domenica 9 dicembre 2012

MARIO MONTI fa un regalo di NATALE agli ITALIANI

BABBO NATALE QUEST'ANNO è PASSATO PRIMA REGALANDO AGLI ITALIANI TUTTI LE DIMISSIONI DI MONTI E DEI SUOI TECNICI ( del cavolo )

pensieri in ordine sparso  a cura di Er Trucido


MONTI si dimette?, bene ,, era l' ora , faceva parte di un anomalia tutta ITALIANA per cui si votava qualcuno,  ( bene o male è un'altro par di maniche ), ci si schierava pro o contro i vincitori delle elezioni ( in molti casi contro sia vincitori che vinti ) e poi d'un tratto ci si ritrovava governati da un perfetto sconosciuto, almeno politicamente, che alla faccia di tutti i discorsi fatti per quanto riguarda la possibilità di rendere ai cittadini elettori   la possibilità di eleggere un nome vero e proprio evitando così agli stessi di ritrovarsi al potere uomini a lui estranei che magari non avrebbe mai votato,
il bello è che3 il MONTI li avrebbe governati tra l' altro con poteri super partes, in quanto supportato dai 2 grandi partiti responsabili coi loro " muro contro muro " dello stallo  del' intero paese

con questa forza in mano MONTI poteva fare tante cose anche se in poco tempo , cosa ha allora  pensato il genio essere primario in quanto ad attuazione rispetto ai molti problemi in campo ?

dare ossigeno al mondo del lavoro attraverso mosse magari già previste ma non attuate per blocchi dovuti ai partiti ?,
regolare finalmente la politica e tutti gli sprechi annessi ?

macché come prima mossa ha messo accise e tasse aumentando il carico fiscale dopo di che col bene placido dei partiti che fino a poco prima non lo permettevano per una maniera o per l'altra fatto la manovra delle pensioni grazie alla quali un cittadino ITALIANO andrà in media in pensione a 65 anni se gli va bene ma più credibilmente a 70 anni e con un importo che fa gridare vendetta a da tutti i pori considerando quanto dato dagli stessi in 42 anni di duro lavoro
senza ora riprendere i discorsi già fatti sulle scelte fatte dai tecnici attraverso le quali salvare e riammodernare ( secondo loro ) il nostro paese  possiamo andare a vedere i loro effetti almeno quelli aggiornati ad oggi

nessunissima ripresa ed in nessun campo anzi ,,, un 'impoverimento della parte sociale più povera del paese e un quasi cancellamento della classe media che s'è vista catapultare verso la povertà con una velocità non prevista
nessuna misura reale rivolta ad un acceleramento della ripresa del mercato del lavoro sia esso privato ma sopratutto pubblico
promesse d'equità non mantenute anzi mai applicate, ogni manovra , manovretta, tentativo era sempre rivolto ad una riduzioni di diritti o benefici, la mano pesante veniva usata quando si colpiva verso il basso verso quel popolo speranzoso che s'aspettava finalmente di ricevere qualcosa in più o almeno una qualche soluzione che gli permettesse di rimettersi nella giusta carreggiata, questo in contrapposizione alla ritrosia se non alla rinuncia di colpire i potenti, le lobby , coloro che facevano la voce grossa, che minacciavano, che si facevano valere e contro cui non era possibile mandare contro le forze dell' ordine cosi com'è stato fatto  invece nei casi di protesta fatti da inermi cittadini esasperati da una continua politica che vede nei tagli e nelle tasse l e uniche mosse possibili
una grande esagerata lungimiranza rivolta al mondo bancario con un regalo importante che alla lunga vedremo che affetti causerà, ovvero il pagamento delle pensioni etc pubbliche sopra un certo importo solo tramite banca , ma anche l' obbligo di dover pagare tramite banca ogni importo superiore ai mille euro
le banche poi erano già state agevolate dalla BCE ricevendo denaro ad interessi risibili , denaro che poi usavano per se stesse o ridavano ad interessi ben maggiori guadagnando da subito senza realmente fare quasi nulla; il bello sarebbe sapere in origine di chi è quel denaro che la BCE ha dato alle banche e non al cittadino e se in un sistema finanziario pensato in cotal maniera il   cittadino è visto come soggetto su cui lucrare o cosa ?. .............................

