mercoledì 21 marzo 2012

Domande ai processi ( c'è avvocato e avvocato ) v2


cernita di alcune domande REALMENTE chieste da avvocati a testimoni durante lo svolgimento di processi.


r) Avvocato: "La sua presenza qui questa mattina e' dovuta alla notifica di deposizione che ho recapitato al suo avvocato?". Teste: "No, cosi' e' come mi vesto quando vado a lavorare".

s) Avvocato: "Dottore, quante autopsie ha eseguito su persone morte?". Teste: "Tutte le mie autopsie sono eseguite su persone morte!"

t) Avvocato: "Tutte le tue risposte devono essere orali, OK? Che scuola frequenti?". Teste: "Orali"

u) Avvocato: "Si ricorda l'ora in cui ha esaminato il corpo?". Teste: "L'autopsia e' iniziata attorno alle 20:30". Avvocato: "E il signor Dennington era morto?". Teste: "No, era sdraiato sul tavolo desideroso di sapere perche' gli stavo facendo un'autopsia!"

v) Avvocato: "Puo' fornirci un campione di urina?". Teste: "Lo posso fare sin da quando ero piccolo!"

z) Avvocato: "Dottore, prima di eseguire l'autopsia, ha controllato la presenza del battito cardiaco?". Teste: "No". Avvocato: "Allora ha controllato la pressione del sangue?". Teste: "No". Avvocato: "Ha controllato se respirava?". Teste: "No". Avvocato: "Allora e' possibile che il paziente fosse vivo quando ha cominciato l'autopsia?". Teste: "No". Avvocato: "Come puo' esserne cosi' sicuro, dottore?". Teste: "Perche' il suo cervello era in un contenitore sulla mia scrivania". Avvocato: "Ma e' tuttavia possibile che il paziente possa essere stato ancora vivo?". Teste: "Si', e' possibile che fosse vivo e che stesse facendo l'avvocato da qualche parte!".

z1) Avvocato: "Cosa avvenne poi?". Testimone: "Lui mi disse: 'Devo ucciderti perche' mi puoi identificare'. ". "E la uccise?". "No".