lunedì 28 novembre 2011


Milan – Chievo 4-0 - il Chievo và e lezione di calcio dal MIlan


il Chievo finalmente ha avuto dal Milan quello che desiderava da sempre e cioè una bella lezione di calcio giocato dal vero e non raccontato o spiegato tramite le parole, parole che per quanto esaurienti siano non riescono  a far capire fino al' essenza più vera quello che uno fa' o subisce in prima persona

la lezione

l' ha iniziato Ibra che ha fatto vedere ai giocatori del Chievo come si piglia una traversa subito dopo che una qualsiasi partita di calcio ha avuto inizio ,questi ammutoliti hanno assistito al' esecuzione di quanto preannunciato a bocca aperta ringraziando della dimostrazione il giocatore che poi ha regalato loro ulteriori consigli stavolta solo però verbalmente , a seguire vari giocatori del Milan han dato dimostrazione di possesso palla e trucchetti vari quindi la lezione è passata alla parte piu' importante di qualsiasi partita di calcio il GOL valido

il MIlan ha così fatto vedere ai Chievesi 4 modalità diverse attraverso le quali mettere il pallone dentro la rete avversaria senza che questi possino attaccarsi a d un cavillo di qualsiasi genere


il MIlan stava passando alla lezione successiva quando però l' arbitro fischiava la fine del primo tempo , primo tempo che in questo caso coincideva con la fine della prima parte della lezione

nell' intervallo Milan e Chievo  decidevano di comune accordo che i secondi 45 minuti di gioco, corrispondenti anche alla seconda parte della lezione di calcio, sarebbero stati lasciati usare dal MIlan al Chievo per dar modo a quest' ultimo di dimostrare quanto avevano appreso della lezione appena loro data

purtroppo il Chievo non dava segno di aver appreso alcunchè e malgrado gli incitamenti di tutti i giocatori del Milan volti a far fare bella figura ai Chievesi ( vedi  le azioni di favoreggiamento fatte dal MIlan  proprio con l' intento di agevolarli nel replicare  almeno uno  degli insegnamenti loro dati ) il Chievo non riusciva ad andare aldilà della semplice accettazione che quella che avevano davanti era una grande squadra da cui avrebbero voluto avere altre lezioni di calcio ed a cui loro, a questo punto della propria strada calcistica, non potevano fare nè traverse nè tanto meno gol e questo non per mancanza di voglia ma  solo per loro manifesta inferiorità.

Reti: 8′ pt Thiago Silva (M); 16′ pt e 43′ pt Ibrahimovic (M); 33′ pt Pato (M)




Crudeli show




http://www.gazzetta.it/Calcio/Squadre/Milan/27-11-2011/milan-caccia-juve--803883529145.shtml

ora e sempre  FORZA MILAN!! , perche il MILAn è una fede .......