lunedì 22 ottobre 2012

MAGAZINE n° - a chi ? ??? Ottobre 2012

MAGAZINE N°: ??? dico.io-che-macchia--c'è-proprio.dove.c'era.il.numero-.-delnumero!. .-.-copreancheiltitolodellatestata.-.o.come-.sarà.;.succcsso?^un**saràmia-una.cosa:-_studiata .-a,.,.,tavolino?-----bha!.io-me-.ne.-infischio.-e-tiroavanti!!!

magazine è la copia digitale dell' omonimo magazine cartaceo fatto aggregando notizie e paginate ( parziali o intere ) proveniente dalle piu' disparate fonti cio' per risparmiare al massimo le spese vive ; il magazine cartaceo è introvabile quello digitale ogni tanto compare qui o altrove
**************************************************************************************************

costruire case esenti da I.M.U. ( per ora e finché dura  )

costruire case esenti da I.M.U. è possibile basta costruirle sugli alberi e farle di tipo smontabile che lo stato sennò dopo un pò inventerebbe chissà cosa per farvi pagare lo stesso qualcosa eccone sotto un esempio
bella no ? per ora il gabinetto è esterno e si trova dietro uno dei tanti albero , prossimamente è previsto un modello di " casa da albero " con tutti i servizi possibili ad un costo però leggermente superiore
******************************************************************************************
PROVINCE CHE VANNO E PROVINCE CHE RESTANO ECCO LA MAPPA FUTURA ( tranne ripensamenti )
questa la lista delle 50 province che rimarranno, di quelle che verranno accorpate non si sa ancora come verranno chiamate e con quale criterio sopra detto nome verrà scelto

http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/1104063/Al-via-il-taglio-delle-Province--Ecco-come-cambia-la-geografia-d-Italia.html
http://qn.quotidiano.net/politica/2012/10/22/790583-province-accorpate-taglio-36-statuto-speciale.shtml
http://www.fanpage.it/taglio-delle-province-36-soppresse-e-dal-2013-tutte-commissariate/
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
l' 11 NOVEMBRE è  SAN MARTINO ma anche la festa dei CORNUTI che anche quest'anno festeggeranno solennemente  la loro festa mostrando con orgoglio le loro corna magari sempre più grandi

i CORNUTI in ITALIA e nel mondo son sempre di più , hanno le età più varie e tutti i sessi disponibili compresi gli ultimi trend, in occasioni della loro desta stì cornuti intendono festeggiare in maniera esagerata così in tutta ITALIA sono frementi i preparativi per una festa che si preannuncia già sin d'ora MEMORABILE così al grido  di " cornuti ma felici e contenti " il richiamo ai CORNUTI d'ITALIA è già partito invitando ad intervenire alle verie feste tutti i cornuti sia storici che dell' ultim'ora , per chi ancora cornuto non è se vuole diventarlo bisogna si affretti perché il tempo rimanente porima che la festa abbia inizio è quasi finito quindi coraggio datevi da fare ... diventate ,embri di questo club aperto a tutti , diventate cornuti e ricordate essere cornuti non è un modo di dire ma una scelta di vita

*******************************************************************************************
notizie flash !!!! ****   notizie flash !!!! ****   notizie flash !!!! ****   notizie flash !!!! ****   notizie flash !!!! ****  

le astuzie del premier MONTI

Monti rassicura: mancano pochi mesi alla ripresa aggiungendo poi a mezza voce e mangiandosi le parole " e qualche annetto ... " meno male nessuno lo sente e tutti capiscono solo la prima parte quella detta con voce pacata e stentorea così scatta l'applauso che altrimenti sarebbe stato un unico lungo fischio di disapprovazione
*************************************************************************************
Berlusconi non si ricandida

troppi festini già programmati e non più rimandabili non me ne lasciano il tempo! ma però partecipero alla vita politica tra un festino e l'altro perché io alla politica ci tengo specialmente quando ho un processo in corso .....
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
MARONI e le pulizie

dopo la pulizia nella LEGA ora tocca pulire i gabinetti  d'ITALIA poi si passerà alla pulizia etnica credevo di dover fare il politico non il netturbino
***********************************************************************************
DRAGHI  e MERKEL

