sabato 20 aprile 2013

notizie dal web

una bella notizia sia Prodi che Amato non diverranno presidenti
d 'ITALIA ( nonostante, e dispiace dirlo , il PD )

qualcuno si chiede ancora come mai il PD perda voti ogni volta che sembra essere sul punto di vincere. è per questi nomi che propone  nomi  che svelano quanto siano forti i legami di chi davvero comanda quel partito con quanto di più vecchio nello stesso partito c'è, gente che pensavamo ormai fuori dai giochi rispolverati senza nessun problema, gente che comunque riaccendono vecchi rancori, problematiche mai risolte, e in tutti i casi fan parte della politica accusata di averci rovinati tutti quella degli ultimi 20-30 anni

più in generale si notano alcune mosse sospette che magari ai più sfuggono ma che a chi ha a che fare con certi giri volente o nolente scopre per forza di cosem analogie che un tempo sembravano casuali ma che ripetute nel tempo e chissà come mai sempre in determinate occasioni fan pensare che il tutto non sia proprio un caso fortuito

di cosa si parla ?

facciamo un esempio

erano gli anni in cui pareva che dovesse vincere il PD o comunque la sinistra in un paese il locale centro sindacale che non nomino ma la cui sede è di loro proprietà inizia a fare progetti d'ingrandimento, ristrutturazione,  cambi dei sede il tutto grazie a probabili Mutui concessi loro non si sa bene perché o da chi . passano però dei mesi e il governo della sinistra, seppur vincitore si auto punisce cadendo ovvero dimettendosi per forza maggiore grazie a componenti di se stesso senza neanche il contributo dell' odiata destra, in contemporanea o poco tempo  dopo i progetti di ristrutturazione, cambio sede etc del fantomatico sindacato di colpo svaniscono, come il fumo volano via sembrano non essere mai neanche esistiti, e non ne parla più nessuno.... anni dopo ed è storia recente , sembra veramente che la sinistra abbia la vittoria in pugno stranamante ripartono le voci d'un te,po, di nuovo ristrutturazioni in vista, sembra che da un giorno all'altro dio colpo le casse del sindacato si siano riempite , e tutto un movimento di gente che misura, vidima etc,,, sembra cosa fatta , sembra che di lì a poco partiranno i lavori e chi in quello stabile vive, lavora etc per un tot di tempo quando anche per sempre debba trovarsi un' altra dimora ,,,,
poi le cose vanno come vanno,, i mesi passano e niente si muove, nessuno parla più di ristrutturare un bel niente, nessuno viene più a chiedere, parlare , cercare, misurare , niente di niente m sembra un deja vu già visto , ma ti fa pensare di come realmente siano le cose , di come si muova la politica in questo paese , di come poi alla fine gli interessi siano sempre di parte, di come poi       non ci si possa fidare neanche di chi dovrebbe essere dalla parte del popolo e non perché nin lo difenda ma perché alla fine fa parte di un ingranaggio che ormai è talmente sporco che farlo tornare pulito è pressoché impossibile

si sa alla fine tocca scegliere i meno peggio ma che schifo sarà sta cosa?

pi

destra o sinistra cantava Gaber ma la domanda che era valida ai suoi tempi ora ha ancora un suo perché?
 comunque  vada , chiunque sia al potere alla fine è o  sembra sempre un gran casino con gente che ruba e gente che nega le promesse fatte poco tempo prima e con la mano nel cuore  nei fatti reali di tutti i giorni ...
AH si potesse tornare indietro nel tempo quanti sbagli da correggere !!!!

il PD si dimette in blocco ?
la cronologia di un partito che ha bisogno di rifondarsi basandosi su volti nuovi

Partito Democratico, Bersani si dimette

Pierluigi Bersani ha rassegnato le dimissioni da segretario del Partito Democratico.


