sabato 10 settembre 2011

una canzone ogni tanto


E lucevan le stelle- una romanza per tenore dalla Tosca di Giacomo Puccini.

http://it.wikipedia.org/wiki/E_lucevan_le_stelle

E lucean le stelle...
e olezzava la terra...
stridea l'uscio dell'orto...
e un passo sfiorava la rena.
Entrava ella, fragrante,
mi cadea fra le braccia.
Oh dolci baci, o languide carezze,
mentr'io fremente
le belle forme disciogliea dai veli!
Svanì per sempre
il sogno mio d'amore...
L'ora è fuggita,
e muoio disperato...
e muoio disperato...
E non ho amato mai tanto la vita!
Tanto la vita...

la composizione è famosissima ed è stata eseguita dai più grandi tenori a livello mondiale sotto alcune di queste con in piu' la versione karaoke attraverso la quale i voi stessi potrete farne un vostro cavallo di battaglia
2 risate ?- facciamo 3?----------------------- 4 ?--------------------------- ma facciamone quante ci pare và--------------

vita da hostess

Su un aereo prende servizio una nuova hostess bionda e molto carina.

L'aereo decolla e il comandante dice al microfono le solite cose:

- Buongiorno, il comandante vi dà il benvenuto sul volo xxx
- L'aereo arriverà a destinazione alle ore yyy
- La temperatura è di zzz gradi centigradi
ecc..

Dopo di che si mette a parlare con il secondo pilota ma inavvertitamente
lascia aperto il microfono

- Sai che faccio ora?
- Dimmi, risponde il secondo pilota.
- Metto il pilota automatico, mi faccio una bella cagata e poi... sai la
nuova hostess... la biondina... me la scopo alla grande qui in cabina.

I passeggeri ovviamente sentono tutto, compresa l'hostess in questione che
corre come una matta in cabina a dire al pilota di chiudere il microfono.

Un vecchietto seduto nelle prime file la ferma agganciandola con il bastone
e le dice:

- Dove vai così di fretta, non hai sentito? Ha detto che PRIMA va a cagare!
------------------------------------------------------------------------
carabinieri

Alla festa annuale dei Carabinieri il generale fa il suo intervento e
conclude decidendo di fare alcune domande alla platea per dimostrare che
in realta' i carabinieri non sono stupidi come si dice. Sceltone uno a
caso fra la platea gli chiede come si chiami. Il carabiniere ci pensa un
po' e risponde: "Appuntato Rossi". Il generale allora chiede: "Appuntato
mi dica quanto fa 2+2? ". Il carabiniere dopo tanto pensare risponde: 5?
"Noooo appuntato, risposta errata". La platea di carabinieri all'unisono
grida allora: "Gli dia un'altra chance, gli dia un'altra chance". Il
generale acconsente: "Bene. Dimmi allora quanto fa 1+1." Il carabiniere
ci pensa su e poi risponde "3". "Nooo di nuovo sbagliato" dice
indispettito il generale, ma la platea interviene nuovamente: "Gli dia
un'altra chance, gli dia un'altra chance". "D'accordo" riprende il
generale "mi dica allora quanto fa 1+2". Di nuovo Rossi ci pensa su per
un po' e poi risponde "3". E la platea ancora: "Gli dia un'altra chance,
gli dia un'altra chance".

-------------------------
la forza del Tifo

Un elefante passando sopra a un formicaio lo distrugge per cui le
formiche infuriate gli saltano addosso, ma lui con un colpo di
proboscide se le scrolla tutte di dosso tranne una che gli rimane sul
collo. Le altre da sotto le gridano: "Strozzalo!".

---------------------
la rana dalla bocca larga

C'era una volta la rana dalla bocca larga, che se ne andava in giro
bella giuliva. Ad un certo punto incontrò un altro animale. (pronunciare
allargando il più possibile la bocca) "CiAo, sOno la rAnA dalla bOccA
lArgA, e tu chi sEi?". "Sono il leprotto e mangio il trifoglio". "CiAo,
leprotto". E proseguì saltellando la sua passeggiata. Più avanti
incontrò un altro animale. "CiAo, sOno la rAnA dalla bOccA lArgA, e tu
chi sEi?". "Sono il cinghiale e mangio radici e ghiande". "CiAo,
cinghiale". E proseguì saltellando la sua passeggiata. Più avanti
incontrò un altro animale. "CiAo, sOno la rAnA dalla bOccA lArgA, e tu
chi sEi?". "Sono il serpente e mangio le rane dalla bocca larga".
(pronunciare con la bocca stretta "a buco di culo") "duvvuru?"
--------------------------------
malinteso di dificile soluzione

Una donna si reca in un negozio di articoli sportivi per comprare una
canna da pesca da regalare al marito per il suo compleanno. Nel negozio
dietro la cassa l'unico impiegato e' un tizio con gli occhiali scuri e
un cane che le chiede: "Posso aiutarla?". "Certo, vorrei una canna da
pesca, mi puo' parlare di questa? ". Il venditore le dice: "Sono
spiacente, signora, ma sono cieco e non posso vedere la canna a cui lei
si riferisce. Tuttavia se la prende e me la porta qui io sono in grado
di descrivergliela in base al rumore che fa". La signora prende la canna
e la porta alla cassa dal rivenditore cieco. Questi la agita e dice:
"Questa e' una Zebco 250, in fibra di vetro, da 6 pollici, a media
gittata. Costa 15 dollari". La signora dice: "Eccezionale!" e prende
un'altra canna. Il rivenditore la agita e dice: "Questa e' una Orion
35C, di grafite, da 6 pollici, a lunga gittata, da usare con una
attrezzatura ultra-leggera. Costa 20 dollari". Notevolmente colpita la
signora decide di comprare la seconda canna. Nel mentre la signora si
lascia sfuggire un gran peto rumoroso e puzzolente, ma pensa di non
scusarsi con l'uomo dato che e' cieco e che non ha idea di chi lei sia.
Il venditore alla cassa dice: "Allora, fanno 25 dollari". E la signora:
"Ma come? 25 dollari? Lei aveva detto 20 dollari! ". "Certo, signora, 20
dollari per la canna, 3 dollari per il richiamo dell'anitra e 2 dollari
per l'esca a base di vermi".
-------------------------------------------------------------------------------------------------------
il professore maleducato

