antenne, cuffiem cuffiette etc etc

2 -   una volta liberata la zona capigliatura da eventuali elementi coprenti portarsi o farsi portare fisicamente nella stanza in cui è presente lo specchio.specchio che ricordiamo dovrà  essere abbastanza grande da specchiare  almeno la testa comprensiva di capigliatura in maniera totale e anche superiore inoltre lo specchio 
va posizionato in modo tale che la superficie riflettente sia posta sul davanti ovverosia in modo tale che il soggetto che vuole specchiarsi venga riflesso e non come è successo in varie occasioni del passato con la parte riflettente dalla parte opposta  tipo contro al muro etc in quanto se così fosse non sarebbe possibile usare il sistema per capire che capelli abbiamo in maniera regolare

3 -  in presenza di risultato positivo dei precedenti punti ed accertatisi della presenza di Notaio e forze dell'ordine nonché di testimoni vari e ricordando al contempo che questi ultimi tre elementi non sono strettamente ed obbligatoriamente necessari il testante dovrà posizionarsi frontalmente davanti alla superficie riflettente in modo tale che la testa risulti abbondantemente rientrante nella superficie specchiata 

4 - eseguito quanto descritto al punto 3 il soggetto dovrà osservarsi per bene girando anche leggermente il capo onde poter vedere ogni parte della sua testa, per far questo potrebbe essere utile usare ulteriori superfici specchianti da posizionare in modo tale affinché sia possibile osservarsi circolarmente tutta la testa effettuando un solo se non poco di più movimento del capo , nell'osservarsi il testante dovrà fare attenzione ai movimenti eseguiti onde evitare possibile capocciate contro eventuali presenze attornianti siano esse viventi  no, fatto quanto finora scritto il testante potrà arrivare a sapere con certezza il tipo di capelli in possesso da lui stesso medesimo proprio in quel momento esatto.

Risultato del Test

il risultato a seconda dei casi potrà essere differente e la persona testante potrà avere  :

CAPELLI CORTI


COCCIA PELATA



CAPELLI  LUNGHI


CAPELLI lunghi esempio versione personalizzata

CAPELLI A NIDO D?UCCELLO ( l'eventuale razza va comunicata prima )


CAPELLI UN TOT RASATI ED UN TOT ALLA COME VIENE VIENE



CAPELLI MEDI ( anche detti normali )

CAPELLI CURIOSI O STRAVAGANTI



CAPELLI ALLA CINGHIALA


CAPELLI ELICOTTERO


CAPELLI ALLA M'AMA NON M'AMA


CAPELLI FALSA IDENTITA'


CAPELLI alla RAGGI SOLARI



CAPELLI ALLA POLPO


 CAPELLI A NUVOLA TEMPORALESCA


Capelli alla " sta attenta, chinati che sennò sbatti col soffitto )


CAPELLI alla VALLO A SAPE? TE!



naturalmente le possibilità sono infinite e questi sopra sono solo alcuni degli esempi che il sistema per riconoscere il tipo di capelli che uno possiede ha scovato.
ora che sapete come riuscire a sapere con certezza assoluta il capello che avete al momento provate ad usarlo in prima persona e vedete se riuscite a togliervi questa incertezza;  da parte nostra noi vi lasciamo la più completa libertà d'uso e abuso del sistema stesso lavandocene al contempo le mani e molto altro , qualora non capiste qualcosa , abbiate bisogno di spiegazioni od altro chiedete ai conoscenti o a chi vi pare l'unica raccomandazione è di non chiederci niente a noi che tanto e comunque non vi risponderemo mai in quanto eventuali richieste di chiarimenti etc verranno come al solito cestinate al momento stesso del loro ricevimento

alla prossimo appuntamento in cui parleremo di come lavarsi i capelli .........

39 lingotti di Oricalco ( forse ) ritrovati nelle profondità del mare di Gela

L’insolito Metallo Trovato In Un Relitto Di 2600 Anni Fa Dimostrerebbe La Prova Dell’esistenza Di Atlantide?


Trentanove lingotti di un metallo insolito sono stati recuperati da una nave cargo affondata 2600 anni fa al largo della costa meridionale della Sicilia, secondo gli esperti, i lingotti probabilmente provenivano dalla Grecia o dall’Asia minore e destinati ai laboratori di Gela, Sicilia.

Evidentemente, la nave è colata a picco poco prima di entrare nel porto, a seguito di una forte tempesta.


Il relitto risale alla prima metà del 6° secolo”, spiega a Discovery News Sebastiano Tusa, direttore della Soprintendenza per i Beni culturali e ambientali del Mare della regione Sicilia. “La nave si trovava a circa 300 metri dalla costa ad una profondità di circa 3 metri”.