22.46 Ecco cosa avrebbe detto Bersani, secondo quanto riportato dall’Ansa, al momento di annunciare le sue dimissioni da segretario del Pd, che saranno operative dopo l’elezione del nuovo Capo dello Stato:

Abbiamo prodotto una vicenda di gravità assoluta, sono saltati meccanismi di responsabilità e solidarietà, una giornata drammaticamente peggiore di quella di ieri. Al prossimo voto per il capo dello Stato ci asteniamo e faremo un’ assemblea, mi auguro che si trovi una proposta con le altre forze politiche. Noi da soli il presidente della Repubblica non lo facciamo. Nella situazione che si è creata bisogna riprendere contatti con altre forze politiche per impostare la soluzione. Abbiamo preso una persona, Romano Prodi, fondatore dell’Ulivo, ex presidente del consiglio, inviato in Mali e l’abbiamo messo in queste condizioni. Io non posso accettarlo. Io non posso accettare che il mio partito stia impedendo la soluzione. Questo è troppo.

Ricordiamo che l’annuncio delle dimissioni da segretario da parte di Bersani arrivano pochi minuti dopo quelle di Rosy Bindi.

22.42 Bersani annunciando le dimissioni nel corso dell’incontro con i grandi elettori del Pd ha osservato che uno su quattro all’interno del partito “è un traditore”. Il segretario ha inoltre definito “inaccettabile” quanto successo oggi alla Camera, dove anche la candidatura di Prodi è stata clamorosamente bocciata.
22.40 Tra le reazioni più rilevanti alla notizia delle dimissioni di Bersani c’è quella di Beppe Grillo che ha annunciato il fatto quando si trovava ancora in piazza ad Udine dove aveva da poco terminato il suo comizio elettorale. I presenti hanno esultato cantando in coro “Tutti a casa, tutti a casa”.

22.38 Le dimissioni di Bersani saranno operative un minuto dopo l’elezione del presidente della Repubblica. Il segretario ha anche annunciato che domani mattina il Pd si asterrò e terrà un’assemblea in mattinata. Bersani ha comunque assicurato che “il Presidente della Repubblica da soli non lo facciamo”.

UPDATE 22.29 Bersani si è dimesso.

Pierluigi Bersani starebbe recandosi alla riunione dei grandi elettori del Partito Democratico da dimissionario. L’indiscrezione sarebbe stata confermata anche dai parlamentari democratici che stanno recandosi al nuovo incontro.
Il segretario del Pd dovrebbe formalizzare le proprie dimissioni tra pochi minuti.

********************************************************************************************************************


******************************************************************************************************
le ulime mosse di quel gran tecnico di MONTI   ( çç*!!£$*** )


Italia come Cipro: Equitalia può pignorare stipendi e pensioni

I conti correnti italiani non sono al sicuro. Equitalia potrebbe pignorarli


. MONTI MARIO da salvatore della PAtria a affamatore di popoli ?
************************************************************************************************** 

ATTENZIONE !!!!!   ATTENZIONE !!!!!  ATTENZIONE !!!!!  ATTENZIONE !!!!!  ATTENZIONE !!!!!
la canzone che sentite proviene dal player sotto se volete interromperla cliccate il tasto stop sul player stesso sennò aspettate che venga eseguita un unica volta dopo di che si stopperà da se ( questo ogni volta che viene aperta l' intera pagina web dove questo post si trova  oppure  questo singolo post)

venerdì 19 aprile 2013

anche i BLACKk SABBATH si domandano " GOD IS DEAD ? "

BLACK SABBATH _ GOD IS DEAD ?





Black Sabbath, God Is Dead?