Si racconta di un professore con l'abitudine di usare un intercalare
piuttosto volgare durante le lezioni. Un giorno le ragazze che seguivano
il suo corso, esasperate, si misero d'accordo per uscire in blocco
dall'aula alla prima parolaccia che il professore avesse pronunciato; i
ragazzi, però, venuti a conoscenza della cosa, riferirono tutto al
professore. Così il professore il giorno dopo entrò in aula dicendo: "Ho
visto fuori dalla porta un elefante con un cazzo lungo così!".
Immediatamente, come d'accordo, le ragazze si alzarono e fecero per
andare verso la porta, ma lui le bloccò dicendo: "Non correte, è già
andato via..."

---------------------------------------------------------------------------------------------------------
automobilisti

Un tizio su una macchina sportiva supera un vecchietto su una vecchia
auto, gli strombazza e dal finestrino abbassato gli va vedere delle
corna. Poco dopo il tipo viene pero' sorpassato dal vecchietto che
abbassa il finestrino e gli fa vedere un pacchetto di sigarette. Il
giovanotto, perplesso, lo risupera e gli mostra ancora le corna. Per
la seconda volta il vecchietto riesce a superare l'auto sportiva e gli
fa vedere una penna. Ennesimo sorpasso con corna e poco dopo ennesimo
sorpasso del vecchietto che fa vedere un paio di occhiali. Ad un
semaforo i due si fermano e il giovanotto chiede: "Mi scusi, io tiravo
fuori le corna, ma era solo uno scherzo. Ma lei perch mi ha mostrato
un pacchetto di sigarette, una penna, un paio di occhiali? Non
capisco!". E il vecchietto: "Vedi, siccome tu mi mostravi quello che
avevi, anch'io volevo farti vedere quello che avevo ..."
post dai blog --------------------------- che scrivono su internet ? --------------- c'e' del nuovo sul web ? ----------------

rubrica che riedita articoli trovati sul web che abbiano un qualcosa di interessante in sè
a cura di a.s.s.m.

Scoperto un pianeta di diamante nella Via Lattea

la domanda è da chi è abitato e come si chiamano questi probabili nativi ?


E’ composto da carbonio e ossigeno, si trova a 4 mila anni luce dalla Terra
Nella Via Lattea, a circa 4.000 anni luce dalla Terra, c’é un diamante immenso: è un pianeta dalla massa più grande di Giove, fatto interamente di questa gemma. La scoperta, preziosa, è proprio il caso di dirlo, è annunciata su Science da un gruppo internazionale al quale partecipa l’Italia con Osservatorio di Cagliari dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) e università di Cagliari.

Il pianeta è circa 20 volte più denso di Giove e orbita intorno a una stella morta, della quale resta solo il nucleo densissimo: è una pulsar millisecondo che ruota a una velocità incredibile, compiendo circa 173 giri su se stessa ogni secondo. A differenza di Giove, il pianeta di diamante non è fatto di idrogeno ed elio ma di carbonio e ossigeno, allo stato cristallino.
Il pianeta è affascinante non solo per la sua composizione, ma per la sua storia: si pensa che in passato sia stato una stella massiccia, che si è trasformata in un pianeta. La materia gassosa della stella, secondo i ricercatori, sarebbe stata travasata per oltre il 99,9% verso la pulsar durante un processo, ormai concluso, che ha riaccelerato la pulsar fino all’elevatissimo ritmo di rotazione attuale. “In quella fase la pulsar doveva essere una potente sorgente di raggi X, con caratteristiche simili alle cosiddette Binarie a raggi-X Ultra Compatte di Piccola Massa, di cui PSR J1719-1438 e il pianeta compagno dovrebbero dunque rappresentare dei discendenti”, ha spiegato Andrea Possenti, direttore dell’Osservatorio di Cagliari e fra gli autori della ricerca con Marta Burgay, Nichi D’Amico e Sabrina Milia (D’Amico e Milia insegnano anche all’università di Cagliari).
Secondo lo studio, coordinato dall’università australiana Swinburne University of Technology, il pianeta impiega solo 2 ore e 10 minuti per ruotare intorno alla pulsa. Ha una massa di poco superiore a quella di Giove, ma un raggio inferiore alla metà rispetto. Ciò fa supporre che la densità del pianeta sia molto più elevata di Giove. Sono state queste evidenze che hanno fatto concludere ai ricercatori che il pianeta dovrebbe essere composto in gran parte di carbonio e di ossigeno allo stato cristallino e che dovrebbe avere dunque una struttura simile a un diamante.
Fonte - Ansa, 25 Agosto 2011

ora che si sa' è pevisto una massiccia richiesta di viaggi stellari

e anche

Cosmo/ SCOPERTO IL PIANETA “GIOIELLO”: DIAMANTI COME MONTAGNE

praticamente il paradiso dei gioielieri

diamanti 1 250x210 Cosmo/ SCOPERTO IL PIANETA GIOIELLO: DIAMANTI COME MONTAGNE

Dista 1.200 anni luce dalla terra ed un gigante di gas con un’atmosfera satura quasi completamente di carbonio, gas metano ed enormi diamanti al posto di rocce e montagne. Lo hanno scoperto gli astronomi della University of Central Florida. La quasi totale mancanza di ossigeno nell’atmosfera di questo gigante dello spazio e la presenza massiccia di carbonio fanno supporre ai ricercatori guidati da Joseph Harrington che tutto il corpo celeste sia composto da carbonio purissimo, nella forma di grafite o diamante. Il team ha condotto le proprie ricerche usando il Nasa Spitzer Space Telescope, grazie al quale ha misurato gli infrarossi emessi dal pianeta WASP-12b mentre passava dietro la stella intorno alla quale gira, nel bel mezzo di un’eclissi. La presenza di carbonio potrebbe far ipotizzare anche la presenza di forme di vita elementari, ma gli astronomi americani sono scettici. Il Pianeta “diamante” non è abbastanza freddo: l’orbita è così prossima al suo sole che un anno dura appena 26 ore e la temperatura può raggiungere i 4.700 gradi Fahrenheit.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
SCOPERTA TOMBA ANOMALA PRESSO LA PIRAMIDE DEL SOLE A VISOKO