la crisi dovrebbe passare a breve solo che non abbiamo trovato l'orario esatto e quindi non sappiamo esattamente quando comunque a breve significa che sicuramente non passeranno cent'anni sennò che breve sarebbe ?
**********************************************************************************
pozzi naturali nella terra profondi un casino

il pianeta Terra si sa è pieno di buchi, alcuni fori naturali creatisi al momento stesso della conformazione basica di certe parti del mondo stesso, altri creati dal' acqua o da altri agenti atmosferici quali frane, distaccamenti etc
tralasciando i fori,pozzi o buchi artificiali creati dal' uomo nelle sue perforazioni alla ricerca di beni naturali da sfruttare quali gas, petrolio etc alcuni di questi buchi ( o pozzi ) risultano essere molto profondi in questo articolo ne analizzeremo alcuni e precisamente quelli ITALIANI

Il pozzo del Merro 

TIVOLI - È profondo 392 metri il Pozzo del Merro, il sinkhole più lungo del mondo, una cavità carsica con un diametro di una ventina di metri nelle campagne di Sant' Angelo Romano, a 30 chilometri dalla capitale. Il fondo è stato toccato oggi pomeriggio da uno speciale robot, Prometeo, durante l'ultima campagna di ricerca portata avanti dal comando provinciale dei vigili del fuoco, l' assessorato all' ambiente della Provincia di Roma e il dipartimento di scienze geologiche dell' Università Roma III.
Due anni fa, in seguito ad una ricerca dell'Università La Sapienza, durante la quale si era arrivati a 310 metri di profondità, il Pozzo del Merro era già stato catalogato il più profondo del mondo. Lo segue la cavità Zacaton, in Messico, con 300 metri. «Possiamo affermare con ragionevole certezza di aver raggiunto il fondo ha spiegato Carlo Rosa, comandante del nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco di Roma . Prometeo, lo speciale robot, in dotazione ai colleghi di Milano, che tra l'altro hanno collaborato con noi in questa ricerca scientifica, ha esplorato alla perfezione la base larga tra i 10 e i 20 metri. Di lato poi si apre un altro ambiente».
Il primo ad impegnarsi nello studio del pozzo è stato uno studente universitario, Giorgio Caramanna, che ha riservato all' argomento la sua tesi di laurea, coinvolgendo nello studio Paolo Bono, docente di idrogeologia del dipartimento di scienza della Terra della Sapienza.
**********************************************************************************
Scoperto abisso record sul monte Canin, è la settima cavità più profonda del mondo

