mercoledì 2 ottobre 2013

l'uomo e la donna geograficamente parlando

GEOGRAFIA DELLA DONNA.

Tra 18 e 20 anni la donna e' come l'Africa o l'Australia, mezza scoperta,mezza selvaggia, naturalmente stupenda.

Tra 20 e 30 anni e' come l'America o il Giappone, completamente scoperta, bella sviluppata e aperta al commercio specialmente con chi possiede carte di credito e macchine.

Tra 30 e 35 anni e' come la Spagna o l'India, molto calda, rilassata e convinta della sua bellezza.

Tra 35 e 40 anni e' come la Francia o l'Argentina, e' stata mezza distrutta durante la guerra ma sempre piacevole da visitare.

Tra 40 e 50 anni e' come l'Iraq o la Yugoslavia, ha perso la Guerra ed e' afflitta dagli errori passati. Una decisa ricostruzione e' necessaria.

Tra 50 e 60 anni e' come la Russia o il Canada, molto aperta, tranquilla,con i suoi bordi praticamente non controllati ma il suo clima freddo tiene la gente lontana da lei.

Tra 60 e 70 anni e' come l'Inghilterra o la Mongolia, con un passato glorioso ma purtroppo senza futuro.

Dopo i 70 anni diventa come l' Albania o l'Afghanistan, tutti sanno dov'e' ma nessuno ci vuole andare.


 GEOGRAFIA DELL'UOMO.

Tra 15 e 70 anni l'uomo e' come l'Italia, governato dai coglioni. dopo se ancora non è morto va in pensione e diventa mezzo rincoglionito tanto che vorrebbe ritornare a quando aveva 15 anni