Il 22 luglio è stata scoperta una tomba, di una tipologia mai vista prima, all’interno di uno dei tunnel Ravne nei pressi della Piramide del Sole del famoso gruppo di piramidi scoperte nel 2005 a Visoko (Bosnia-Erzegovina).
La Fondazione Bosniaca (Archaeological Park: Bosnian Pyramid of the Sun), che cura gli scavi sulle piramidi a Visoko, si avvale da poco più di un anno della collaborazione di un gruppo italiano di ricerca (SB Research Group) capitanato dal Prof. De Bertolis dell’università di Trieste.


Ricostruzione prospettiva indicativa della tomba scoperta

La settimana scorsa la redazione di Runa Bianca è stata contattata dal Prof. De Bertolis per avvalersi della collaborazione dell’Arch. Vincenzo Di Gregorio e di alcune apparecchiature tra cui anche un georadar sofisticato costruito nelle officine di Pisa.
Già in passato negli stessi luoghi altri avevano tentato di scandagliare con dei georadar il terreno, ma con poca fortuna. Grazie invece al georadar in dotazione e con l’esperienza di Di Gregorio si è riusciti ad individuare un’anomalia posta sotto il piano di calpestio di un tratto dei tunnel Ravne.
Ad un primo esame la struttura rilevata potrebbe essere una sepoltura composta da due corpi posti a profondità differenti: il primo a 1, 5 metri di profondità ed il secondo a 3 metri. Due camere sovrapposte interamente in pietra con una morfologia simile a due rombi, al loro interno il tracciato del georadar mostra delle aree bianche corrispondenti ad aria. Si può presumere la presenza di due salme sospese nel mezzo. Le dimensioni delle sepolture risultano essere quelle canoniche di 1 x 2 metri circa. La profondità dell’intero complesso però arriva a circa 4, 3 metri.


Tracciato georadar della tomba

Gli scavi sono iniziati il 25 luglio e sono tutt’ora in corso. Se venisse accertato che la struttura sia realmente una sepoltura doppia sarebbe un unicum nella storia dell’archeologia. La struttura a “rombi” contrapposti evidenziata dal tracciato del georadar, e illustrata da uno schizzo prospettico 3D indicativo, non è stata sinora mai osservata in un complesso funerario. Poiché la metodologia di sepoltura è strettamente connessa alla cultura del popolo che l’ha creata, questa particolarissima tomba potrebbe gettare luce su un periodo storico poco conosciuto e addirittura su di un popolo probabilmente ancora sconosciuto.
Da studi effettuati con tecniche non invasive dallo staff della redazione della rivista Runa Bianca è emerso altresì che la tomba è intatta, e quindi se arricchita da un corredo funerario, lo stesso è in loco esattamente come è stato messo dai suoi costruttori. Lo studio del corredo funerario servirà, forse per la prima volta, per ottenere importantissime informazioni sugli utilizzatori dei tunnel di Ravne, del loro periodo, della loro cultura e della loro religione, che si sospetta fosse legata al culto della madre terra e per questo avessero scelto dei tunnel per deporre i loro personaggi di maggior spicco.
Ai primi di Settembre a Sarajevo verranno comunicati i risultati dei lavori effettuati quest’anno presso le piramidi bosniache.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Le Tavole del Michigan

Reperti estremamente controversi, la cui antichità viene sistematicamente messa in dubbio perchè... ......esse rappresenterebbero la prova inconfutabile che, il continente Americano è stato colonizzato da antichi e scomodi navigatori ben prima della "scoperta" di Colombo. Queste Tavole in argilla, ardesia o rame, erano state estratte a migliaia, da tombe di età preistorica attribuite ad "indiani", nei dintorni di Detroit nel Michigan tra il 1874 ed il 1915. Tutte le tavole recavano motivi ebraico -cristiani ed iscrizioni in una lingua sconosciuta. Gli animali effigiati, mammuth, elefanti indiani, ed i tratti orientaleggianti degli uomini,sollevarono parecchi dubbi sul fatto che queste tavole fossero realmente originarie del continente americano.La delusione degli scopritori fu veramente grande, infatti gli studiosi non pensarono neppure per un istante a sottoporre i reperti ad un'accurata analisi; si limitarono a decretare la loro falsità.


Il diluvio universale, l'arca di Noè, la salvezza e la nuova civiltà.


Infatti quando nel 1890 vennero mostrate alcune foto dei reperti ad un antropologo dell'università della Pennsylvania, Morris Jastrow, questi sbrigativamente liquidò la faccenda asserendo che:... L'unico elemento che salta agli occhi, di queste tavole, è l'elemento dilettantesco delle incisioni che in gran parte sono un'orribile miscuglio di iscrizioni fenicie, egizie, greche ed inintelleggibili perchè sconosciute, messe insieme alla rinfusa, come un dizionario multilingue.

Inutile fu la difesa degli scopritori ormai, i reperti erano bollati come falsi, e rapidamente entrarono nell'oblio condannati dall'ignoranza accademica. Alcuni coraggiosi personaggi come Daniel Soper. ex segretario di stato del Michigan o il pastore James Savage, indignati da questo atteggiamento, iniziarono a collezionare migliaia di tavole. per poterle tramandare ai posteri.


Gli strani simboli,ANGELI e la scrittura che per alcuni tratti assomiglia ai geroglifici egizi con la N e la T. La suddivisione del Cerchio in TREDICI sezioni che se rappresenta lo zodiaco, è forse un ricordo dell'OFIUCO? La numerazione è estremamente elementare infatti si nota con andamento antiorario all'inizio di ogni sezione un puntino poi due ,tre ecc...fino a tredici. I copricapo delle teste raffigurate mi fanno venire in mente gli stessi incisi su alcuni reperti tratti dalle grotte di BURROWS. Nella foto a destra, in alto al centro è presente lo stesso simbolo ricorrente anche sulle altre tavole.


