lunedì 14 ottobre 2013

E FATTELA UNA CANTATA ***** E FATTELA UNA CANTATA ! ***** E FATTELA UNA CANTATA !

 rubrica che fornisce il necessario per farsi una cantata in proprio , fare una bella cantata liberatoria ogni tanto distende il sistema nervoso , in questo caso poi esegue anche un test veloce sulla vista, sulle capacita di lettura , sull 'udito ( se qualcuno dall' appartamento di fronte vi bussa urlandovi " e basta !!! " vuol dire che siete o sordo o mezzo umbriaco ) il test si puo' eseguire anche in 2 o piu' persone in tal caso fornisce ulteriori test quali la capacita' di   sincronizzazione col prossimo , etc etc - 

rubrica a cura di I.O. 

n.b. si consiglia , se presente, di stoppare il player che esegue la canzone in automatico in qualche post di questa pagina che così vi concentrerete meglio, questo se avete aperto l'intera pagina del blog, sennò continuate pure e fate finta che sto consiglio non ci sia 
********************************************************************************************************************************** 

la canzone di stavolta è una celebre romanza Napoletana il suo titolo è:  GUAPPERIA

la difficoltà maggiore sta nel pronunciare esattamente le parole e con la giusta cadenza,  nel rispettarne la  metrica e nell'uso del tono giusto da dare a seconda delle parole dette, quindi iniziamo col leggerne il testo che già lì  i più si fermeranno magari abbandonando la pur piccola sfida da subito

Scetáteve, guagliune 'e malavita
ca è 'ntussecosa assaje 'sta serenata:
Io song 'o 'nnammurato 'e Margarita
Ch'è 'a femmena cchiù bella d''a 'Nfrascata!

Ll'aggio purtato 'o capo cuncertino,
p''o sfizio 'e mme fá sèntere 'e cantá
Mm'aggio bevuto nu bicchiere 'e vino
pecché, stanotte, 'a voglio 'ntussecá

Scetáteve guagliune 'e malavita!

E' accumparuta 'a luna a ll'intrasatto,
pe' lle dá 'o sfizio 'e mme vedé distrutto
Pe' chello che 'sta fémmena mm'ha fatto,
vurría ch''a luna se vestesse 'e lutto!

Quanno se ne venette â parta mia,
ero 'o cchiù guappo 'e vascio â Sanitá
Mo, ch'aggio perzo tutt''a guapparía,
cacciatemmenne 'a rint''a suggitá!

Scetáteve guagliune 'e malavita!

Sunate, giuvinò', vuttàte 'e mmane,
nun v'abbelite, ca stó' buono 'e voce!
I' mme fido 'e cantá fino a dimane
e metto 'ncroce a chi...mm'ha miso 'ncroce

Pecché nun va cchiù a tiempo 'o mandulino?
Pecché 'a chitarra nun se fa sentí?
Ma comme? chiagne tutt''o cuncertino,
addó' ch'avess''a chiagnere sul'i'
******************************************************************************
quindi ascoltiamo une belle po di versioni fatte da svariati artisti della musica leggera e non 

Claudio Villa



MARIO MEROLA



Massimo Ranieri



Roberto Murolo



RENZO ARBORE e L'ORCHESTRA ITALIANA



SERGIO BRUNI



Tito Schipa



Franco Califano



mandolini napoletani



Renato Carosone



FRANCO CORELLI



Aurelio Fierro



José Carreras



Gallo Nunzio



MINA


e da ultimo ascoltiamo la tua versione,  nel senso che è arrivato il momento, la devi cantare te che leggi sopra la base scelta tra quelle proposte poco sotto
 )



se hai seguito tutti i passi e ti sei impegnato/a veramente  dovresti perlomeno averne fatto una versione decente, se poi non sei negato/a ,ma al contrario magari sei portato/a per il canto e con tutto quanto lo circonda magari ne hai eseguito/a una versione memorabile, in tutti e  2 i casi perché non registrarne un video e poi postarlo su uno dei vari canali appositi ? ( youtube, Daily motion etc ) la risposta la puoi dare solo te che ti sei messo a cantarla noi la sapremo solo vivendo ( e magari nel frattempo cercandola su internet )
************************************************************************************************************************************
per saperne di più ...

Guapparia è una canzone del 1914 scritta da Libero Bovio (Napoli, 8 giugno 1883 - 26 maggio 1942) e musicata da Rodolfo Falvo (Napoli, 7 luglio 1873 – 4 dicembre 1937). Oggigiorno è annoverata tra i classici napoletani divenuti immortali celebri in tutto il mondo.

fonte e proseguimento
http://www.bibliocamorra.altervista.org/index.php?option=com_content&view=article&id=244:guapparia&catid=48:biblioteca-musicale&Itemid=92

http://www.radio.rai.it/canzonenapoletana/search_audio.cfm?Q_TITOLO=GUAPPARIA&Q_ESECUTORE=&Q_AUTORE=&Q_KEYWORD=

guapperia - il significato della parola o modo di dire

n.f. [pl. -e] ( merid.) 

1 ( st.) il primitivo codice d’onore che, in origine, regolava la camorra 


2 gruppo, consorteria di guappi | azione da guappo. 
Accolta di guappi Bravata; sfrontatezza, arroganza.
****************************************************************************************

alla prossima .........