giovedì 15 dicembre 2011

COTTO E CAGATO 

rubrica culinaria a cura di I.O.

U.F.O. alle verdure

ingredienti

- 2 crespelle
- spinaci cotti o altra verdura similare ( rapini,bieta ortica etc basta che non sia velenosa e piena di sudiciume insomma almeno lavatela )
- formaggio tipo fontina, taleggio. emmenthal. etc (  controllate non provenga da chernobyl o altro posto similare  e anche che non abbia qualcosa di " strano " tra i suoi ingredienti )
- parmigiano REggiano invecchiato almeno 24 mesi ( senno' fà lo stesso )
- 1 uovo ( possibilmente non marcio o di dubbia provenienza )
- pan grattato, olio da friggere sale etc ( non esagerate con gli etcetera che sennò viene furori una farcia che basta per l'esercito Italiano e anche quello Svizzero )
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------
per fare le crespelle -  ( spiegazione complicata che senno son buoni tutti )

lavorare un uovo con della farina ( quella che riesce ad assorbire senza asciugarsi troppo) quindi diluire il tutto con poco latte ( vero ) aggiungere un goccio d'olio al composto, mantecare un' altro po'  ( alla fine la pastella deve risultare liquida ma non troppo )

metter una padella antiaderente sul fuoco ( ma se volete anche di piu basta che non le mettete una dentro l'altra  e che le poniate su fornelli  differenti col manico al di fuori della gettata della fiamma che sennò piglia fuoco ( il manico che di solito è di plastica pressofusa )  e si stacca ( nel  caso prendetene un' altra cercando di non ripetere l'errore )  )  ,  imburrarla leggermente ( solo per la prima crepes visto che le altre se avrete aggiunto la giusta dose d' olio di semi non s'attaccheranno....... eppoi la padellina non era antiaderente ? ) versarvi un pochino d' impasto ( quanto basta per fare una crespella di  2 o 3  millimetri di spessore ).....  muovere il padellino circolarmente aiutandosi con " un colpo di polso " affinché la crepes venga perfettamente rotonda e senza fori da qualche parte ( se presenti eventuali fori non tratteranno la farcia che andremo a mettere ma la faranno fuoriuscire tipo zampillo o colata di cemento ) ; lasciare cuocere una 15ina di secondi quindi rigirare su se stessa la crespella in modo che cuocia da ambo le parti ....... ( per i piu' pratici cuocere anche di fianco lungo tutto il perimetro della circonferenza facendo attenzione di non carbonizzarla )

 .... una volta pronte le crepes ( con un uovo ne vengono circa 10 ) metterle da parte ( in un posto a vista od in altra analisi annotatevi dove le mettete cosi' almeno le ritroverete prima che sia troppo tardi e non siano più commestibili in quanto ammuffite e rinsecchite )

preparazione ripieno

prendere la verdura già cotta e strizzata , tagliuzzarla quindi aggiungervi il formaggio, l' uovo, la ricotta salata e non, la noce moscata  e nella versione non per vegetariani della salsiccia o altra carne di proprio gradimento
mantecare e aggiustare di sale ....

.... prendere una crepes e stenderla sul piano di lavoro, metterci una montagnetta della farcia precedentemente descritta ( dicesi montagnetta perche essa dovrà sembrare proprio una montagnetta posta al centro della crepes ) quindi coprire il tutto con un' altra crepes avendo cura che questa vada a coprire perfettamente il tutto e cioè che i suoi lembi vadino a coincidere perfettamente  coi lembi della prima crepes ( per esserne sicuri aiutarsi con una lente d' ingrandimento 20x )

premere ora i lati del' " ufo " appena creato e mettendolo in un recipiente adatto porlo nell' abattitore alcuni minuti oppure nel freezer (  nei posti dove fa freddo abbastanza già di per se tipo - 20 gradi lasciare a temperatura ambiente ) , passato il tempo necessario riprendere l' " ufo "  e bagnarlo nell' uovo sbattuto °( sabatterlo  senza esagerare che senno lo tirate tutto di fuori sporcando a destra e sinistra o al limite rompete la ciotola in cui è messo e ci sta anche che vi fate del male ) mischiato al parmigiano , quindi andare ad impanarlo come fosse una milanese ( la famosa cotoletta non una femmina di MIlano )  , l' impanatura dovra' essere doppia (  per i megalomani anche tripla o superiore )

friggere il tutto in olio caldo ma non troppo e mangiare ( non tutto ion un boccone che senno vi " Aggobbiate " e ci sta' che rimanete senza respiro ) bervi dietro qualcosa che avete in casa ( và bene anche l' acqua comunale ) e aspettare

dopo un tot di tempo vedrete che sentirete il bisogno di andare al gabinetto e di corsa per svuotarvi lo stomaco ,  una volta espletato questa funzione così naturale che tutti accomina potrete dire ........

FATTO E CAGATO !!! senza tema di essere smentiti da chicchesia

alla prossima puntata di COTTO E CAGATO -......