Lost in the darkness
I fade from the light
Faith of my father, my brother, my Maker and Savior
Help me make it through the night
Blood on my conscious
And murder in mind
Out of the gloom I rise up from my tomb into impending doom
Now my body is my shrine
The blood runs free
The rain turns red
Give me the wine
You keep the bread
The voices echo in my head
Is God alive or is God dead?
Is God dead?
Rivers of evil
Run through dying land
Swimming in sorrow, they kill, steal, and borrow. There is no tomorrow
For the sinners will be damned
Ashes to ashes
You cannot exhume a soul
Who do you trust when corruption and lust, creed of all the unjust,
Leaves you empty and unwhole?
When will this nightmare be over? Tell me!
When can I empty my head?
Will somebody tell me the answer?
Is God really dead?
Is God really dead?
To safeguard my philosophy
Until my dying breath
I transfer from reality
Into a mental death
I empathize with enemy
Until the timing’s right
With God and Satan at my side
From darkness will come light
I watch the rain
And it turns red
Give me more wine
I don’t need bread
These riddles that live in my head
I don’t believe that God is dead
God is dead
Nowhere to run
Nowhere to hide
Wondering if we will me again
On the other side
Do you believe a word
what the Good Book said?
Or is it just a holy fairytale
And God is dead?
God is Dead x4
Right!
But still the voices in my head
Are telling me that god is dead
The blood pours down
The rain turns red
I don’t believe that God is dead
God is Dead x4

il brano si pone una delle domande più antiche che l' uOmo si pone " DIO ESISTE?" , chi ci ha creato etc ... risposte non c'è n'è ... il mistero rimane 

http://www.black-sabbath.com/

sotto alcuni spezzoni video della prima data del tour mondiale che i BLACH SABBATH hanno intrapreso in occasione della reunion





questa la set list completa


01. War Pigs
02. Into The Void
03. Under The Sun
04. Snowblind
05. Electric Funeral
06. Black Sabbath
07. Behind The Wall Of Sleep
08. N.I.B.
09. End Of The Beginning
10. Fairies Wear Boots
11. Symptom Of The Universe (solo intro)
12. Drum Solo
13. Iron Man
14. God is Dead?
15. Dirty Women
16. Children Of The Grave
17. Paranoid

****************************************************************************************
intanto ZAKK WYLDE



giovedì 18 aprile 2013

DEL METAL ? (Aprile 2013 )

GEOFF TATE 'S QUEENSRYCHE




Nella band figurano il cantante storico dei QUEENSRYCHE Geoff Tate, il bassista Rudy Sarzo (OZZY OSBOURNE, DIO, WHITESNAKE, QUIET RIOT), il chitarrista Kelly Gray (QUEENSRŸCHE 1998-2001), il tastierista Randy Gane, il chitarrista Robert Sarzo (QUIET RIOT, HURRICANE) e il batterista Simon Wright (AC/DC, DIO, RHINO BUCKET).
Sull’album figurano i seguenti ospiti: K.K. Downing (JUDAS PRIEST), Chris Poland (MEGADETH), Ty Tabor (KING’S X), Paul Bostaph (SLAYER, TESTAMENT, EXODUS), Lita Ford, Brad Gillis (NIGHT RANGER), Dave Meniketti (Y&T) e Craig Locicero (FORBIDDEN).
Tracklist e copertina di “Frequency Unknown”:
01. When Lightning Strikes
02. Running Backwards
03. Fallen
04. Life Without You
05. In The Hands Of God
06. Cold
07. The Weight Of The World
08. Slave
09. Dare
10. Everything
Bonus tracks: (versioni 2013)
11. Silent Lucidity
12. Empire
13. Jet City Woman
14. I Don t Believe In Love
nonostante il disco esca solo il 23 Aprile c'è già chi dice che fa cagare


https://soundcloud.com/cleopatra-recs/sets/queensryche-frequency-unknown
****************************************************************************************************



l' HAMBURGHER DI ZAKK WYLDE


Il chitarrista Zakk Wylde ha collaborato con l'azienda "Grill 'Em All" per creare il suo Berzerker Burger, un mostruoso hamburger con anelli di cipolla, tartufo bianco, patatine fritte, ketchup, formaggio, chili e pancetta.

I fans potranno gustare questa sua creazione culinaria a partire da sabato 20 aprile nei ristoranti americani della Grill 'Em All.



