venerdì 21 ottobre 2011

censimento ISTAT 2011 un aiuto alle domande piu' strane



il censimento 2011 è il quindicesimo censimento che avviene in ITalia , in quest' ultimo censimento le domande sono diventate di piu' e alcune sono particolareggiate e/o curiose mettendo in difficolta molte persone che han paura di sbagliare e si chiedono che cosa gliene frega all' Istat di determinate cose

sotto un aiuto a rispondere alle domande ritenute piu' strane


lista domande a dir poco curiose

1 ) quanti peli hai al culo ?

per rispondere a questa domanda si dovrebbe farsi fare una conta da altra persona di peli effettivi che ogni persona ha nel suo culo è pero previsto un range piuttosto vario e il dato inoltre non verrò controllato, quindi potete mettere un numero a scelta che tanto è uguale

quanto pisci in un anno ?


anche questa domanda tocca l' intimità delle persone , senza contare poi che nessuno penserebbe mai di misurare la quantità di urina  fatta ogni volta , consigliamo di mettere una risposta a caso che tanto voglio vedere come la contestano

dove sei andato in vacanza ?

qui le risposte consigliate sono svariate si consiglia però di non rispondere:
in culo!,dove c***o mi pare,a te che te frega ? etc
ma di dare risposte gentili anche se non vere tipo:
al mare, in campagna, in montagna, in giro, un pò lì e un pò là, sulla luna, su marte, sottoterra,non ricordo etc

che sistema di riscaldamento usi ?

risposte
mi dò fuoco a tratti.
dò fuoco alle bollette/avvisi pubblicitari,cartoni, finestre /mobilie di casa/piante d'arredamento, e a tutto quello che riesco a portare a casa,
uso il sistema benalli bis ma senza espansione cromata che sennò consuma troppo
vado all'ospedale o in altro posto statale che ha il riscaldamento acceso di suo
mangio un kilo di peperoncino all' ora etc etc

continua .....
____________________________________________________________________________________________

comunque sia per chi si preoccupa delle eventuali multe previste ai non consegnatori ( dai 200 alle 2000 euri ) bisogna dire 2 cose, la prima è che il censimento è stato spedito tramite posta ordinaria e quindi non ha ricevuta di ricevimento e quindi chi dimostra che lo avete ricevuto davvero  ?

poi e cosa molto più evidente è che bisogna essere sempre coscienti che quì siamo in Italia mica chissà dove , ma chi volete che controllerà mai tutti i censimenti consegnati se negli uffici c'è solo gente che pensa  at utto meno che a lavorare , un esempio dell' inefficenza Italiana è data dalla stessa Istat il cui sito aperto apposta per compilare il censimento online è andato quasi subito in tilt dimostrando ancora una volta l' inefficenza della burocrazia Italiana

certo fare il proprio dovere di cittadino è sempre una bella cosa ed in molti ogni qualvolta lo stato chiama risponderebbero volentieri
ma se poi anche un censimento diventa una rottura di palle una perdita di tempo reale causata dalle file per consegnare il modulo e quindi  per alcuni di soldi persi causa permesso dal lavoro

possibile che le domande del censimento siano realmente così importanti? non era meglio fare una cosa piu' stringata e facile magarai evitando di entrare nel privcato di ogni cittadino ?

ma poi se uno è gia un evasore di suo ( tipo questi industrialotti etc che portano i soldi all'estero e via discorrendo ) com'è possibile risponda a questo censimento senza mentire?

mha!! il consiglio è di riempirlo e consegnarlo comunque e anche se a volte viene in mente che con certe domande il censimento assomiglia piu' ad un agente delle tasse o comunque a qualcuno che poi vuole usare i miei dati per riusarli a suo uso e consumo e magari proprio contro il compilatore ignaro del possibile uso non certo a suo pro
riempirlo e consegnarlo magari con dati leggermente falsati che non si sà mai , infatti si sa che in Italia a pagare son sempre i soliti e che essere onesti almeno fiscalmente non porta da nessuna parte anzi molte volte danneggia chi lo è oltre chge farlo passare da " fesso " agli occhi di chi non lo è ( e son tanti )


curiosità ------------------ curiosità ------------------ curiosità ------------------ curiosità ------------------ 


risultati censimento


i risultati finali del censimento si avranno solo nel 2014 inoltrato ( sempre che non intervengano problemi ) e solo dopo allora sapremo qualcosa , per quel tempo chissà chi ci sara' al governo? e anche se saremo sempre in questo mondo o in questo paese e poi ormai quei dati saranno vecchi e probabilmente pur rispecchiando ( male ) uhn momento reale ormai non serviranno piu', coi cambiamenti epocali che stanno accadendo ora proprio sotto gli occhi di tutti è probabile che di qui al 2014 molte cose saranno cambiate e magari di molto , inoltre molte persone saranno decedute e altre nate, insomma la foro sara' , quando finalmente pronta , gia' sbiadita e non rispecchierà se non in parte modo i tempi del momento
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
il censimento come tutto ha un costo . come? non lo sapevi ?

il bello è che quello dell' Italia costa un tantino di piu' di quello degli altri paesi , chi sà il perche?, viene il sospetto che anche qui qualcuno ci mangi e parecchio.
 sotto un o schemino datato ma che fa' capire come vanno le cose in Italia e negli altri paesi ( non tutti ma alcuni )


_____________________________________________________________________________________

per approfondimenti dubbi etc ( reali ) ecco qualche link utile
http://censimentopopolazione.istat.it/
http://it.notizie.yahoo.com/guida-al-censimento.html
http://www.associazionedifesaconsumatori.it/comunicati-stampa/informazione/censimento-e-compilazione-le-faq-e-le-risposte/
http://lapulcedivoltaire.blogosfere.it/2011/10/lultimo-censimento-si-spera.html
http://www.dovatu.it/news/quanto-costa-il-censimento-2348/
http://italianimbecilli.blogspot.com/2011/10/censimento-violazione-della-privacy.html
http://www.giornalettismo.com/archives/147831/listat-spende-milioni-per-dirti-se-sei-gay/
http://www.blogncc.com/1306/censimento-2011-come-orientarsi-tra-strani-quesiti-e-bizzarrie.html