A catturare l’interesse dei ricercatori sono stati soprattutto gli insoliti lingotti trovati nel relitto. Le analisi hanno rivelato che si tratta di un metallo composto da una lega di rame, zinco e piccole percentuali di nickel, piombo e ferro.



Non è mai stato trovato nulla di simile in precedenza”, continua Tusa, il quale afferma che potrebbe trattarsi del mitico oricalco, il metallo misterioso che secondo Platone era prodotto ad Atlantide. “Sapevamo dell’oricalco da testi antichi e alcuni oggetti ornamentali”.

L’esistenza, l’origine e la composizione dell’oricalco sono stati oggetto di ampio dibattito da parte dei ricercatori. Secondo quanto scrive Platone, Atlantide risplendeva della “luce rossa dell’oricalco”, il quale aveva un valore secondo solo all’oro. Il filosofo registra che il metallo prodotto ad Atlantide era stato utilizzato per ricoprire le pareti interne, le colonne e i pavimenti del tempio di Poseidone.

Il nome del metallo deriva dalla parola greca “oreikhalkos”, che significa letteralmente “montagna di rame”. Gli antichi greci tramandavano che l’oricalco era stato inventato da Cadmo, un personaggio mitologico greco-fenicio, fondatore e primo re di Tebe.

Nella sua Eneide, Virgilio scrive che la corazza di Turno era composta da “oro e oricalco bianco”, il che ha fatto ipotizzare che si trattasse di una lega di oro e argento. Il metallo è menzionato anche nelle Antichità Giudaiche di Tito Flavio Giuseppe, uno storico di origine ebraica del 1° secolo d.C., secondo il quale la navi che decoravano il Tempio di Salomone erano di oricalco.

Tuttavia, la scoperta dei lingotti sul fondo del mare siciliano potrebbe svelare finalmente il mistero sull’origine e la composizione di questo enigmatico metallo.

fonte e link

1 - http://gds.it/2015/01/01/gela-la-soprintendenza-del-mare-riporta-alla-luce-39-lingotti-di-oricalco_288934/
2 - http://www.accentonews.it/cultura/item/886-sul-national-geographic-l-importanza-di-gela-come-colonia-greca
3 - http://www.mondointasca.org/articolo.php?ida=28436 - 
4  - http://www.mondointasca.org/articolo.php?ida=28436

domenica 11 gennaio 2015

la rivincita degli scoreggioni !!!!!

la rivincita degli scoreggioni!!!

ora lo dice anche la scienza "CHI SCOREGGIA SPESSO E’ PIU’ INTELLIGENTE.."

Strano ma vero . Secondo un recente studio chi scoreggia spesso è più intelligente rispetto alla media. 
La straordinaria e sorprendente notizia è venuta fuori dopo uno studio condotto presso l’Università del Wisconsin, uno stato degli Usa. 
A condurre la ricerca è stato il professore di Biologia molecolare, Isaak Steinberg, che ha un ruolo di prestigio all’interno della facoltà. 
Quello che ha tentato di dimostrare questo curioso studio è che quando si scoreggia è presente un aumento del potenziale elettrico che si trova nelle cellule nervose che determina una maggiore attività cerebrale perchè avviene la stimolazione di alcune cellule che producono una proteina attiva e che si trovano nel tratto intestinale. Significa quindi che in chi scoreggia spesso è stata rilevata una maggiore attività del cervello. 
Sembra bizzarro, ma quindi secondo questi ricercatori sarebbe più intelligente chi produce più spesso quei gas tanto disprezzati




ora sapendo questo noterete con una certa facilità che in giro c'è gente talmente intelligente che riesce addirittura  a parlare col culo o meglio parla si dal culo ma  attraverso le scoregge mollandone molte ad intermittenza variabile in modo tale che quelle  scoregge sembrano trasformarsi in una voce che parla anzi, se uno non lo sa ,quasi non nota la differenza ( mi suggerisce il Pì che è ilcaso di molti politici ma il Pì si sa che scherza sempre ed è molto polemico no? ) e rendendo quelle scorreggiette cadenzate come un discorsetto pi o meno serio che al limite potrebbe anche condividere con qualche d'un altro



la cosa non deve sorprendere più di tanto in quanto chiunque è a conoscenza del fatto che la scoreggia all'atto pratico consiste in un espulsione di gas creati dalla digestione del cibo nel nostro stomaco , ora queste espulsioni seppur a volte sembrerebbero casuali in verità sono comandate dal cervello, cervello che se opportunamente stimolato riesce al momento dell'espulsione dei gas anche a variarne la forza, l'intensità , la durata e pure qualche cos'altro e per fare questo non basta un cervello da troglodita ma occorre un cervello super allenato in grado di comandare al corpo quasi ogni cosa compreso il rilascio o il non rilascio di quanto volgarmente chiamato scoreggia




