venerdì 18 marzo 2011

in occasione del centocinquantennale dello stato Italiano


_______________________________________________________________________________________
ITALIANI CHE HAN ( DI ) SFATTO L' ITALIA

Piccolo elenco...

1992
15 Gennaio. Tredici avvisi di garanzia per falso, depistaggio e alto tradimento, sono emessi nei confronti di generali e colonnelli dell'aeronautica in relazione alla strage di Ustica, cioè la caduta (abbattimento?) di un aereo dell'aviazione civile, sul cielo di Ustica.
21 Gennaio. Due giovani del Maghreb sono aggrediti e feriti a Roma da facinorosi. La politica razzista del governo italiano continua a dare i suoi frutti nefasti.

17 Febbraio. Il socialista Mario Chiesa, presidente della casa di riposo Pio Albergo Trivulzio di Milano, viene arrestato mentre riceve una tangente di 7 milioni. È l'inizio della inchiesta sulla corruzione di stato che verrà chiamata "Mani Pulite".

15 Aprile. Nella sua relazione, il presidente della commissione parlamentare stragi, Libero Gualtieri, sostiene la tesi della illegalità della formazione statale segreta "Gladio" e ne traccia i torbidi legami con la cosiddetta "strategia della tensione".

22 Aprile. Iniziano, nell'ambito dell'inchiesta "Mani Pulite", gli arresti di imprenditori e politici con l'accusa di corruzione, concussione e abuso d'ufficio.

Maggio. Numerosi deputati e senatori di vari partiti (DC, PSI, PSDI, PDS, PRI) ricevono avvisi di garanzia per tutta una serie di illeciti (tangenti).

26 Giugno. La corte dei conti nega il visto al bilancio dello stato. La montagna di debiti è colossale.

10 Luglio. Per cercare di salvarsi, il governo vara una manovra finanziaria da 30.000 miliardi, rastrellando ed rubando risorse dappertutto. Il furto di stato si esercita anche sui conti correnti e sui depositi dei cittadini. È una rapina di proporzioni colossali. Gli italiani subiscono in silenzio.

30 Settembre. Il presidente e gli assessori della Regione Abruzzi sono arrestati per una truffa ai danni della Comunità Europea.



1993
Gennaio. Vengono arrestati o posti sotto inchiesta alcuni dirigenti del partito socialista. A Roma viene perquisita la sede centrale del PSI, uno dei massimi organismi di corruttela della vita politica italiana.
Febbraio. Vengono individuati, su un conto bancario, 7 miliardi intestati al segretario del PSI, Bettino Craxi, uno dei massimi responsabili della politica affaristica dello stato italiano.
Proseguono intanto, in tutta Italia, arresti e incriminazioni per appropriazioni e malversazioni.

Marzo. Per proteggere i ladri e il malaffare, il governo approva un decreto che depenalizza il reato di finanziamento occulto ai partiti e sottrae ai magistrati le inchieste in corso. Immediatamente hanno luogo in varie parti d'Italia manifestazioni spontanee contro il decreto, che non entrerà in vigore.
Intanto, si allunga la lista delle persone arrestate o inquisite.

29 Aprile. La camera dei deputati respinge a scrutinio segreto la richiesta di autorizzazione a procedere per corruzione e ricettazione nei confronti del deputato socialista Bettino Craxi. Il potere si autoprotegge.

20 Settembre. Dulio Poggiolini, presidente della commissione unica dei farmaci, viene arrestato. Nella sua casa verranno trovati lingotti d'oro e beni per svariati miliardi. Lavorare per lo stato rende!



1994
12 Maggio. Viene arrestato l'ex ministro della (mala)sanità, Francesco De Lorenzo. Imbrogli e ancora imbrogli!
5 Luglio. Il generale della guardia di finanza Giuseppe Cerciello e altri 5 alti ufficiali vengono arrestato con l'accusa di corruzione.

13 Luglio. Il consiglio dei ministri approva il decreto Biondi (ribattezzato da altri "il decreto salvaladri"). A seguito di proteste viene ritirato e sostituito da un disegno di legge.

23 Luglio. A Catania sono arrestati l'ex ministro della difesa Salvo Andò e l'ex presidente della Regione Sicilia Sandro Nicolosi, per uno scandalo legato alla sanità.