********************************************************************************************************
JUDAS PRIEST - un DVD o BLUE RAY da non perdere


anche per festeggiare  il loro quarantennale di attività i JUDAS PRIEST  pubblicheranno  in DVD e Blu Ray il live “Epitath” che uscirà il 28 Maggio  2013 in tutto il mondo 



La lista dei brani

01. Battle Hymn
02. Rapid Fire
03. Metal Gods
04. Heading Out To The Highway
05. Judas Rising
06. Starbreaker
07. Victim Of Changes
08. Never Satisfied
09. Diamonds And Rust
10. Prophecy
11. Night Crawler
12. Turbo Lover
13. Beyond The Realms Of Death
14. The Sentinel
15. Blood Red Skies
16. The Green Manalishi (With The Two-Pronged Crown)
17. Breaking The Law
18. Painkiller
19. The Hellion
20. Electric Eye
21. Hell Bent For Leather
22. You’ve Got Another Thing Coming
23. Living After Midnight
**************************************************************************************************

TONY IOMMI: parla della sua malattia

In una recente intervista per il  Birmingham Mail, il chitarrista dei BLACK SABBATH ha parlato del nuovo album e della sua lotta contro il cancro. Ecco quanto dichiarato a proposito di quest’argomento così delicato:
Quando ho scoperto di avere il cancro, ero distrutto. Quella parola per me ha sempre significato morte. All’inizio la notte non riuscivo a dormire: stavo disteso nel letto pensando a chi avrebbe potuto parlare al mio funerale e che avrei voluto essere cremato. Poi ho iniziato a pensare: ‘Ok, non sono ancora spacciato, mi piace stare qui ed ho ancora un sacco di cose da fare’.  Ho iniziato a curarmi ed oltre alla classica chemioterapia, ho deciso di provare una nuova cura che consiste nell’assumere ogni sei settimane una medicina per via orale; in pratica preparo un infuso con delle gocce e poi  lo bevo. Dopo questa terapia mi sento molto stanco per circa sette-dieci giorni, e ho bisogno di rimanere a casa per recuperare le forze.  Ho organizzato le date del prossimo tour tenendo conto delle cure che devo fare; per me suonare dal vivo è fondamentale, ma in questo momento la mia salute viene al primo posto. I medici si dicono ottimisti: sostengono che con questo trattamento la malattia possa essere tenuta sotto controllo e io sono felice; felice perchè sono ancora qui con la mia famiglia e i miei amici ed ho la fortuna di poter suonare ancora

A proposito dell’imminente “13″ ecco cosa pensa Iommi:

“Il nuovo disco è venuto fuori davvero bene: sarebbe potuto uscire benissimo dopo ‘Black Sabbath’, ‘Paranoid’ e ‘Master Of Reality’”


la traduzione in Italiano di quanto viene detto nel video sopra


Iommi: “Non puoi continuare a suonare quello che hai fatto in passato, devi guardare al futuro. Queste canzoni sono la versione nuova di quello che abbiamo fatto quarant’anni fa.
Quando mi sono seduto in studio con gli altri per la prima volta in trentacinque anni, ho subito sentito che le cose erano diverse. Abbiamo riso molto di più, nessuno era stonato.”

Ozzy: “Voglio suonare moderno, ma al contempo voglio mantenere le vibrazioni dei Sabbath classici.”

Iommi: “Mi piace molto il nuovo materiale, abbiamo trovato la vena giusta. la tecnologia è più importante di una volta, ci aiuta nella fase di scrittura delle demo, con Pro-Tools immaginiamo come sarà la canzone.”

Ozzy: “Dipende molto da chi sta dietro al computer. Sono molto eccitato dall’avere Rick Rubin al comando. Io sto scrivendo un album che mi piace. Se piacerà anche a qualcun altro, benissimo!”

Iommi: “Spero che alla gente piaccia quel che stiamo componendo. A noi piace.”

Ozzy: “Abbiamo abusato per così tanto tempo di droghe e alcool, che alla fine ci hanno distrutto.”

Geezer: “E’ incredibile che dopo tutto questo tempo siamo ancora vivi e capaci di suonare e cantare. E se siamo in grado di farlo, allora dobbiamo farlo!”