.... ci si domanda come mai il MONTI non ha cercato di risolvere il problema che EQUITALIA indubbiamente ha creato , poteva ridurne i poteri o semplicemente far ridurre i tassi d'interesse rendendoli più affrontabili sa un cittadino evidentemente in difficoltà

..... ci si domanda come mai MONTI e i suoi tecnici non hanno rifatto gli studi di settore aggiornati ai tempi che stiamo vivendo per quanto riguarda gli incassi minimi delle innumerevoli aziende etc che la crisi la vivono davvero e che pur incassando molto meno devono pagare le tasse come se la crisi non esistesse , forse perché lo stato vede solo quel che gli torna o perché alla fine nella visioni di MONTI e  dei suoi tecnici gli unici tagli che si devono fare sono quelli alle uscite e non ne sono previsti alle entrate fossero anche esse ingiuste ? ..............

MONTI faceva e fa parte di quel mondo finanziario che alla crisi ci ha portato e non si capisce come si poteva credere che avrebbe risolto i problemi effettivamente esistenti senza fare ciò che un tecnico chiaramente impostato in una ben delineata direzione  come lui avrebbe pensato di fare

da bravi e diligenti tecnici abili coi numeri ma meno, molto meno, con la saggezza  necessaria attraverso la quale bilanciare in maniera certosina e valutare costantemente  ogni misura da attuare onde non andare a colpire in maniera ingiusta e non sostenibile alcune parti sociali ( indovinate quali ? .......  ) i tecnici di  MONTI hanno fatto quanto sapevano fare cioè i conti è quindi sottrazioni, divisioni, hanno poi fatto tutta una serie di tentativi da aggiustare in corsa che però non hanno trovato grande seguito .........
altro ci sarebbe da scrivere ma ora è tempo di mangiar qualcosa e poi di scaricare il corpo dai detriti accumulati quindi.. stop e alla prossima



ecco a chi diremo ADDIO ....


http://attualita.tuttogratis.it/politica/governo-monti-ministri-presentati-al-presidente-della-repubblica/P123787/
********************************************************************************************
curiosità
PROSSIMAMENTE QUI!!!!     PROSSIMAMENTE QUI!!!!     PROSSIMAMENTE QUI!!!!     

RITORNA IL CIRCO DELLA POLITICA

Dopo le dimissioni di MOnti e dei suoi tecnici avremo a breve il ritorno del circo della politica, già pronti ad entrare in scena i soliti protagonisti, si segnala una gran abbondanza di PAGLIACCI e comici vari, non mancano i prestigiatori, i trapezisti, i giocolieri etc, l' unica figura mancante, almeno per ora, è quella delle persone competenti e serie ma serie e competenti davvero che dirighino e controllino il tutto senza lasciare il palcoscenico nelle mani dei soliti furbetti che tutto hanno in testa fuorché il bene del proprio paese

un primo intervento proveniente da parte politica è stato il seguente

" teniamo a chiarire noi non siamo un circo ma bensì un TEATRINO !,..  CHE SI SAPPIA!... e si valutino di conseguenza le giuste parole da usare "

un altro intervento è pervenuto dal mondo circense che ci tiene a fare sapere che:

! noi CIRCENSI ci teniamo a far sapere che non abbiamo e non vogliamo aver nulla a che fare col mondo politico specialmente quello sporco e menzognero degli ultimi tempi, noi lavoriamo davvero ogni giorno in maniera instancabile e quando rischiamo qualcosa la rischiamo sulla nostra pelle e non su quella degli altri, ogni giorno paghiamo di tasca nostra le nostre esigenze e andiamo in vacanza solo se le nostre finanze ce lo permettono sennò lavoriamo tutto l'anno , non potremo e neanche vorremo mai infilare le mani nelle tasche degli ITALIANI in maniera ladresca , preferiamo ottenerlo in maniera onesta lavorando e offrendo un prodotto, il nostro spettacolo, nella migliore maniera possibile, prendiamo quindi le giuste distanze da un sistema di vita , quello dei politici, che ultimamente ha solo rubato , in alcuni casi , denaro s noi ITALIANI tutti m e più in generale ha condotto la nostra patria in una crisi debitoria che ha in se dell' allucinante "