29 Luglio. L'ex leader del partito socialista Bettino Craxi e il suo vice Claudio Martelli sono condannati a 8 anni e mezzo di reclusione per concorso in bancarotta fraudolenta. Erano stati versati loro 7 milioni di dollari dal banchiere Roberto Calvi (Banco Ambrosiano) sul 'conto Protezione'.

20 Settembre. A Napoli vengono emessi 98 mandati di cattura contro uomini politici, tra cui l'ex ministro dell'interno Antonio Gava, per collusione con la camorra.

6 Ottobre. Vengono sequestrati in Svizzera 15 Kg. di oro che farebbero parte del cosiddetto tesoro di Bettino Craxi.

5 Novembre. Viene arrestato per tangenti l'ex ministro dei lavori pubblici Giovanni Prandini.

6 Novembre. Una alluvione devasta le province di Cuneo, Asti e Alessandria, facendo 64 morti e lasciando senzatetto 10.000 persone. La cura del territorio non ha mai interessato lo stato.

22 Novembre. Si scopre che la "banda della Uno bianca" che da circa quattro anni terrorizza l'Emilia Romagna con rapine e omicidi è composta da ... poliziotti. La polizia di stato la trovi dappertutto!

20 Dicembre. A Roma termina il processo agli "uomini d'oro" del Sisde con condanne fino a 9 anni di carcere. L'ex direttore Riccardo Malpica viene condannato a 3 anni e 3 mesi.



1995
13 Febbraio. A Palermo, l'ex ministro Calogero Mannino e l'ex senatore Vincenzo Inzerillo, vengono arrestati per associazione mafiosa.
28 Marzo. A Bari sono arrestati per tangenti il sindaco della città e il direttore della 'Gazzetta del Mezzogiorno'. Arresti domiciliari per gli ex ministri Vito Lattanzio e Rino Formica. Sono inoltre inquisiti 5 magistrati.

Giugno. Si dimette il prefetto di Napoli, Umberto Improta, dopo aver ricevuto un avviso di garanzia (modo garbato per dire che è sotto inchiesta giudiziaria).

26 Giugno. Vengono recuperati 32 miliardi di tangenti versate da imprese di telecomunicazione all'ex direttore dell'azienda di stato per i servizi telefonici, Giuseppe Parrella.

27 Settembre. La legge finanziaria presentata dal governo Dini prevede tagli alle spese e nuove entrate per 32.500 miliardi. Il furto continua.

6 Ottobre. Viene arrestato l'ex ministro del Bilancio, Cirino Pomicino, con l'accusa di concussione e estorsione.

11 Ottobre. A Torino, circa 60 giovani armati di bastoni e coltelli minacciano di dare l'assalto ad alcune case abitate da immigrati. La cultura statale basata su nazionalismo e xenofobia beceri ha fatto altri proseliti.

5 Dicembre. L'Inps (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale) dichiara di avere (imprevidentemente) accumulato 21.600 miliardi di deficit. Questo, nonostante un colossale travaso di fondi pubblici nelle sue casse (oltre 70mila miliardi). Altro che previdenza!



1996
8 Febbraio. Trenta finanzieri del nucleo di polizia tributaria di Milano vengono indagati dalla procura per associazione a delinquere. Fiamme gialle, ma mani sporche!
12 Marzo. Viene arrestato per corruzione il presidente dei giudici per le indagini preliminari di Roma, Renato Squillante. Avrebbe ricevuto denaro per "addomesticare" alcuni processi.

16 Aprile. Viene condannato a 8 anni e 3 mesi l'ex presidente del consiglio, Bettino Craxi, per tangenti ricevute per la costruzione della metropolitana milanese.

30 Maggio. L'ex ministro dell'interno, Antonio Gava, è condannato a 5 anni di carcere e all'interdizione perpetua dai pubblici uffici, per aver intascato una tangente di 300 milioni per la costruzione dell'ospedale di Vico Equense.

15 Settembre. Viene arrestato l'amministratore delegato delle ferrovie dello stato, Lorenzo Necci, in quanto uno degli esponenti di primo piano di una rete di tangenti.

13 Novembre. L'ex presidente del consiglio, Bettino Craxi, viene condannato in via definitiva a 5 anni e mezzo di carcere per corruzione in riferimento alle tangenti ricevute per l'affare Eni-Sai.