Ozzy: “Questo nuovo disco è probabilmente il disco più importante della mia carriera. vi garantisco che sarà un album dei Black Sabbath!”


http://loudwire.com/black-sabbath-13-album-first-impressions/
http://www.craveonline.com/music/reviews/479021-black-sabbath-13-review
**************************************************************************************************
la canzone Black Metal del post


martedì 16 aprile 2013

speriamo in bene

AMATO il consigliere di CRaxi grazie ai nostri " grandi " politici rischia di diventare il nostro presidente ( più basi di così non si può )


CRAXI, SILURO AD AMATO 'E' COLPEVOLE COME ME'

ROMA " - Quando era ancora presidente del Consiglio, Giuliano Amato andò a parlare alla London School of Economics. E ai giornalisti inglesi che gli chiedevano di Tangentopoli rispose così: "Io ritengo che ben poche persone erano al corrente delle cose che stiamo scoprendo adesso...". Quattro anni sono passati, ma Bettino Craxi non ha dimenticato quella frase. Macché, tuona adesso dal suo rifugio di Hammamet: tu lo sapevi benissimo, caro Giuliano, avevi le mani in pasta come me, pagavi le tue campagne elettorali con i soldi del cassiere di Via del Corso e raccoglievi fondi anche per conto tuo. E giù con una scarica di accuse, una requisitoria che evoca anche nel lessico gli ordini di cattura scritti da Di Pietro ("Egli non poteva non sapere..."), una mitragliata contro il suo ex consigliere più fidato, contro l' uomo che una volta, prima di essere travolto dagli eventi, lui stesso designò come il suo successore alla guida del Psi.
Altri tempi. Allora Craxi comandava a Via del Corso e Amato era ben saldo a Palazzo Chigi. Poi è venuta la grande piena di Mani Pulite, che ha spazzato via i socialisti, comprese le ville, le auto blindate e quel sorriso arrogante che nascondeva la certezza di un potere eterno e crescente. E oggi che la bufera è finita, l' ex leader socialista non riesce a mandar giù il fatto che il destino cinico e baro abbia riservato al suo fedelissimo una sorte così diversa dalla sua. Lui, Bettino, costretto a curarsi i suoi mali tra i palmizi tunisini, con un ordine di arresto che pende sulla sua testa, mentre Giuliano non è stato sfiorato da un solo processo, anzi guida solennemente l' Antitrust, con tutti gli onori, la blindata e la scorta, e sta addirittura per mettere il bollo socialista all' "operazione Cosa 2". Poteva, Craxi, lasciare che il fato continuasse su questa strada biforcuta? Figuratevi. Ha aspettato il momento giusto, la vigilia di quel congresso pidiessino dove gli ex avversari delle Botteghe Oscure stenderanno un tappeto rosso per accogliere il compagno Amato, poi ha affidato all' ultima arma che gli è rimasta - il fax - la sua requisitoria contro l' ex Dottor Sottile. Aggiungendo perfidamente che ci sarà un seguito, non finisce mica qui: "Di tutto ciò si può tornare a parlare più nel dettaglio...". Ma vediamo cosa c' è scritto nel suo atto d' accusa. Nella mente di Craxi, il suo ex braccio destro deve aver commesso il reato di usurpazione di potere.
"Giuliano Amato - scrive Craxi - tutto può fare salvo che ergersi a giudice delle presunte malefatte del Psi, di cui egli, al pari di altri dirigenti, porta semmai per intero la sua parte di responsabilità... Il sottoscritto, per le sue responsabilità di segretario, è trattato alla stregua di un gangster e condannato all' ergastolo... Guarda caso, invece, a Giuliano Amato, vicesegretario vicario del Psi, forte delle sue amicizie e altolocate protezioni, non è toccato nulla di nulla. Buon per lui". Poi vengono gli insulti.