E NOI ALLORA?

il clamore della notizia si cui sopra ha infastidito una branca di esseri umani che si sono sentiti sminuiti da quanto affermato dallo scienziato o meglio più che sminuiti non considerati,  sono  I grandi RUTTATORI, padroni dell'arte del rutto, persone che col rutto ci parlano e non solo, talmente esperti nel rutto da considerare i loro Rutti ARTE PURA al pare di altre discipline quali la pittura etc

sentito le loro dimostranze sempre più accese e pure sempre più rumorose  visto che spesso vengono fatte a suon di rutti rutilanti con scale musicali sempre più ampie il professor Isaak Steinberg ha promesso loro che presto eseguirà un esperimento simile a quello fatto con le scoregge ma avente come soggetto da indagare il rutto in tutte le sue molteplice facce e comunque, aggiunge l'esimio esponente della ricerca mondiale,  non è difficile affermare già ora che anche parecchi ruttatori possiedano un intelligenza pronta e vivace visto e sentito anche in prima persona il come essi riescano ad usare un rutto comune in maniera esemplare riuscendone ad regolarne ogni minima inflessione etc trasformandolo spesso in qualcosa di incredibile 
**********************************************************************
rimanendo  in tema

seppur l'argomento sia stato trattato molteplici volte proprio da noi ed anche in questo stesso blog approfittiamo del post di inizio pagina per rinfrescarvi la memoria su quasi tutto quanto riguardi le scoregge ( nome scientifico Flautolenze )

le 10 cose che non sapevi sulle scoregge

10. Cos’è scientificamente una scoreggia

Vi siete mai chiesti cosa sia, scientificamente, una scoreggia? Ecco a voi la risposta: si tratta di aria trattenuta in eccesso dal nostro corpo, il cui rumore deriva dalla vibrazione del retto, e che è composta per il 59% di azoto, per il 21% di idrogeno, per il 9% di anidride carbonica, per il 7% di metano, e per l’1% di gas di acido solfidrico!

9. Perché le scoregge puzzano

La puzza delle scoregge è pressoché insopportabile: da cosa deriva? Innanzitutto, per la presenza di solfuro: più ce n’è, più intenso è l’odore! Ricordatevi che mangiare fagioli, cavoli, uova e formaggi provoca flatulenza!

8. Quanto tempo impiega una scoreggia a diffondersi

Le scoregge, in media, hanno una velocità di 3 metri al secondo, dunque di oltre 10 chilometri orari! Per percepire l’odore, secondo un recente studio, si impiegano dai 10 ai 15 secondi!

7. Fa bene o male trattenere un peto?

In questo caso, purtroppo, non possiamo darvi una risposta certa, poiché luminari e dottori, al riguardo, si dividono: alcuni ritengono che non faccia male, perché è una cosa naturale, mentre altri dicono che invece possa far male perché può presentare sintomi quali distensione addominale ed emorroidi!

6. Media giornaliera di peti della persona media

In media, ognuno di noi emette flatulenze ben 14 volte al giorno! E ricordatevi che le donne, anche se dissimulano, restano nella media! Lo sapevate che se una scoreggia durasse per 6 anni e 9 mesi emetterebbe un’energia pari a quella di una bomba atomica?

5. In alcune culture, fare scoregge non è maleducazione, ma è un atto ben visto

Proprio così: ad esempio, nella tribù Yanomamo, che è un gruppo etnico situato sulla frontiera tra Venezuela e Brasile, la scoreggia è sinonimo di saluto, mentre in Cina, addirittura, esiste la professione di… intenditore di peti!

4. Gli animali che emettono più gas


Gli animali più “scoreggioni” sono le termiti, nonostante siano così piccole! Riuscite a credere che questi insetti producono dai 2 ai 22 teragrammi di gas metano all’anno? Anche le tartarughe e i serpenti sono tra i più esperti in materia!

3. Le scoregge sono infiammabili

Come ben saprete, le scoregge sono altamente infiammabili, e vi diremo di più: esiste una rara sintomatologia che è l’esplosione intestinale dovuta a gas! Potrebbe esplodervi l’intestino da un momento all’altro!

2. Si scoreggia anche nel sonno

Nel massimo momento di relax accade di rilasciare gas inconsciamente: la fuoriuscita è spontanea!

