martedì 3 giugno 2014

notozie dal web Giugno 2014

ma quale schermo FULL HD ora come minimo ci vuole L'ULTRA HD!


" Ultra High Definition, detti anche 4K. Sono i nuovi apparecchi con una risoluzione che arriva ai 3840 x 2160 pixel. La quantità di dettagli visibili sale vertiginosamente, e i prezzi sono in linea con i modelli della generazione tecnologica precedente. Ma al traguardo tecnico non corrisponde ancora una disponibilità adeguata di contenuti "

Cosa significa Ultra HD

Alle spalle ci si lascia gli HD Ready (720p) e i Full HD (1080p), perché la strada tracciata è quella dei 2160p come minimo. 

Il Full HD diventa Ultra HD, infatti, nel momento in cui quadruplica il numero dei pixel nell’unità di spazio, passando così da 1920×1080 a 2.840×2.160. etc fino ad arrivare ai 3840 x 2160

La differenza è sì descrivibile a parole, ma la si può comprendere soltanto ponendosi a breve distanza da uno schermo UHD (Ultra HD): il maggior numero di pixel consente infatti di cogliere un dettaglio estremamente superiore, ricavandone una sensazione di coinvolgimento del tutto nuova. La differenza è sostanziale soprattutto all’interno di immagini panoramiche, dove la possibilità di osservare piccoli dettagli permette all’occhio di spaziare sul pannello alla ricerca di elementi che l’occhio è in grado di vedere, distinguere e capire. Trovarsi di fronte a una ripresa aerea di un campo di fiori, ad esempio, è come trovarsi realmente alla finestra, potendo osservare i singoli petali ondeggiare sotto il soffio del vento.




per chi è interessato e si trova dalle parti Ddi Lucca puo andare lì perchè  .....

Ultra HD: la grande sfida del 4K. Parte domani 'Lucca 2014'

Lucca 2014: dal 4 al 6 giugno tre grandi eventi, 90 relatori da 14 nazioni, per parlare di tv del futuro e della grande sfida del 4K.
Lucca 2014
MEDIA - Motori accessi per il grande appuntamento Lucca 2014 che si terrà dal 4 al 6 giugno 2014 a Palazzo Ducale. Argomenti di punta saranno Tv, Media, Contenuti e Piattaforme Digitali nel quadro degli eventi programmati da Fame, HD Forum Italia e Comunicare Digitale. Domani sarà possibile seguire anche la diretta streaming della giornata di apertura.
Eventi che richiamano a Lucca oltre 14 nazioni, con la presenza, tra tutte, di Corea del Sud, Giappone ed Emirati Arabi, oltre 90 relatori, in una 3 giorni che "saprà presentare il top dell'offerta digitale e dell'industria".
Eutelsat è uno degli sponsor dell'HD Forum è sarà presente con iniziative dimostrative in tema di tv del futuro.

fonte e continuazione 


link utili
http://www.webnews.it/speciale/ultra-hd-4k/
*************************************************************************************
31 Maggio 2014 - Arrestato Peter Sunde, fondatore del noto sito etc di sharing " Pirate Bay "

Peter Sunde, co-fondatore di The Pirate Bay, è stato arrestato in Svezia: latitante, dovrà scontare ora 8 mesi di carcerazione.

Il suo nome e il suo volto erano noti a tutti ormai da anni, anche dopo la condanna definitiva aveva avuto varie comparse pubbliche, ma solo ora alla sua libertà sono stati posti specifici paletti: Peter Sunde è finito in manette in qualità di co-fondatore della Pirate Bay.

La sua storia inizia un decennio fa, quando il nome giunge in tutto il mondo a seguito dell’incredibile incedere della “Baia” nel mondo della pirateria online. I primi raid contro i server del gruppo, la fuga informatica dei software di gestione del sistema, quindi le prime sentenze di colpevolezza. Quando a Peter Sunde viene definitivamente sbarrata ogni strada verso la libertà, il co-fondatore della Pirate Bay diventa latitante: segnalato più volte in Germania e sporadicamente in Svezia (ove compie visite in famiglia), alla fine viene arrestato vicino a Skåne.

L’arresto è stato confermato dagli inquirenti. Formalmente trattasi di un fermo necessario per far scontare a Sunde la pena inflitta a seguito della condanna per le attività con la Pirate Bay: trattasi di pochi mesi di carcere, ma fino ad ora non era stato scontato neppure un giorno poiché il ragazzo (oggi 35enne) non aveva risposto alla convocazione delle istituzioni. Due dei suoi compagni di avventura (Gottfrid Svartholm e Carl Lundström) hanno già terminato di scontare la pena, mentre un quarto (Fredrik Neij) è tutt’ora latitante e segnalato nei paesi asiatici.

Peter Sunde aveva tentato una “fuga” differente nei giorni scorsi candidandosi alle elezioni europee cercando un seggio tramite il Partito dei Pirati. Nonostante le molte preferenze raccolte, il partito non è riuscito nell’impresa di conquistare seggi per l’Europa e le sorti di Peter Sunde sono così cambiate nel giro di poche ore.


fonte - vai
*************************************************************************************

per saperne di più su Peter Sunde



*********************************************************************************************
per quanto riguarda il sito di riferimento causa dell'arresto di Peter e cioè Pirate Bay esso da tempo è stato oscurato dai provider Italiani su  ordine della magistratura etc ciò perà non ha impedito che chi voglia possa comunque accedervi tramite vari siti proxy o altre possibilità che chiunque è in grado di rintracciare in breve tempo se proprio interessato a farlo
********************************************************************************************
USA vs SLAVIK

gli Usa alla caccia di ‘Slavik’ nome in codice di EVGENIY MIKHAILOVICH BOGACHEV pirata informatico che secondo l'accusa avrebbe rubato  rubato dati da 1mln di computer


Gli Stati Uniti danno la caccia al re degli hacker. Evgeniy Bogachev, conosciuto come Slavik, è un cittadino russo sospettato di essere l’artefice di innumerevoli crimini informatici che hanno colpito imprese in tutto il mondo.

Avrebbe attaccato più di un milione di computer per rubare dati personali e finanziari. Il dipartimento di Giustizia statunitense lo accusa di cospirazione, frode bancaria e informatica e riciclaggio.

“Gameover Zeus è il più sofisticato e dannoso software che abbiamo mai incontrato, spesso prende di mira i computer di piccole e medie aziende – ha detto James M. Cole, vice Procuratore Generale degli Stati Uniti – il Gameover Zeus intercetta le password e altre informazioni private che possono essere utilizzate per effettuare bonifici, in pratica trasferisce importi dai conti bancari delle vittime ai conti bancari esteri controllati dai criminali”.

Le autorità russe stanno collaborando con quelle statunitensi e hanno reso noto che Bogachev predilige vivere su una barca nel mar Nero.

I provider di servizi Internet contatteranno i clienti che sono stati colpiti. Secondo i cyberpoliziotti Gameover Zeus non tornerà operativo nelle prossime due settimane e in rete sono disponibili le istruzioni su come proteggere il proprio computer.

fonte - vai

il bando di accusa con tanto di taglia sul sito dell FBI


per saperne di più e cosa fondamentale in Italiano

*******************************************************************************************