Craxi chiama Amato "becchino del Psi", "trasformista", "voltagabbana", e - citando Cossiga - addirittura "una cosa vomitevole", come "tutti i craxiani che sono diventati anti-craxiani". Un uomo, dice, che "si è impancato a sputar sentenze morali". Non può farlo, lo sferza l' ex segretario, proprio lui che con "le cattive abitudini contratte dal Psi, finanziamento illegale in testa, è stato a contatto quotidiano", come "potrebbe risultare in modo inconfutabile". E qui cominciano le accuse, quella che un magistrato definirebbe una chiamata in correità. "Innanzitutto va ricordato che, dopo aver per intero condiviso avventure e disavventure del craxismo di governo, Giuliano Amato si dedicò interamente al partito. Negli anni in cui io mi occupai delle Nazioni Unite, lavorando per lunghi periodi nel mio ufficio al Palazzo di vetro di New York, Amato era vicesegretario vicario ed era impegnato nella gestione del partito. I suoi rapporti personali con l' amministratore Vincenzo Balzamo erano diretti ed eccellenti...". Da questa premessa Craxi fa discendere cinque capi d' accusa. Primo: sapeva tutto. "Egli era perfettamente al corrente della natura complessiva del finanziamento del partito. Era evidente che egli non poteva non sapere". Secondo: prendeva i soldi anche lui. "Di questi finanziamenti egli si è sempre avvalso naturalmente e personalmente per le sue spese di lavoro politico, per le sue campagne elettorali che furono sempre finanziate dal partito, tanto in sede nazionale che in sede locale. Anche in questo caso non credo che il tutto avvenisse tramite assegni e trasferimenti bancari documentati". Terzo: forse si muoveva anche in proprio. "Resta inoltre da considerare se per far fronte alle spese delle sue campagne elettorali, furono organizzate, come pare, anche raccolte di fondi che non rientravano nel controllo dell' amministrazione centrale". Quarto: collaborava. "E' poi certamente toccato a Giuliano Amato di occuparsi di iniziative, strutture e progetti di interesse del partito e che tuttavia comportavano un interessamento diretto, ed incarichi specifici di collaborazione con l' amministrazione del Psi". Quinto: era consenziente. "Non è mai capitato a mia memoria che Giuliano Amato in incontri personali e confidenziali con il segretario del partito avesse esternato le sue perplessità, le sue preoccupazioni e il suo disappunto per il sistema generale su cui si imperniava il finanziamento del partito, parte del quale, come tutti sapevano, era costituito da forme che si concretavano in aperta e risaputa violazione della legge sul finanziamento dei partiti". La requisitoria finisce qui, con l' inquietante accenno a quei "dettagli" di cui "si può tornare a parlare". Amato, che i suoi collaboratori definiscono "addolorato" dalla bordata craxiana, è amareggiato ma non sorpreso. Sapeva da tempo di essere, come gli dicevano i suoi amici, "sotto impeachment craxiano". Già quattro mesi fa aveva ricevuto la prima avvisaglia, leggendo un' intervista in cui Craxi lo accostava a Martelli e a Formica per dire: "Potrei fare una lunga lista di traditori e vigliacchi. C' è perfino chi si impanca a moralizzatore. Parola di Giuda". Conoscendo bene Bettino, Giuliano Amato capì che quello era solo l' inizio. Non si sbagliava.
*******************************************************************************************************************
E AMATO (31 MILA EURO DI PENSIONE AL MESE) DICE AI GIOVANI: VOI AVRETE UNA PENSIONE DA FAME…

L’ultima di Amato. Incontra i giovani e dice loro: “Avrete un vitalizio miserabile, sarete costretti a dormire in auto”. Ci vuole una bella faccia tosta. Perché se i giovani avranno un vitalizio miserabile la colpa di chi è? Forse di chi in questi anni è stato due volte presidente del Consiglio, due volte ministro del Tesoro, una volta ministro dell’Interno, presidente dell’Authority e sottosegretario alla presidenza del Consiglio  fin dai tempi di Craxi. E che,per aver ridotto così il Paese, mentre tagliava e distruggeva le pensioni altrui, si è assicurato un doppio vitalizio per un totale di 31mila euro lordi al mese (22mila euro pensione Inpdap più 9mila euro di vitalizio da ex parlamentare). Se uno così diventa presidente della Repubblica io chiedo asilo politico in Bangladesh.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
http://www.glialtrionline.it/2012/05/16/giuliano-amato-il-socialista-lo-statista-luomo-il-topo/
**********************************************************************************************************************************
eppure qualcosa non torna

lunedì 15 aprile 2013

notizie da internet ( aprile 2013 )