1997
28 Marzo. La corvetta Sibilla, della marina militare italiana, sperona nel canale di Otranto una imbarcazione carica di profughi albanesi scaraventandoli in mare. Muoiono 89 persone.
È una strage di stato.
6 Giugno. A quattro anni di distanza dalla missione ONU in Somalia, emergono dati raccapriccianti su torture perpetrate dai paracadutisti italiani della divisione Folgore nei confronti di giovani somali. Risultano anche distruzioni gratuite di abitazioni civili per seminare il terrore. Sono coinvolti come massimi responsabili i generali Bruno Loi, Giampiero Rossi e Carmine Fiore. L'esercito italiano si rivela per quello che è : una organizzazione criminale al cui interno si nascondono sadici e aguzzini.

7 Giugno. Un tribunale di Mogadiscio (Somalia) formula le seguenti denunce nei confronti dell'esercito italiano presente in Somalia con alcuni reparti ai tempi della missione 'Restore Hope' : 43 casi di violazione dei diritti dell'uomo, 11 omicidi, 19 casi di tortura, oltre ad una numerosa serie di violazioni e distruzioni della proprietà. Ci sarebbero anche episodi di stupro nei confronti di donne somale.



1998
20 Gennaio. Viene chiesto il rinvio a giudizio per il parlamentare Umberto Bossi con l'accusa di attentato contro l'integrità dello stato. Roba da matti!
9 Aprile. Il generale dei carabinieri Francesco Delfino viene accusato di avere estorto un miliardo alla famiglia dell'imprenditore Giuseppe Soffiantini per favorirne la liberazione. Il generale sarà condannato a 3 anni e 4 mesi di carcere. L'attitudine all'estorsione sembra connaturata ai servitori dello stato.

5 Maggio. A seguito dello smottamento di un costone del monte sovrastante, una valanga di fango si abbatte su due paesi della Campania, Quindici e Sarno. Vi sono più di 100 morti. Le case, sorte come funghi in una zona a rischio di frana, nel più totale disinteresse delle amministrazioni statali, hanno contribuito a provocare la tragedia. Un disastro voluto e annunciato.

3 Luglio. Viene posto sotto sequestro il Policlinico Umberto I a Roma dopo che 4 pazienti sottoposti a intervento hanno perso un occhio per una infezione contratta in ospedale a seguito dell'operazione. Una ispezione di controllo riscontra 411 infrazioni alle norme di igiene e sicurezza.
Ospedale di stato, pericolo assicurato!

23 Novembre. Viene arrestato il questore di Milano, Francesco Forleo, per l'uccisione di Vito Ferrarese nel giugno del 1995, omicidio compiuto dal questore per difendere il monopolio statale nella vendita dei tabacchi.



1999
13 Gennaio. Due dipendenti dell'intendenza di finanza e un vigile urbano sono arrestati, assieme ad altre persone, con l'accusa di avere truccato le estrazioni del lotto. L'imbroglio come pratica di vita!
23 Aprile. L'ex presidente vicario del Tribunale di Milano, Diego Curtò, viene condannato a tre anni di carcere per corruzione.

26 Aprile. Il sottosegretario al Tesoro, Stefano Cusumano, il senatore Pino Firrarello, ex componente della commissione antimafia, e l'assessore all'industria della Regione Sicilia, sono accusati di avere pilotato appalti pubblici per favorire un'impresa controllata dalla malavita locale.

29-30 Aprile. Dopo il Lotto, la Sisal (Superenalotto, Totip, Corsa Tris) viene investita dallo scandalo con l'accusa di essersi appropriata di una parte delle vincite non distribuite. Si parla di una cifra intorno ai 50 miliardi di lire.

26 Maggio. La maggioranza del parlamento vota, in via definitiva, a favore della concessione di soldi ai partiti sotto la dicitura di "rimborsi elettorali". I rappresentanti del popolo rappresentano soprattutto le proprie tasche.

27 Maggio. Una motovedetta della guardia di finanza sperona un gommone nel canale di Otranto causando la morte di 5 persone appartenenti alla stessa famiglia (due bambini, due donne e un uomo). È l'ennesima strage di stato.

3 Giugno. Nove persone, tra cui l'ex presidente della regione Campania, Antonio Rastrelli, vengono arrestate con l'accusa di abuso d'ufficio, associazione a delinquere, truffa, frode, in relazione agli affari connessi con il Tav (Treno ad alta velocità).