Alcuni decenni dopo, la ricercatrice Henriette Mertz sottopose le tavole del Michigan ad un'accurata analisi. La Mertz, esperta dei contatti precolombiani, voleva dimostrare una volta per tutte che, con metodo scientifico, che si trattava di falsi, ma non c'è riuscita; anzi al contrario dopo svariati anni di studio, la ricercatrice si è convinta dell'autenticità delle tavole che a suo avviso erano opera di profughi cristiani fuggiti dopo la caduta dell'impero romano nel 312 d.C. e rifugiatisi sul continente americano.











Le collezioni Soper e Savage sono andate a finire secondo un ricercatore americano Evan Hansen in mano dei Mormoni Dell'Utah e dovrebbe trattarsi di ben 1540 tavole (come si evince anche dalla lettera inviata nel 1993 al professor Emilio Spedicato dell'università di Bergamo, da parte di Glen Leonard. foto sopra). Hansen afferma che nel caso venisse divulgata l'esistenza delle "Tavole del Michigan" e qualora venissero decifrate le iscrizioni , sarebbe allora possibile svelare le radici storiche delle tavole stesse, che sarebbe da ricercare in una catastrofe di natura cosmica, che avrebbe messo in ginocchio l'intero pianeta. A riprova di questa tesi fa notare che sulle tavole compare in maniera ricorrente, la storia dell'arca di Noè e che vengono raffigurati diluvi ed inondazioni, nonchè impatti di asteroidi. Ed è appunto logico pensare che il Diluvio della Bibbia, sia stato provocato dalla caduta di un grosso meteorite.

Fonte: http://www.misteromania.it/tavole/michigan.htm

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

dialetti etc . il dialetto MAsseso

stavolta agliè da 'mparare una poesiola in Masseso quindi tradurla e divulgarla

El nonno e el vin

"Perchè nonno......

...quando le mundine al saltene en padela tu bè sempre la grispia o la vinela?"

"Per preparare caro niputin la bocca al saporo del bon vin e se ala cantina aiè la frasca de limon al vò dire c'a lè pronto de quel bon.

L'odor de la trippa e del marinato i me fan el solletico al palato,le acciughe e le salsicce col biroldo ighien un dolcissimo ricordo.

S'a magne e c'a facce un pranzo vero coi arrosti a bè quel forto e nero e se il magnare ighjè più dilicato el bianco i me pare più indicato.

El candia;i me fa far le capriole ma per contartelo a ne troe parole lo sprufumo,el saporo,el gusto soprafin iè daato da un vitoro,el virmintin.

A saperlo bere ighjè una midicina i fa passare anche la scarlattina e se ogni tanto incastre qualche sborgna el vin i fa alligria,a l'è baldoria."

e fattela una cantata en Masseso!!!

ufo avvistamenti del' ultim' ora



ancora una volta un noto politico Italiano in incognito ci ha svelato il suo pensiero riguardo a questi ufo che scorrazzano nei cieli del mondo eccoli

pensiero 1 " ufo avete rotto i coglioni!
pensiero 2 " venite a cà mia se avete coraggio che vi sistemo "
pensiero 3 " ma nello spezzatino di ufo ci staran meglio le patate o i carciofi ?"
pensiero 4 "è ora di regolare il traffico UFO e per regolarlo intendo mettere nuove multe salatissime che faremo loro pagare alla prima occasione buona"
pensiero 5 - " bula bula! "
pensiero 6 " PRrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr!!! "
pensiero 7 " "" - ??? !!!! ******. glub "
pensiero 8 " memmeghe!, memmeghe. "
pensiero 9 " ---------- - - - - - - "
pensiero 10 . al pensiero 10 il politico in questione non ce l' ha pià fatta ed è ito in catalessi assieme al suo entourage e cosi' è restato per piu' di 3 ore dopo le quali lo abbiamo abbandonato vicino al bidone dei rifiuti sperando che non lo portino via quelli della nettezza urbana ( lo vedranno che sono vivi nò ? " e che in tutti i casi non essendo nel giusto contenitore vanno lasciati li' con il preavviso che alla prossima occasione sara' applicata la multa prevista per rifiuti non conformi

Omaggio alla pagina satirica di Facebook "Tutte le cazzate del
Presidente".


1. Comunque il bacio tra Minetti e Ruby è una bufala... erano solo
lezioni di igiene orale !!

2. I disegni di legge di questo governo sono dei Picasso... non si
capisce un cazzo e ci costano milioni !!

3. Devo scegliere un'espressione per definire questa "manovra
economica" ...."Cagare dentro un ventilatore" secondo voi va bene ??

4. E' uscita la biografia di Scilipoti ... ne ho comprato due rotoli
!!

5. Tremonti: "Il nostro problema è il sud". Al Sud: "Il nostro
problema è quello stronzo con la erre moscia".

6. Comunque Silvio non è l'unto del Signore... è solo viscido !!

7. Il medico di Berlusconi: "Può fare sesso 5 volte al giorno"....
sapete che significa? ....1825 nuove sottosegretarie all'anno!

8. La Brambilla si batte per il circo senza animali... così al
Consiglio dei Ministri rimarranno solo nani e ballerine !!

9. La Lega Nord è passata da "No Tav" a "Sì Cav".

10. Berlusconi: "Dimezzo i deputati" ... e con Brunetta il lavoro è
già fatto !!

11. Per la legge dei grandi numeri, prima o poi capita a tutti di dire
una cosa sensata ...a tutti tranne che a Borghezio !!