TARES - L'ULTIMO REGALO DI MONTI ? ( con il beneplacido di tutti i grandi partiti )





Che cos’è la TARES

La TARES (Tariffa Rifiuti e Servizi) è un nuovo tributo introdotto dal governo con il decreto legge n. 201 del 2011, quello che Mario Monti definì “salva Italia”. La TARES è entrata in vigore il primo gennaio 2013, anche se la prima rata è stata posticipata e non ancora pagata: consiste in un’imposta che si basa sulla superficie degli immobili. Grazie alla sua riscossione, i comuni dovranno coprire per intero i costi del servizio della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti. Fino all’anno scorso, il prelievo sulla tassa dei rifiuti copriva invece il 70-80 per cento dei costi, compensati dai trasferimenti statali. Con la TARES i comuni dovranno anche pagare i costi di altri servizi, come le spese per l’illuminazione pubblica, per la polizia municipale, per il personale degli uffici amministrativi. Fino all’anno scorso alcuni comuni (circa il 20 per cento del totale) avevano già la possibilità di coprire l’intero costo del servizio tramite la TIA (la tariffa di igiene ambientale).

Chi pagherà la TARES

Proprio la copertura di questa gamma più ampia di servizi ha determinato l’aumento di almeno 30 centesimi al metro quadro (che i comuni possono alzare fino a 40) rispetto alle imposte precedenti. La TARES riguarda tutti quelli che possiedono immobili che producono rifiuti.
La parte eccedente degli incassi dovuta all’aumento sarà incassata interamente dallo Stato: quello che i comuni incassano con l’aumento sarà tolto dai trasferimenti statali. La quota del conguaglio è stato uno dei temi più discussi dal governo insieme ai rappresentanti degli enti locali: secondo le stime di Confcommercio, l’imposta costerà almeno il 60 per cento in più per molte categorie di commercianti, soprattutto per i distributori di benzina (170 per cento in più), per i proprietari di bar (370 per cento in più) e per i ristoratori (550 per cento in più).

Come si calcola la TARES

La TARES ha preso il posto della TARSU (la tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani) e della TIA (la tariffa di igiene ambientale). L’imposta si basa sia sulle dimensioni degli immobili, sia sul numero dei componenti delle famiglie che ci abitano, a scapito, quindi, delle famiglie più numerose. Per calcolare l’ammontare della TARES viene considerato il valore medio di produzione dei rifiuti, che è determinato con alcuni criteri statistici, diversi da famiglia a famiglia e tra le varie imprese. Sulla base di questo indicatore, si calcola poi un coefficiente che viene rapportato all’80 per cento della superficie dell’immobile, stabilendo così il totale da pagare. A questa cifra saranno poi aggiunti almeno 30 centesimi a metro quadro che rappresenteranno l’ammontare finale del conguaglio di fine anno.

Come si paga la TARES

Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Antonio Catricalà, ha confermato oggi, dopo il Consiglio dei Ministri, che il conguaglio si pagherà a dicembre, e non nelle due rate precedenti, che saranno stabilite autonomamente dai comuni. La TARES si pagherà con il sistema MAV, un sistema di pagamento tramite bollettino, che sarà inviato a casa, con il quale pagare negli sportelli (o tramite i servizi Internet delle banche). Discorso diverso per il conguaglio finale che dovrà essere pagato o con un bollettino postale apposito o con il modello F24.
Secondo quanto deciso nell’incontro tra il governo e gli enti locali, il conguaglio di dicembre sarà pagato invece direttamente allo Stato: si calcola che la maggiorazione di almeno 30 centesimi farà incassare allo Stato circa un miliardo di euro.