8 Giugno. Ventisette persone tra cui professionisti, docenti universitari, burocrati, imprenditori, sono arrestate a Napoli con l'accusa di truffa, turbativa d'asta, violazione del segreto d'ufficio, per aver truccato le gare d'appalto sull'acquisto degli autobus per il trasporto urbano.

31 Agosto. In relazione ai fatti di Ustica (1980) in cui morirono 81 persone per la caduta di un aereo di linea, dieci generali vengono rinviati a giudizio per depistaggio delle indagini. Il cumulo di falsità eretto dai vertici militari per coprire le loro responsabilità è stato gigantesco.



2000
20 Gennaio. A seguito della missione Arcobaleno (aiuti umanitari all'Albania), vengono arrestati sotto l'accusa di peculato continuato e aggravato, Massimo Simonelli (capo della missione), Luciano Tenaglia (capo del campo aiuti di Valona), Alessandro Mobono e Silvia Lucatelli. I servitori dello stato servivano soprattutto le loro tasche.
3 Maggio. A seguito dei pestaggi di detenuti che hanno avuto luogo in Sardegna (Sassari) il 28 Marzo e il 3 Aprile, vengono arrestate 82 persone tra cui Maria Cristina Di Marzio (ex direttrice del carcere di San Sebastiano) e Ettore Tomassi (comandante della polizia penitenziaria). Sadismo e brutalità di stato!

Agosto. Un carcerato di origine tunisina ,Tbina Ama, denuncia di essere stato sottoposto a violenze da parte del personale del carcere. Un esame medico confermerà le violenze.

15 Ottobre. Si verificano alluvioni in Val d'Aosta e in Piemonte. Le prime cifre danno 8 morti, 3 dispersi e migliaia di sfollati. La cura e manutenzione del territorio è affidata allo stato per mezzo delle tasse pagate dai cittadini.

13 Dicembre. L'ex assessore ai lavori pubblici della Regione Lombardia, Milena Bertani, divenuta assessore al bilancio, viene arrestata in quanto coinvolta in favoritismi nella concessione di appalti e in un traffico di tangenti.



2001
Febbraio. Cinque giovani vengono fermati dalla polizia di stato e subiscono un pestaggio nei locali della Questura di Pistoia. Il disordine istituzionalizzato ha colpito ancora.
Febbraio. Dieci persone, tra cui alcuni ufficiali carcerari e personale medico del carcere di Potenza vengono indagati per gravi percosse e per falsificazione di certificati medici tendenti a coprire le violenze.

Aprile. Tre carabinieri sono posti sotto inchiesta per omicidio. Un uomo di origine tunisina era stato fermato dalla pattuglia dei carabinieri e fatto salire sulla loro vettura. Mezz'ora dopo il suo corpo era stato trovato nei pressi di una autostrada.

2 Luglio. Il presidente della provincia di Crotone, Carmine Talarico, viene arrestato con l'accusa di turbativa d'asta, concussione, peculato.

10 Luglio. In Campania, dieci agenti della Polstrada vengono arrestati per associazione a delinquere, concussione, peculato. Taglieggiavano i camionisti sull'autostrada A1 estorcendo denaro e merci.

11 Luglio. Il tenente colonnello dei carabinieri, Pietro Sica, e due sottoufficiali dell'arma dei carabinieri, sono arrestati a Napoli assieme ad altre persone con l'accusa di raccolta di informazioni riservate a scopo di ricatto.

20 Luglio. Durante il vertice del G8, un carabiniere uccide a Genova un giovane di 23 anni, Carlo Giuliani. Per ben due volte la camionetta dei carabinieri passa sul corpo del giovane steso a terra esanime.
Le cosiddette forze dell'ordine si accaniscono inoltre contro pacifici manifestanti mentre lasciano indisturbate alcune frange di violenti.
Il vice-capo della Digos genovese, Alessandro Perugini, viene ripreso da una telecamera mentre, da sadico aguzzino, sferra un calcio alla testa contro un ragazzo steso a terra e già sanguinante per le manganellate subite da altri poliziotti.

21 Luglio. Le cosiddette forze dell'ordine dello stato italiano danno l'assalto alla sede del "Genoa Social Forum" portando violenza e distruzione.
Viene assaltata anche, durante la notte, la scuola media Armando Diaz e vengono selvaggiamente picchiate parecchie persone che si trovavano alloggiate all'interno. Una azione oscena e immonda che, assieme ai pestaggi avvenuti nella caserma di Bolzaneto, farà parlare i giornali di tutta Europa della brutalità e violenza della polizia italiana.

