venerdì 22 giugno 2012



RITORNO ALLE ORIGINI : come farsi un ACCIARINO per accendere IL FUOCO

oggi accendersi un fuoco è alla portata di tutti talmente tanti sono i mezzi disponibili, ma una volta quando non c'erano neanche i fiammiferi e tanto meno accendini etc come si faceva ad accendere un fuoco o altro ?

tralasciando i metodi preistorici fin dal' epoca dei Romani l' uomo aveva inventato un accessorio atto al' uopo il nome di tale accessorio era ed è acciarino, esso era semplicemente un pezzo di ferro lavorato ,forgiato e temprato solo parzialmente ed in maniera apposita nella sola parte destinata al' uso a cui l'acciarino era dedicato ; ha corredo  dell' acciarino vi era una roccia dura tipo selce, quarzite. quarzo diaspro, porfidi, graniti  etc e un esca composta da erbe secche , cotone, lino o canapa carbonizzata, funghi essiccati ( eccellenti quelli di pioppo )  magari arricchiti con salnitro o olio di canapa et similari etc

il kit era alla portata di tutti e il suo uso era facilissimo , praticamente si sfregava l' acciarino sulla pietra dura dove era appoggiata anche l'esca .l'acciaio così sfregato rilasciava delle scintille che andavano ad incendiare l'esca , bastava quindi soffiarci delicatamente per allargare la brace dell' esca quindi aggiungerla alle foglie e rametti secchi nel caso di un fuoco o ad altri oggetti adatti al' uso  finale a cui s'era pensato ( accensione pipa od altro )

- oggi è molto facile farsi un acciarino partendo semplicemente da una barretta di acciaio c70 o superiore esso sfregato su una qualsiasi roccia dura e ruvida produrrà scintille senza sforzo,a questo proposito chiedo ad esempio chi , magari da piccolo, non ha sfregato pezzi di molle di alcuni giocattoli rotti contro il muro per vedere le scintille che lo sfregamento produceva ? , non so voi ma io lo facevo spesso anche se non ci accendevo fuochi o altro e voi ?m bene quel pezzo di molla se ci pemsate bene era un ottimo acciarino che se abbinato ad un " esca " giusta l' avrebbe facilmente accesa
**************************************************************************************
FAI DA TE 


per auto costruirsi un acciarino alla fine occorrono una barretta di ferro , meglio se di acciaio c70 ( minimo ) che partendo dal ferro il tutto si complica, una forgia, dell' acqua o olio, un martello, un incudine e voglia di lavorare + tempo a disposizione , per la lavorazione vi rimando ai video presi da youtube, che come rende l 'idea vedere una cosa fatta sotto i propri occhi non la rende nient' altro.


se vi applicherete in poco tempo riuscirete a produrre acciarini in tutto e per tutto uguali a quelli in uso fino a poco tempo fa, se poi vorrete potrete abbellirli con parti di altro materiale tipo rame , ottone etc nella parte posteriore quella cioè che usando l' acciarino andremo ad agguantare
*************************************************************************************
galleria fotografica









------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
tracce da internet ********* stralci di discussioni in tema rintracciati su internet ***** cosa ne dicono sul web 

...... ci serve un buon acciaio temprabile tipo C70 oppure un pezzo di una vecchia lima.


....... è meglio un C70 o una vecchia lima che dovrebbe essere un C90 o C100. l'acciaio al carbonio si tempra a una temperatura di circa 850° che corrispondono ad un colore rosso ciliegia vivo.
il giallo è per gli acciai inox che è oltre i 1000°


..... Io per i miei uso del C70 che va benissimo, lo porto al colore giallo e tempro solo la parte interessata, quindi immergendolo di 1 cm circa nell'olio dalla parte che si userà per produrre le scintille, senza rinvenimento.
Ho notato che temprandolo completamente si rompeva molto facilmente.


Una volta temprato carteggio appena la superficie che dovrà fare scintille così da togliere il nero superficiale che di scintille ne fa fare poche.
************************************************************************************

Miglior risposta - Scelta dai votanti ( da yahoo answer )

Bella domanda, ti risponderò in duplice veste, sia come appassionato del settore, sia dal punto di vista professionale.
Tutto l'insieme è formato da 3 importantissimi elementi:
- pietra dura (tipicamente "selce")
- acciarino
- esca d'accensione.
Il funzionamento è molto semplice: si sfrega la pietra contro la superfice dell'acciarino in modo da generare intense e generose scintille, tali da accendere l'esca. Senza entrare nei dettagli della preparazione dell'esca (anch'essa molto importante), il cuore di tutto l'insieme è appunto l'acciarino e contrariamente a quanto si possa credere, le scintille sono generate dall'acciaio e non dalla pietra.
Il funzionamento dell'acciarino non è così ovvio, lo sfregamento della pierta dura contro l'acciarino genera temperature sufficienti da fondere piccolissime particelle di acciaio le quali bruceranno in presenza d'ossigeno, trasformandosi in ossido di ferro e dando luogo alla "scintilla". Occorre perciò che la superfice dell'acciaio sia particolarmente dura, altrimenti non è possibile raggiungere temperature elevate e tali da generare scintille.
L'acciaio è una lega ferro-carbonio e la sua durezza superficiale è conferita dalla "tempra", ovvero si porta l'acciaio all'incandescenza (più precisamente alla temperatura di tempra) e lo si raffredda violentemente in acqua oppure olio in modo da cristallizzare il reticolo atomico nella forma "martensitica". La martensite è estremamente dura ed è ciò che ci occorre per realizzare un acciarino.
Senza scomodare gli acciai "martensitici", possiamo partire da un acciaio da bonifica particolarmente ricco di carbonio (es. un C70 o un C90), lo lavoriamo fino alla forma desiderata (in rete ci sono tantissime foto), lo portiamo alla temperatura di tempra con una forgia o con un cannello (colorazione "rosso ciliegia") e successivamente lo raffreddiamo violentemente in acqua. Se la tempra è stata eseguita bene dovremo ottenere uno strato martensitico di spessore di poco inferiore ad 1 mm con durezza superficiale di circa 800 Vickers; tale durezza è sufficiente per generare scintille adatte allo scopo prefissato.
*****************************************************************************************
materiale youtube




link utili

http://www.funsci.com/fun3_it/fuoco/fuoco.htm
http://www.riproduzionistoriche.com/riproduzioni/miscellanea.html
http://it.wikipedia.org/wiki/Acciarino_da_tasca
http://www.missione-avventura.it/ManualeForum/tabid/637/forumid/115/postid/176/scope/posts/Default.aspx
-------------------------------------------------