La TARES e i partiti

Dopo l’approvazione del provvedimento da parte del governo, la TARES sarà discussa dal Parlamento: martedì 9 aprile saranno discusse due mozioni, presentate dal PdL e dal PD, in cui i partiti chiederanno un rinvio integrale della TARES al 2014, diventato improbabile dopo quanto deciso dal Consiglio dei Ministri di oggi. Inoltre, i due partiti avevano chiesto nei giorni scorsi di modificare le modalità di calcolo e i tempi di pagamento della tassa, non specificando però come: è stato criticato soprattutto il conguaglio da pagare a dicembre, quando si dovrà pagare anche il saldo dell’IMU (Imposta Municipale Unica), il conguaglio dell’IRPEF (l’imposta sul reddito delle persone fisiche) e il secondo acconto dell’IRES (l’imposta sul reddito delle società).

le ultime decisioni sulla Tares discusse dal governo


Informativa del Governo sugli interventi adottati in materia di tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (TARES)

Assemblea

Seduta n. 10 del 9 aprile 2013 (pom.) (Resoconto - Adobe PDFPDF)

Interventi:

  1. Sen. GRASSO Pietro (PD) (Presidente Senato)
  2. POLILLO Gianfranco (Sottosegretario di Stato per l' economia e finanze)
  3. Sen. COMPAGNONE Giuseppe (GAL)
  4. Sen. BERGER Hans (Aut (SVP, UV, PATT, UPT) - PSI)
  5. Sen. ARRIGONI Paolo (LN-Aut)
  6. Sen. SUSTA Gianluca (SCpI)
  7. Sen. NUGNES Paola (M5S)
  8. Sen. D'ALI' Antonio (PdL)
  9. Sen. CUOMO Vincenzo (PD)
  10. Sen. URAS Luciano (Misto)

http://www.senato.it/leg/17/BGT/Schede_v3/ProcANL/ProcANLscheda26675.htm
http://www.tares.it/
http://paolaandreoni61.wordpress.com/2013/04/13/tares-prima-rata-a-maggio-maggiorazione-a-dicembre-del-piano-economico-finanziario-richiesto-il-sette-di-gennaio-ancora-nessuna-risposta/
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


Papa Francesco caccia via un cardinale accusato di pedofilia.


Lo ha incontrato nella basilica di Santa Maria Maggiore e ha subito affermato: “Non voglio che frequenti questa basilica“; stiamo parlando del cardinale Bernard Law che è stato accusato di aver coperto tantissimi casi di abuso di preti pedofili..

Nonostante queste pesanti accuse, il cardinale Law divenne arciprete della basilica romana e pur essendo stato informato sui tantissimi abusi, avrebbe deciso di trasferire i preti in altre parrocchie ma pur sempre a contatto con altri ragazzi.

Proprio per questo motivo Papa Francesco avrebbe scelto di esiliare Bernard Law in clausura..
*************************************************************************************************
Franco Fiorito, ex capogruppo del PDL Regione Lazio, torna in libertà.

ROMA - Franco Fiorito, ex capogruppo del PDL e ritenuto colpevole di peculato per essersi appropriato di 1 milione e 400mila euro, potrà tornare in libertà…

La richiesta, inoltrata dagli avvocati Carlo Taormina ed Enrico Pavia, è stata accolta positivamente da dal Gip Rosalba Liso che ha deciso di sbloccare gli arresti domiciliari a cui era stato condannato Fiorito dal 27 dicembre.

I soldi, che erano destinati al gruppo del Partito delle Libertà, erano finiti su diversi conti correnti esteri e la Procura ha provveduto a pignorare auto di lusso e case intestate a Fiorito.
***************************************************************************************************************
LITIZZETTO SHOW 14 APRILE 2013 


Crozza Show


*****************************************************************************************************
immagini dal web ******   immagini dal web ******   immagini dal web ******   immagini dal web ******