2 Agosto. A seguito dei fatti di Genova vengono rimossi dai loro incarichi il vice-capo della polizia Ansoino Andreassi, il capo dell'Ucigos (antiterrorismo) Arnaldo La Barbera, e il questore di Genova Francesco Colucci. Questi sono solo alcuni dei responsabili delle violenze perpetrate dalle forze del disordine statale (polizia, carabinieri, guardia di finanza).

6 Agosto. Il Wall Street Journal esce con un articolo in prima pagina sulle violenze compiute dalla polizia di stato e dai suoi associati a Genova. Si parla di persone fatte inginocchiare e picchiate, di altre fatte denudare e lasciate in piedi, faccia al muro, per ore. Un comportamento abominevole, ma questo è lo stato!

9 Agosto. Due alpini muoiono in Kosovo dopo aver ricevuto l'ordine di uscita dall'elicottero militare quando il velivolo si trovava ancora a 60 metri dal suolo. Imbecillità o omicidio di stato?

21 Agosto. 143 poliziotti che presero parte all'assalto della sede del "Genoa Social Forum" vengono iscritti sul registro degli indagati. L'impunità ha dei limiti, o almeno si spera.

9 Settembre. Bustarelle e favori sessuali a funzionari di ambasciate italiane in cambio di visti di ingresso in Italia. L'amministrazione italiana, marcia fino al midollo, assomma al razzismo e alla discriminazione il ladrocinio e la corruzione

25 Settembre. Il prefetto di Roma, Giuseppe Romano, e il prefetto di Siracusa, Francesco Alecci, vengono arrestati per abuso di ufficio, falso e truffa. Sono arrestate anche altre 5 persone, tra le quali un vice prefetto. Questi sono i rappresentanti dello stato, l'incarnazione della legge e dell'ordine!

Per ulteriori informazioni sui crimini commessi dallo stato italiano nel corso del 2001 si veda il rapporto 2002 di Amnesty International al seguente indirizzo:
http://web.amnesty.org/



2002
26 Aprile. A Napoli, dopo quasi un anno e mezzo di coperture, emergono i primi dati sul raid squadristico compiuto nel Marzo 2001 contro decine di manifestanti da parte della locale banda armata nota sotto il nome di polizia di stato. Alcuni poliziotti vengono sottoposti agli arresti domiciliari con l'accusa di aver commesso gravi violenze personali, andando a prendere i feriti negli ospedali per poi ricoprirli nuovamente di botte, sputi, ingiurie e umiliazioni corporali di ogni genere.
Cento tra funzionari e poliziotti risultano indagati per violenze e maltrattamenti. Lo squadrismo di stato è presente sotto qualsiasi governo (in questo caso il governo di centro-sinistra del socialista Giuliano Amato) in quanto connaturato all'essenza stessa dello stato.
28 Maggio. All'Inail di Potenza (Basilicata) emerge l'ennesimo scandalo di tangenti in cambio di appalti.
Venti persone sono indagate, tra cui due deputati, un generale del Sisde, il vicepresidente della regione. L'accusa è di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione.

12 Luglio. Le consorterie mafiose note sotto il nome di partiti politici propongono di concedersi un aumento colossale delle loro rendite parassitarie pari a 125 milioni di euro l'anno. Da 4mila Lire per elettore a 5 euro, vale a dire più del doppio. La spudoratezza è inaudita come pure l'acquiescenza degli italiani.

12 Luglio. Un parlamento razzista e xenofobo espressione di un popolo razzista e xenofobo approva in via definitiva una legge razzista e xenofoba (Legge bossi-fini). Il clan mafioso denominato stato italiano ha riaffermato ancora una volta il controllo mafioso sul territorio Italia e sui suoi abitanti.
Che disgusto! E che miseria morale!

23 Luglio. La maggioranza dei consiglieri della Regione Lombardia si vota un aumento di stipendio pari a 1000 euro in più al mese. L'abbuffata continua.

20 Agosto. Cinque marinai che hanno soccorso alcune persone in mare sono accusati dalla procura di Modica (Sicilia) di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.
Magistrati fa rima con barbari e disgraziati o con pazzi e stralunati?