1. Anche dopo la morte si continua a fare scoregge

Lo sapevate che si può continuare a fare scoregge anche 3 ore dopo essere morti? A riportarlo, dei recenti studi: a provocarlo è la contrazione e distensione dei muscoli!
*******************************************************************
a tal proposito

Il 20 settembre 2014  scorso si è tenuta a PArigi la "Giornata Mondiale della Peto"


La città dell'amore si declinerà così nel celebrare la passione per le flatulenze e con tanto di sponsor illustri: i canali tv Cartoon Network e CanalSat. 


L'evento più atteso era quello della "gara di scoregge", nella quale i concorrenti ha cercato disperatamente di superarsi sperando, anche, di battere il record mondiale per il "peto più lungo", attualmente ed ancora detenuto da Ray Broom, autore di una scoreggia di due minuti e 47 secondi.
***************************************************************
Dall’Inghilterra: Colin Furze vuol " mollare " Un’enorme Scoreggia verso la Francia!!!


Già conosciamo la stravaganza di questo inventore inglese per altri progetti strampalati, ma questo li batte tutti: sta costruendo la “macchina delle scoregge” più grande del mondo per puntarla contro la Francia.
Colin Furze ha intenzione di piazzare la sua macchina sulle scogliere di Dover: “La gente mi dice sempre: ‘Non vorrei abitare vicino a te, fai troppo rumore‘, ed è vero, faccio un po’ di rumore e faccio qualcosa di strano ogni tanto. Ma a parte i miei vicini, che dire dei vicini del nostro paese, i Francesi? Vediamo se riusciamo a fare qualcosa che sentano anche loro”. Attendiamo presto gli sviluppi di questa nuova idea geniale.


http://www.corrieredellanotizia.it/dallinghilterra-unenorme-scoreggia-verso-la-francia/

*******************************************************************************************************************
chiudiamo 'sto post delle scoregge con una poesia sulle scoregge attraverso i secoli scritta nel 1940 da Pupo Mereu

Sin da quando il mondo aveva
Ben vivente Adamo ed Eva 
Era in voga in tutti quanti 
Di coprirsi sul davanti,
Ma nessuno, pensò strano,
Di coprirsi il deretano.


Le scorregge più discrete
Non turbavan la quiete
Ed allora i dolci suoni
Non urtavano i calzoni.
La scorreggia nella storia 
Si é coperta di gran gloria.


Fin l'Augusto Imperatore
Scorreggiava a tutte l'ore
E la corte assai perfetta
Scorreggiava in etichetta
E perfino, in casi gravi, 
Scorreggiavano gli schiavi.


Si racconta che Tiberio
Scorreggiasse serio serio
Che Caligola, il tiranno,
Scorreggiasse tutto l'anno
E più d'una ogni mattina
Ne facesse Catilina.


Ciceron per ore intere,
Discorreva col sedere,
Quelle poi di Coriolano
Si sentivano lontano
E con schiaffi sulla trippa,
Scorreggiava pure Agrippa.


Muzio Scevola e Porsenna
Ne portavano per strenna
Alle feste di Imeneo
Ove il console Pompeo
E più ancora il gran Lucullo
Scorreggiava per trastullo.

Scorreggiava Roma intera
Da mattina sino a sera,
Scorreggiava in grande stile
Anche il sesso femminile,
Mentre invece Cincinnato
Scorreggiava in mezzo al prato.


Scorreggiò anche Napoleone
Anche al rombo del cannone
La battaglia non si perda
E Cambronne rispondeva: "Merda"
Che la cosa più sicura
Se di mezzo é la paura.

Scorreggiava come il tuono
Fin Cleopatra dal suo trono,
In contrasto ad Agrippina
Che facevale in sordina
E Cornelia ai suoi gioielli
Ne lasciava dei fardelli.


Ne faceva senza posa
Messalina silenziosa
Scorreggiava assai felice
La dolcissima Beatrice
Ed il sommo padre Dante
Le annusava tutte quante.


Le scorreggie di Boccaccio
Ti rendevano di ghiaccio
Scorreggiava pure il Tasso
Imitando il contrabbasso,
Mentre invece Machiavelli
Sradicava gli alberelli.


Il gran Volta con la pila
Scorreggiava sempre in prima fila,
Di Archimede dir si suole
Che oscurasse pure il sole,
Mentre a colpi di pennello
Le faceva Raffaello.


...Dopo quanto è stato detto
Non si può chiamar difetto
Se noi pure qualche volta
Ne facciamo a briglia sciolta
Quindi è logico e prescritto
Che scorreggi il sottoscritto.

alla prossima .....