12. Mentre l'Italia si augura di non fare la fine della Grecia, i
greci sperano di non fare la fine degli italiani !!

13. Sfogo dei Napoletani: la monnezza sta dappertutto... prima era
concentrata tutta a palazzo Chigi !!!

14. Mi chiedo: Al TG per sordomuti come mimano italo Bocchino?

15. Arriva un'ondata di grande caldo... Sembra sia legata allo
sfregamento delle mani di Carlo De Benedetti!

16. Brunetta si sposa con Titti. Già pronta la gabbietta nuziale.

17. Brunetta si sposa con Titti: "Mi e' semblato di vedele un
cletino".

18. Marina Berlusconi e' un concentrato di PDL: bella come la
Santanche', onesta come la Minetti, intelligente come Gasparri, sexy
come Borghezio.

19. Siamo l'Italia peggiore / abbiamo un sogno nel cuore / Brunetta a
San Vittore.

20. NASA: "C'è stata e forse c'è ancora vita su Marte". Pessimisti,
invece, sull'attività cerebrale di Gasparri.

lista redatta dal mitico Dr Zap
è successo e succede dalle nostre parti .........


Carlo Verdone al festival “Con-Vivere” di Carrara
"I toscani, provinciali ma di serie A"

Carlo Verdone è uno dei protagonisti di Con-Vivere, il festival di Carrara giunto alla sesta edizione e dedicato quest’anno, per i 150 anni dell’Unità, alla convivenza tra italiani. La tre giorni di lezioni, storia, film, spettacoli e riflessioni inizia domani e tra i relatori non poteva mancare l’autore di Bianco Rosso e Verdone che parlerà (domani sera alle 21, Cortile Istituto Figlie di Gesù) del carattere degli italiani visti attraverso i suoi film.
C’è ammirazione nelle parole di Verdone a cui abbiamo chiesto di raccontarci i toscani dal suo punto di vista: quello di un romano il cui padre Mario, celebre studioso di storia del cinema, scomparso due anni fa, era nato a Siena.

«Anche per me — dice — la Toscana è una seconda patria dopo Roma. Sono venuto in Toscana con papà fin da quando ero piccolo. A Siena in primo luogo, la sua città mai dimenticata, anzi sempre amatissima. Ha vissuto più di settanta anni a Roma ma non ha mai smesso di parlare senese! E naturalmente non ha mai smesso di gioire e di soffrire per la sua contrada, la Selva. Poi sono stato con lui a Firenze, a Lucca, a Viareggio, a Pietrasanta, e per molti anni in vacanza a Forte dei Marmi, al Cinquale e anche a Marina di Massa e Marina di Carrara, dove papà aveva molti amici. Tanti artisti che grazie a lui ho conosciuto anch’io: Maccari, Cascella, Krimer, Salimbeni... No, mio padre non ha cessato mai, nemmeno per un momento, di essere senese e toscano».

fonte e continuazione al link sotto

http://www.carloverdone.it/01HotNews/ListaHotNews.aspx
_____________________________________________________________________________
il festival " convivere !" decdicato quest'anno ai 150 anni del' unità d'Italia si svolgerà a Carrara dal 09 all' 11 di Settembre
Si svolgerà a Carrara (MS) dal 9 all'11 settembre e sarà dedicata al 150° dell'Unità d'Italia la 6^ edizione di Con-vivere Carrara Festival, organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara.

Sotto il titolo ?Bianco, Rosso e Verde ? centocinquant'anni di unità? il direttore scientifico Remo Bodei e gli ospiti della manifestazione si confronteranno sulle ?prospettive dell?Italia e sul suo ruolo storico in un mondo globalizzato ? in quella cioè che secondo il direttore - costituisce oggi la sfida decisiva per la sua stessa sopravvivenza come paese civile e democratico?.

Anche la sesta edizione vanterà ospiti illustri come Corrado Augias, Aldo Cazzullo, Guido Crainz, Ernesto Galli della Loggia, Armando Massarenti, Marco Meriggi, Paolo Mieli, Laura Olivetti, Paolo Peluffo, Lucy Riall, Gianni Riotta, Roland Sarti, Lucio Villari. Oltre al direttore Prof. Remo Bodei.

Un mix di interventi di giornalisti, storici ed esperti dell'identità italiana, che permetterà al pubblico di Con-vivere di spaziare dalle radici del Belpaese, affrontando i temi del Risorgimento, all'attualità più stretta ed alle prospettive di sviluppo della nostra Repubblica.

Chi conosce Con-vivere, però, sa che il Festival ha una formula ormai consolidata negli anni, che prevede accanto alle conferenze molti altri eventi che affrontano il tema della kermesse in tutte le sue sfumature, andando incontro a qualsiasi tipo di interesse.

Dal concerto di Elio e le Storie Tese, l'11 settembre, alle serate dedicate alla musica del sud e del nord, con Peppe Barra e Davide van de Sfroos, ai laboratori per bambini, dai menù a tema dei ristoranti, ai mercatini, fino alle mostre d'arte, nessun aspetto dell'identità italiana verrà tralasciato.

Tra le mostre di particolare interesse quella su ?Il tricolore?, organizzata in collaborazione con il Comitato per le celebrazioni del 150° dell?Unità d?Italia, che vedrà come pezzo raro una bandiera del 1848 che accompagnò i Mille nel loro viaggio e che è stata restaurata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara per l'occasione.

Per gli amanti del cinema, invece, la sesta edizione di Con-vivere, conferma la rassegna curata dalla carrarese Tilde Corsi, famosa produttrice cinematografica, con alcuni film dedicati al Risorgimento italiano e con la digressione che sarà rappresentata dal film di Carlo Verdone, Al lupo al lupo, scelto dall?attore stesso in quanto girato nelle Alpi Apuane. E proprio la presenza di Carlo Verdone, attore e regista che davvero non ha bisogno di presentazioni impreziosirà la sesta edizione del festival.

Con-vivere Festival è tutto questo e ancora molto di più, con la possibilità di conoscere Carrara e la provincia di Massa Carrara (con prezzi e orari convenzionati in occasione del festival per visitare i principali monumenti e musei) che a settembre mostrano ancora il

meglio di sé con un clima adatto sia a frequentare le belle spiagge che le incantate montagne e le cave di marmo sopra la città.