21 Agosto. Giornalisti, Magistrati e poliziotti si scatenano con una serie di accuse nei confronti di 5 individui che avevano visitato una chiesa di Bologna portandosi dietro (orrore!) una cinepresa. Li si accusava di preparare un attentato in quanto terroristi. Si è scoperto poi che erano semplici turisti.
E se i terroristi fossero i magistrati, i poliziotti e i giornalisti?

6 Settembre. Il governo batte cassa e chiede 800 euro a persona per regolarizzare (cioè schedare) i lavoratori provenienti da paesi extra-europei. Razzismo e affarismo a braccetto sotto il segno dello statismo.

27 Settembre. Al Comune di Napoli scoppia lo scandalo degli stipendi gonfiati. Si arrivava sino a 16mila euro al mese per voci accessorie fasulle. Con 13480 dipendenti, il Comune di Napoli è la più grande azienda del Mezzogiorno dopo la Regione Sicilia. Gli stipendi per il personale ingoiano il 42% del bilancio comunale, pari a 500 milioni di euro all'anno (quasi mille miliardi).



2003
1 Febbraio. Ventotto Pakistani vengono arrestati a Napoli. Il Corriere della Sera titola in prima pagina: "Volevano colpire basi Nato e sedi USA. Trovati tritolo, mappe e volantini".
Nell'edizione del 2 Febbraio il Corriere della Sera titola a tutta pagina: "Nel covo nomi di ufficiali USA e formule chimiche".
Il 3 Febbraio il Corriere della Sera ribadisce con estrema chiarezza: "Nel covo materiali per un'arma chimica".
Il 4 Febbraio esce un nuovo lungo articolo del Corriere della Sera sugli "Integralisti Pakistani in Italia".
13 Febbraio. Il Corriere della Sera titola: "Tritolo a Napoli, scarcerati i 28 Pakistani".
Ancora una volta ha luogo la losca collusione tra le forze del disordine (polizia, carabinieri) e le forze della manipolazione (giornalisti allarmisti e sciovinisti).
13 Febbraio. Venti imprenditori e undici tra dirigenti e impiegati dell'Anas vengono arrestati per corruzione e truffa. I funzionari statali ricevevano tangenti del 5% sui lavori appaltati, alcuni dei quali venivano creati provocando appositamente delle frane.

Maggio. Napoli. Salvatore Lezzi, Consigliere Circoscrizionale di Forza Nuova, viene arrestato sotto l'accusa di avere percepito tangenti in cambio di posti di lavoro. Si parla di 13mila euro per l'assunzione come addetto alla raccolta dei rifiuti.
La solita politica-spazzatura.

Luglio. 44 persone, tra cui il Preside, docenti, impiegati e studenti della Facoltà di Giurisprudenza (Università Statale) di Roma sono indagati per la vendita e l'acquisto di esami.

Ottobre. Puglia. Arrestati il sindaco di Brindisi (Centro Democratico, centrosinistra), il presidente del Consiglio Comunale (Udeur), due consiglieri comunali (uno di Città Nuova, centrosinistra e uno di Forza Italia, centrodestra), l'assessore ai Lavori Pubblici (Centro Democratico, centrosinistra) e un membro dell'Autorità Portuale. Per tutti accuse di corruzione, concussione e truffa. Le tangenti prese o pretese ammonterebbero a 2,5 miliardi di vecchie lire.



2004
Aprile. Dodici cittadini marocchini vengono assolti dalla corte di Assise di Roma perché "il fatto non sussiste". Crolla così l'ennesima montatura delle forze statali di polizia che avevano arrestato i cittadini marocchini nel febbraio 2002 con l'accusa di preparare un attentato all'ambasciata americana a Roma.
Maggio. Collusioni e mazzette nell'ambito degli appalti in Lombardia. Per la gestione dei contratti alla Regione Lombardia, all'aeroporto di Linate e alla Fiera vengono arrestate 8 persone con l'accusa di corruzione, turbativa d'asta e falso.

Maggio. Dopo aver trascorso quasi 2 anni in carcere, 3 egiziani abitanti ad Anzio risultano essere totalmente estranei riguardo alle accuse di terrorismo orchestrate dai servizi segreti dello stato italiano. Così la banda criminale, nota sotto il nome di stato italiano, diffonde rabbia e sconforto per le ingiustizie subite che sono i veri semi del terrorismo.

Tratto da:
http://www.polyarchy.org/basta/crimini/quindici.htmL