mercoledì 11 maggio 2011

LO SFOGO

a cura di ERtrucido

Era partito con grandi promesse, grandi progetti che aveva descritto con fare convincente a tutti gli Italiani e poi …..

... gli Italiani l’ avevano premiato dandogli la fiducia gia’ alla prima scesa in campo , al tempo non riuscì a far granche poiche’ il suo governo cascò prima del tempo ritornato dopo poco tempo alla guida del paese , rinnovava le promesse.e gli impegni ma poi….

.... Ora sta’ iniziando a scocciare oltre il dovuto con questo ripetere continuo delle solite titritere trite e ritrite, accuse a questo e a quello che poi alla fine lasciano il tempo che trovano ( cosi’ come hanno fatto le accuse a lui rivolte dai vari giornali) convinto che gli Italiani siano sempre gli stessi

Ed è vero, gli Italiani , più o meno sono sempre gli stessi solo che ora, possono verificare quanto promesso con quanto fatto realmente, perche’ poi alla fine quello che conta è il succo , dopo le tante parole e promese quello che resta col passare del tempo sono i fatti concreti le cose fatte veramente che danno il valore che meritano alle parole dette precedentemente. Che fanno capire se le promesse fatte con tanta convinzione erano solo promesse di marinaio. parole dette al vento e nulla piu'


ed ora è giunto il momento della verifica, il momento di abbinare le promesse alle cose fatte. Le parole dette alla realta del presente...........

Quello che vediamo tutti i giorni è una lite continua, quello che vediamo è un ‘attacco continuo tra poteri dello stato. Quello che vediamo ogni giorno è uno stillicidio perpetuo sia da una parte che dall’ altra, che occupa tutto il tempo altrimenti richiesto per affrontare problemi ben piu’ preponderanti, quello che vediamo è il contrario di quello che vorremmo vedere, quello che vediamo.non è quello che volevamo, non è queelo per cui abbiamo dato la fiducia

..................... Ma l’ITALIA merita questo? O merita di meglio ?

Mentre questi “ servi dello stato “ litigano tra loro . Lo stato ,che poi siamo noi ,affonda sempre piu’, la crisi che doveva finire un’ anno fa’ è sempre qui e sta’ pure bene in salute , le mosse per contrastarla si sono via via sempre piu’ rarefatte fin quasi a scomparire, il popolo sembra sia stato lasciato a se stesso, abbandonato da chi doveva cercare le giuste ricette anti crisi alla sempre valida ricetta del “ arrangiati da te

Oltretutto siamo anche entrati in una guerra di cui nessuno sentiva il bisogno, una guerra le cui ragioni partono da molto lontano, oltre ciò i problemi anziche diminuire sembrano aumentare ogni giorno di piu’ e a tutti i livelli, sale l’ inflazione, i prezzi al dettaglio dei generi alimentari, il carburante diventa sempre piu’ proibitivo, non diminuiscono di un centesimo le tasse, anzi, aumentano le tariffe di tutti i servizi dati ai cittadini e così via di questo passo

Niente all’ orizzonte ci fa’ sperare che qualcosa cambi , i discorsi dei politici son, preso a poco, sempre gli stessi le loro promesse vuote come sempre.la loro cerchia sempre la stessa i ricambi tutti presi dal loro pascolo che si rigenera continuamente di falsi profeti, anche chi sembrava migliore piano piano sta diventando null’altro che una brutta copia di quello che all’ inizio combatteva e voleva cambiare

Non c’e’ niente da fare non è il sistema sbagliato in se’ sono gli uomini che sono quel che sono

Non è tempo di barzellette e storielle piu’ o meno comiche dette giusto per farsi benvolere o per farci indorare l’ amara pillola necessaria per via che le cose cambino, son tempi di scelte mirate , gente seria e onesta, che non ci sorrida per poi incularci ma che ci dica cosa bisogna fare per risollevare un paese che ha lottato per diventare tale . Un paese con una storia da ammirare alle sue spalle ,un paese che merita un destino migliore di quello che s’intravede all’ orizzonte

È tempo di lasciare alla gente di spettacolo il palcoscenico e i gossip è tempo per i politici di rientrare nei loro ranghi , di comportarsi con la serieta’ dovuta al ruolo che ricoprono , di chiudersi nei loro luoghi per uscirne con soluzione serie rilasciate senza tanto chiacchiericcio e accettate da tutti non per patti segreti ma perche’ veramente valide e se non ne sono capaci è giusto che lascino il ruolo ad altri e tornino al loro vecchio status, senza aspettare che venga alla luce uno scandalo o chissa che costruito od arte o vero che sia

È utopia chiedere a dei servi dello stato di servire lo stato e non di farsi i ***** loro ?
tra poco si deve ritornare a votare , quanta tristezza il sapere che un diritto garantito dalla costituzione poi alla fine non serva a granche' se non allo sciegliere i meno peggio

dove sono i Garibaldi odierni, i fratelli Bandiera, i Mameli , gli eroi d'un tempo si sono estinti per sempre o esistono ma non riescono ad emergere schiacciati da un sistema che schiaccia chi non segue i dettami dati .. speriamo di no.....