Il Festival gode del sostegno del Comune di Carrara, della Regione Toscana, del Comitato per il 150° ed ha ricevuto in questi anni l'Alto Patrocinio della Presidenza della Repubblica per il suo valore culturale.

Il programma sempre aggiornato è consultabile all'indirizzo internet www.con-vivere.it

Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito ad eccezione del concerto conclusivo di Elio e le Storie Tese.

Informazioni possono essere richieste telefonando allo 0585 55249 o scrivendo a info@con-vivere.it.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
al' inaugurazione dell festival è stato inaugurata la statua di Pellegrino Rossi finalmente restaurata dopo gli atti vandalici che anni orsono larovinarono in parte

È stato inaugurato il monumento restaurato di Pellegrino Rossi a Carrara, durante la giornata inaugurale di con_vivere, l'evento culturale apuano, giunto quest'anno alle sesta edizione e dedicato quest'anno al 150º dell'Unità nazionale. il monumento, era inserito tra i cento selezionati su tutto il territorio nazionale, sui quali ha deciso di intervenire l'Unità tecnica di missione della Presidenza del Consiglio dei Ministri. L'opera, realizzata nel 1876 dallo scultore Pietro Tenerani e situata in Piazza d'Armi, era stata oggetto nel 2006 di gravi atti vandalici. L'intervento di restauro, finanziato interamente dalla Presidenza del Consiglio, è stato diretto dalla dottoressa Alba Macripò della Soprintendenza ai Beni Culturali di Pisa, mentre i lavori sono stati svolti dalla ditta
dell'ingegnere Antonio Baldini.


per chi voglia saperne di più sù Pellegrino Rossi basta che clicchi sui link sotto
http://it.wikipedia.org/wiki/Pellegrino_Rossi

__________________________________________________________________________________________________

Santoro domenica 11 settembre a Marina di Pietrasanta svelerà qualcò!!

- è la festa del fatto quotidiano che si svolgerà a Marina di Pietrasanta l' 11 Settembre l' occasione scelta da SAntoro ( a cui tempo fa' avevano rubato l'ipad vedi post nel blog ) per svelare tutto ciò che riguarda il suo nuovo programma tv clone di annozero

il programma andrà in onda in un network di tv locali tra cui la " nostra " antenna 3 allo stesso orario in cui veniva trasmesso annozero dalla rai2 e cioè il Giovedì alle 21:00 e vedra come annozero tra i protagonisti ancora Marco Travaglio e Vauro.

la trasmissione per ora è stata prevista in 5 puntate che andranno in onda da ottobre a Dicembre , poi si vedra'

pare che la trasmissione andra' anche online tramite la futura tv online dche presto il fatto quotidiano inaugurerò
_________________________________________________________________________
facezie

SAntoro intanto che preparava il programma s'e' dato un pò da fare di "mandibola " ed ha messo sù una discreta pancetta forse è un fatto voluto per prepararsi alle prossime prevedibili battaglie o forse nò, nel secondo caso Algida, una mia conoscente , consiglia a Santoro di mettersi in dieta stretta che con quella pancia non si puo' vedere

venerdì 9 settembre 2011

anche WONDER WOMAN posa per playboy



c'era da aspettarselo che prima o poi anche i personaggi dei fumetti avrebbero ceduto alle offerte provenienti da piu' parti decidenfo alla fine di posre in pose sexy , ok niente nudo integrale solo un vedo e non vedo molto soft ma la domanda è , queti eroi o eroine non dovevano salvarci dai cattivi?


poi l' illuminazione , che sia unna nuova tattica per combattere la criminalita? è si ogni supereroe usa i suoi poteri e mentre superman usa la sua forza, la sua vista telescopica etc per combattere i sui potenti nemici, wonder woman usa i suoi e tra questi c'è la bellezza di un corpo scultoreo perfetto con cui abbagliare i nemici , distoglierli dai loro piani , confonderli quel che basta per arrivare alla mossa vincente che li portera' alla sconfitta.

 e allora vai wonder woman facci vedere di cosa sei capace ,mostra le tue mosse, dacci un assaggio dei tuoi poteri ... allor?, cosa aspetti? vai!!!!!!
_________________________________________________________________________________






è pero' ... continua pure che mi sembra funzionino.....
_________________________________________________________________________
notizie MIsteriose dal web

quella mummia è extraterrestre ?

Potrebbe essere una mummia extraterrestre? La foto che esponiamo di seguito è stata scattata da una spedizione archeologica presso la University of Illinois nel 1972 durante la visita di un museo privato in Arequipa, Perù. (Ultimi aggiornamenti sulla Mummia...)

Mentre il gruppo di scienziati era in visita presso le mostre archeologiche peruviane, sono stati invitati a vedere una stanza speciale nella parte posteriore, dove veniva ospitata una mummia aliena. Questa foto è stata scattata nel momento della visita, da uno dei membri del team di scienziati.



Questa mummia è stata rinvenuta da un gruppo di cittadini locali che avevano scavato per ritrovare alcune tombe. Appena hanno riportato alla luce questa mummia misteriosa, credevano fosse parte delle tombe Inca, nascoste in una grotta quasi inaccessibile tra le montagne vicino a Tres Cruces. La grotta era decorata con strani simboli di serpenti volanti che esplodevano in aria e cadere in un fiume.
Purtroppo, quando la squadra di scienziati ritornò al museo nel 1996, hanno scoperto che il museo era stato raso al suolo dopo che i ladri avevano rubato tutti i suoi artefatti.

Fonte: http://manverse.com/2011/05/25/mummified-alien-found/
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

TUNNEL NEOLITICO COLLEGHEREBBE SCOZIA A TURCHIA


Rivenuta rete di gallerie sotterranee che secondo l’archeologo tedesco Heinrich Kush collegherebbe la Scozia alla Turchia

La scoperta potrebbe rivoluzionare il campo dell’archeologia e portare ad una revisione della storiografia antica, così come potrebbe scontrarsi contro la cittadella accademica o sgonfiarsi alla prova dei fatti.
Non abbiamo infatti ancora dati sufficienti per inquadrare la notizia diffusa dall’archeologo tedesco Heinrich Kusch che ha dato alle stampe il suo libro Secrets Of The Underground Door To An Ancient World.