L'abisso Firn (Photo www.grottacontinua.org)
L'abisso Firn (Photo www.grottacontinua.orgRESIA, Udine — E’ il pozzo più profondo d’Italia, il settimo addirittura su scala mondiale. L’abisso si chiama Firn ed è stato scoperto poche settimane fa in modo del tutto fortuito a quota 2300 metri sul monte Canin, all’interno del Parco delle Prealpi Giulie: attualmente la grotta è ancora in fase di esplorazione da parte di un gruppo speleologico triestino che ha potuto stabilire al momento lo sviluppo della verticale, un record di 495 metri. La grotta scende fino a – 660 metri di profondità, si apre proprio sul ghiacciaio e per questo è esplorabile solo per pochi mesi all’anno.
La scoperta è avvenuta durante gli studi del progetto Criosfera nell’area del Canin, all’interno del Parco naturale delle Prealpi Giulie. Nel corso dei sondaggi glaciologici in atto sui ghiacciai del Canin, la cima friulana al confine tra la provincia di Udine e la Slovenia, Renato Colucci dell’Università di Trieste, responsabile della ricerca volta alla caratterizzazione climatica della criosfera del monte Canin, assieme a Michele Potleca, geologo e speleologo triestino del gruppo Grotta Continua Trieste, hanno casualmente scoperto l’ingresso di un abisso carsico, esplorando una cavità tra ghiaccio e roccia apparsa al di sotto del ghiacciaio orientale del Canin, sotto la Sella Ursich.
L’abisso è attualmente in fase di esplorazione da parte del gruppo speleologico Grotta Continua Trieste. Tra fine agosto e fine settembre gli speleologi hanno effettuato diverse discese nella cavità di cui hanno raggiunto, al momento, la profondità di circa – 660 metri. La grotta continua ancora e resta da esplorare, un lavoro che, data la posizione sul ghiacciaio e la quota, proseguirà probabilmente l’anno prossimo. La misura da record però è quella del pozzo d’accesso, che da un punto di vista speleologico si considera come verticale unica, priva di interruzioni che impediscano il passaggio: il pozzo infatti si sviluppa per 495 metri, una misura che fa di lui il settimo al mondo per profondità e il primo in Italia.
Firn (Photo www.grottacontinua.org)
Firn (Photo www.grottacontinua.org)
Le classifica delle cavità più profonde al mondo infatti, vede al primo posto la Vrtoglavica, in Slovenia, che scende fino a 603 metri, la seconda, Patkov gust, è in Croazia, e scende 553 metri, la terza in Cina, Da Keng, profonda 519 metri. La quarta e la quinta sono ancora in Croazia – Lukina jama, di 516 metri e Velebita di 513, e anche la sesta rimane in zona, visto che è Brezno pod velbom, di 501 metri, in Slovenia. Fino a ieri la settima cavità del mondo era quella cinese di Miao Keng, di 491 metri, ormai superata dai 495 metri di Firn.
Fino ad oggi il nostro Paese compariva nella classifica delle cavità verticali più profonde del mondo al 12esimo posto, con l’Abisso di Monte Novegno, situato sull’Altopiano di Asiago. L’ingresso, scoperto nel 2007, si trova a 1470 metri di quota e scende 418 metri.
Gli speleologi del gruppo Grotta Continua hanno deciso di dedicare il pozzo dei record alla memoria di Fabio Scabar, speleologo e alpinista scomparso l’anno scorso travolto da una valanga durante una gita scialpinistica in Austria.
 info: www.grottacontinua.org
**************************************************************************************************************************************************************
rubare : un mestiere non adatto a tutti

a parte i politici che rubano da sempre esistono anche numerosi ladri che rubano per professione e non come secondo lavoro, fare il ladro di professione però non è un lavoro facile  e spesso chi non lo è in maniera professionale incappa in strane situazioni vediamone alcune ( 2 )

1) Tentano furto in negozio: ma c’è la convention delle guardie giurate

Un uomo, David Goodhall, assieme a due donne aveva tentato di sottrarre delle tende da un negozio di prodotti nella casa. I tre speravano di riuscire a sottrarre la merce senza attirare l’attenzione, ma le cose sono andate ben diversamente.

Infatti, i tre ladri (non certo fortunati) ignoravano che nel negozio si stava tenendo un momento di una convention di guardie giurate, che stavano condividendo “sul campo” le ultime metodologie in fatto di anti-taccheggio. Dire che nel negozio c’erano più guardie giurate in borghese che veri clienti non è assolutamente un’esagerazione: più di qualcuna di delle guardie partecipanti al convegno ha notato i tre, che sono stati subito fermati e denunciati per il furto.

Il fatto è accaduto nel South Yorkshire, nel Regno Unito.
****************************************************************************************************************************************************
2 ) Cliente terrorizzata ruba per sbaglio l’auto dei rapinatori

Una donna di Houston si è trovata nel bel mezzo di una rapina in banca, in una filiale della Chase Bank nell’est della città. La donna, di nome Blanca e madre di quattro figli, completamente terrorizzata, è fuggita dalla banca ed è salita su un’auto che era fuori dalla banca con il motore acceso: è salita su ed è corsa per un paio di chilometri, fino a raggiungere un negozio nelle vicinanze dove ha chiesto aiuto.


“Quando è entrato il rapinatore ho pensato ‘devo andare via di qui, mi sparerà’. Mi sono accucciata e ho raggiunto la porta, l’ho aperta e sono corsa fuori, poi sono salita sulla prima auto che ho visto”.

Il fatto è che l’auto su cui è salita Blanca non era un’auto qualsiasi, ma era l’auto del rapinatore, che quando ha finito la rapina ha avuto la sorpresa di uscire e trovarsi appiedato. Il rapinatore però è riuscito lo stesso a darsi alla fuga, bloccando un’auto di passaggio e facendosela consegnare dal guidatore, sotto la minaccia della pistola. Fortunatamente non ci sono stati feriti.
******************************************************************************************************************************************************