Dopo la scoperta nel 1994 di Gobleki Tepe risalente a 12 mila anni fa e destinata a riscrivere la storia del Neolitico, ora emerge un’altra costruzione megalitica, altrettanto misteriosa: una rete di un migliaio di tunnel sotterranei che avrebbe collegato la Scozia alla Turchia – dove, guarda caso, si trovano proprio gli scavi di Gobleki Tepe, al confine dell’Iraq…
Dopo la scoperta in varie parti d’Europa, tra cui Austria e Germania, di tratti di tunnel, scavati nella roccia, presumibilmente risalenti al Neolitico, Kusch avrebbe dedotto che intorno al 10000 a. C. una popolazione sconosciuta avrebbe costruito i tunnel, o perlomeno avrebbe dato vita al progetto di un mega tunnel sotterraneo che avrebbe unito l’Europa alla Turchia.
Il Dr. Kush ha infatti dichiarato al German Herald che in Baviera sarebbero stati rivenuti ben 700 metri di questa rete sotterranea, mentre in Austria 350 metri, ma in tutto si tratterebbe di un migliaio di tratti di galleria.
Se non possiamo ancora accertare l’esistenza di un unico tunnel sotterraneo scavato nella roccia e al di sotto del livello del mare, è innegabile l’esistenza di diversi tratti di gallerie risalenti, secondo gli studiosi, al Neolitico. Ora, viene da domandarsi il perché di queste immani costruzioni, gli strumenti utilizzati per scavare gallerie sotterranee e il tempo impiegato.

In merito al primo interrogativo gli studiosi sembrano orientati a spiegare l’architettura neolitica come una forma di rifugio della popolazione dai “predatori” in superficie: uno stratagemma simile non trova però riscontro in studi o scoperte precedenti.
In secondo luogo, quanto tempo potevano passare rifugiati sottoterra i nostri avi senza canaline o condutture d’aria?
I passaggi sotterranei misurano all’incirca 70 cm, ma in alcuni punti si allargherebbero lasciando spazio a delle vere e proprie “camere” dall’utilizzo sconosciuto, che farebbero però pensare alla Camera del Re e alla Camera della Regina della Piramide di Cheope. Un inutile esercizio di sincretismo archeologico? Forse, ma anche nel caso della Grande piramide ci troviamo di fronte a dei veri e propri enigmi, come la mancanza di cartigli o iscrizioni, la presenza dello Zed, e la difficoltà di accesso alla Camera della Regina. La rete sotterranea poteva avere anche una funzione “iniziatica” come probabilmente aveva la Grande Piramide, o serviva soltanto come passaggio da un luogo all’altro del pianeta? E in questo caso, che importanza dovremmo dare alle leggende che narrano di costruzioni sotterranee e di popoli che abitavano nelle viscere della Terra? Gli uomini del Neolitico potrebbero aver “imitato” delle creature che vedevano entrare e uscire della grotte o da nascoste entrate al mondo infero?
In attesa di una conferma da parte dei geologi, la data di costruzione della rete sotterranea sembra coincidere con quella del sito di Gobleki Tepe. Ciò farebbe almeno supporre che possa essere esistita una popolazione anti diluviana più evoluta del classico “uomo del Neolitico”, come abbiamo imparato a conoscerlo dalle conclusioni dell’archeologia accademica. Senza con questo dover necessariamente rispolverare il mito di Atlantide, Lemuria o Mu, non è così inverosimile teorizzare che siano esistite popolazioni scomparse con il Diluvio (riportato dai miti e dalle religioni classiche e accertato dalla geologia) autrici di quelle vere e proprie “anomalie” del sistema storiografico che stentano a farsi ricomprendere sotto la categoria di civiltà “primitive”.
Non è certo perché avevano a disposizione “molto tempo libero”, come alcuni archeologi hanno ipotizzato, che culture classificate come “primitive” avrebbero potuto dare vita a una rete sotterranea di tunnel o ai megaliti di Gobleki Tepe, dotati soltanto di selci e molta pazienza. Il tentativo di banalizzare le scoperte contemporanee perché la loro portata storico-simbolica sfugge ancora ai nostri cervelli positivisti, è ridicolo. Ed è un insulto a quelle popolazione che hanno impiegato decine o centinaia di anni per dare vita a complesse costruzione, il cui fine ancora ci sfugge per nostra limitatezza, non a causa loro…
Se negli ultimi trent’anni stanno emergendo dei reperti – e in questo senso vanno ricomprese anche le ossa di scheletri di Giganti rivenute in tutto il mondo – che sfidano il sapere comune e che non sono per questo “catalogabili” negli schemi che ci siamo fissati finora, forse, sono quelli stessi schemi – per quanto difficile e doloroso possa essere – che dovrebbero essere riveduti. Dal punto di vista storico, antropologico, filologico questi reperti non possono essere stipati a forza in categorie che non li possono contenere. Questa è una violenza che uno storico per quanto convinto delle proprie “credenze” e di quanto appreso fino ad ora, dovrebbe rendersi umilmente conto.
In secondo luogo ci si dovrebbe chiedere quali strumenti siano stati utilizzati ben dodicimila anni fa per scavare questa rete sotterranea e se, come sostiene l’archeologo tedesco, in seguito sorsero in prossimità delle entrate alle gallerie luoghi di culto e Chiese.
L’esistenza di queste gallerie era forse conosciuta anche in un recente passato? E se così fosse, perché questo segreto è rimasto letteralmente “sepolto” fino ad oggi?

Fonte: ANSA

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Trovati strumenti sofisticati di 1,76 milioni di anni fa

MILANO - La scintilla dell’intelligenza che portato i nostri antichi progenitori a costruire i primi strumenti si è accesa 350 mila anni prima di quanto finora si credesse. Nell’area del lago Turkana in Kenya sono stati trovati degli artefatti risalenti a 1,76 milioni di anni fa, quindi molto più antichi di quelli rinvenuti fino ad oggi. Il ritrovamento, frutto di una spedizione guidata da Christoper Lepre della Columbia University americana è molto importante anche se complica ancora di più le cose delle nostre origini già di per sé difficili da districare.

Prima di tutto perché questi strumenti battezzati Acheuliani, sono più complessi da realizzare (un’ascia ad esempio) rispetto alle prime pietre scheggiate utilizzare in precedenza dagli ominidi e che fecero nascere l’industria Oldowaiana, dal nome della gola di Olduwai in Tanzania dove venivano trovati la prima volta. Gli strumenti Acheuliani sono il segno distintivo della tecnologia dell’Homo erectus e nel luogo della scoperta c’erano entrambi i tipi di manufatti. In passato questi oggetti erano prerogativa solo delle aree del Kenya, lungo la Rift Valley, dove si ritiene abbia avuto luogo l’origine dell’uomo. Ma nel 1990 dei reperti dell’Homo erectus venivano individuati anche a Dmanisi, in Georgia, ma assieme c’erano artefatti più semplici oldowaiani datati 1,8 milioni di anni fa. Quindi ora i paleo-antropologi si chiedono come mai in Georgia si usassero strumenti così primitivi quando intorno al lago Turkana ne avevano di più evoluti?

Giovanni Caprara 05 settembre 2011

fonte: ilcorriere.it

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

vero o falso ?

nella foto si vedrebbe una bambina che lieviterebbe nell' aria ripresa per caso da una persona di passaggio col cane quando la bambina si accorge d' essere stata vista atterra e scappa con quello/a che sembra essere in suo genitore

????????????????????????????????????????????????????
eccezionale apparizione di SAN GIUSEPPE in cielo!!!!! 


il tutto accade a PIAN DELLA FIOBA ( MS )


servizio a cura del


l' apparizione sarebbe avvenuta poco sopra Pian della Fioba a Massa ( MS ) a 4 persone ( 2 donne e 2 uomini ) arrivati fin lì per cercare funghi o altri frutti dei boschi, oltre che per fare una scampagnata e respirare un po' d'aria pura,




per quanto se ne sappia è la prima apparizione del genere, qualcuno ha visto apparire la MAdonna , Gesu' o altri santi in cielo ma mai nessuno finora , almeno a quanto se ne sà, aveva mai visto apparire a GIUSEPPe il padre putativo del CRISTO in terra colui che un giorno scoprì d'essere padre senza esserlo nel vero senzo della parola

la cronaca ( estratta dal "gazzettino dei monti Apuani" per gentile concessione di p.p. )


Pian della Fioba:  Estate 2011

,,,,,, i 4 s'erano dati da fare per tutta la giornata cercando, sotto il sole cuocente, i rinomati funghi porcini ma anche lamponi e altri gustosi frutti etc che il bosco dona a chi gli pare, ma malgrado l' insistenza e l' impegno la loro ricerca non aveva dato esito alcuno . l' unica cosa che avevano ottenuto come premio di fine giornata era una stanchezza atavica , una rabbia mal trettenuta e qualche escoriazione dovuta alle numerose cadute, cosi' con l' umore basso e i freni inibitori a sfascio i 4 avevano iniziato una litania a base di maledizioni e parolacce sempre piu' pese al cui culmine sarebbe avvenuta la fantasmagorica apparizione;  preannunciato da un lampo sarebbe così apparso San Giuseppe che senza mai parlare non avrebbe detto loro una sola parola, ferma in cielo l' apparizione stava muta guardandoli e basta non muovendosi, non mandandogli strane occhiate od altro insomma come un fotogramma in cielo San GIuseppe non faceva o diceva un bel nulla e questo per ore sane . solo quando i 4 stufi di aspettare che egli gli dicesse qualcosa stavano andandosene il Santo avrebbe fatto loro svariati cenni , cenni che pero' i 4 non sapevano interpretare fu allora che il santo decise di messaggiare loro in modo differente . in tal maniera i 4 avrebbero avuto un messaggio ben preciso che anche se magari non da loro capibile l' per lì' comunque sempre da loro non facilmente dimenticabile almeno in tempi brevi


sì ma qual'è questo messaggio ?

il santo avrebbe lasciato loro, per ora , solo un messaggio criptico, un messaggio senza parole un messaggio da inperpretare

difatti San GIUSEPPE facendogli il cenno di avvicinarsi avrebbe fatti giungere appresso a sé i quattro viadanti ed una volta che questi gli si sarebbero avvicinati  abbastanza li avrebbe, senza dar loro alcun preavviso,improvvisamente presi a bastonate e anche belle secche e potenti in modo che ( questo faceva capire il santo con gesti e occhiate a loro indirizzate )  il loro ricordo gli rimanesse ben impresso nel corpo e nella mente

ora il messaggio dato in sì fatta strana maniera è al vaglio degli esperti che stanno cercando di interpretarlo nella sua interezza per questo sono state divulgate alcune foto dei 4 ( di cui non si vede mai il viso per non farli riconoscere ) con addosso il criptico mesaggio in modo che se qualcuno riuscisse ad interpretalo anche solo in parte li contattasse e spiegasse quanto da loro capito; sotto ne troverete alcune





se qualcuno è in grado d'interpretare anche solo qualcosa o ha comunque qualche idea sul possibile messaggio che San Giuseppe avrebbe voluto dare ( e in parte ha dato ) ai 4 è pregato di contattare subito il centro anti crisi e affinità varie di Pian della Fioba situato in mezzo ai monti Apuani poco distante dal luogo dell' avvenuta clamorosa apparizione o meglio ancora vi si può recare di persona e magari cosi' facendo assistere ad una probabile prossima apparizione del Santo sperando pero' di non essere a sua volta bastonato dal santo che magari accorgendosi di aver trovato un linguaggio finalmente capibile dagli umani decidesse di usarlo per un bel po' ( e chissà se forse è proprio il linguaggio giusto da usare in questi tempi  )

per approfondimenti od altro
clicca...