martedì 29 marzo 2011

Jacob Barnett il bambino che voleva riscrivere le leggi della fisica ( dal big bang in giu' , ma anche in su' )

" tanto per iniziare " dice il bimbo " non c'e' mai stato un big bang , ma piuttosto uno big booooooooooooom!!!!!, ,zing, zing,spatratrak,stio'! ,scrotloclo' e magari , nel mezzo, anche qualche bang piu o meno big e comunque in contemporanea ad esso anche qualche puf!, plin , stik!, pin,pin, ptiummm! etc.

poi se lo volete sapere la teoria della relativita' e relativa a se stessa e alla fine dice niente e il contrario di tutto, invece se date retta a me in capo a 100 anni, o poco più, vi spieghero io com'è che tutto ebbe inizio e anche come tutto finira' e se finira ; che poi la fine non sara' che l' ennesimno big BOoooM, SPATARATRAK, STIO'! STRUTUM. ARISTIO! che riniziera' il ciclo dall' inizio pur modificandolo, tra l' altro noi non siamo polvere ma polverone misto a piccole percentuali di materiale non ancora qualificato e non ancora catalogato in quanto incatalogabile poichè costituito da materia ancora non identificabile dalle strumentazioni attualmente esistenti dalle quali non viene rilevato per nulla, questo almeno fino ad oggi alle 12;30 e ciò vale per tutto E TUTTI o, per dirla con una parola sola anche se dialettale, per ognico'!!!!!.

...... Il mistero della vita, di come s'è creata dal nulla non esiste perchè dal nulla non nasce niente, il nulla non esiste perchè anche nell' ipotetico nulla c'è qualcosa che si sta muovendo e la gallina , il gallo e l' uovo non hanno fatto a gara a chi veniva prima al mondo ma ci son state portate tutte e tre assieme e comunque sempre assieme sono apparse ..." etc etc

insomma il bimbo sembra voler scombussolare l' ambiente della scienza mondiale ribaltandone quasi tutte le teorie esistenti , facendone conseguentemente altre totalmente nuove di zecca comprensive di una nuova spiegazione filologica in tutto e per tutto e di tutto che, secondo lui, renderebbe piu' convincente e comprensibile a tutti del perché, il per come e il come mai della quasi totalita dei vari fenomeni scentifici e non finora scoperti, formulati e/o anche solo ipotizzati; comunque sia e solo per dovere di cronaca ,pare che alla fine di una sua conferenza il ragazzo prodigio sia stato legato come un salame e portato in un reparto segreto della base segreta posta nell' area 51* famosa zona situata nel sud dello stato statunitense del Nevada in quanto verso fine conferenza, iniziava a dare in incandescenza, a minacciare e in piu' lingue, i presenti e non, vaneggiando su possibili grandi catastrofi, arrivi di flotte, cambiamenti climatici, spostamenti di assi terrestri , trasformazioni ed evoluzioni di varie specie terrestri compresa la specie umana , attacchi provenienti dallo spazio e cosi' via e questo mentre in contemporanea seguiva 33 canali televisivi . costruiva un modellino della via lattea e cantava, intervallandone una al' altra almeno 15 opere liriche differenti ognuna con translazione nelle principali lingue parlate a livello planetario , per cui è stato creduto un alieno e per questo portato nell' area 51* dove assieme ai suoi simili ( o almeno cosi ritenuti ) ritroverà la tranquillità di tutti i giorni, raggiunta la quale sara risentito , più in là nel tempo, quando cioé sara un po' piu' stagionato, da esperti muniti di particolari armature e cuffie protettive ......

(continua sulla pagina originale )


Jacob Barnett di 12 anni frequenta già il college, il suo QI è superiore a quello di Einstein e per passione si occupa di una versione espansa della teoria della relatività. Fino ad ora ha strabiliato i professori, ma cosa fa oltre a questo? Mette in discussione il Big Bang chiaramente. Recentemente si è espresso così al The Indianapolis Star : "Ci sono due tipi diversi di fine per le stelle. Quando le stelle piccole muoiono, è come un piccolo poof. Diventano nebulose planetarie. Però quelle grandi, sopra 1.4 masse solari, finiscono in una grande esplosione, una supernova", dice Jake. "Nelle grandi stelle c'è molta massa e può fondere gli elementi più pesanti perchè è più densa". "Quindi hai tutti gli elementi, tutti i diversi materiali, da queste stelle grandi. Le stelle piccole, producono idrogeno ed elio e quando esplodono, tutto il carbonio che rimane in esse è nella nana bianca". "Quindi nella teoria del big bang, abbiamo una grande esplosione e c'è tutta questa temperatura che ne risulta e questa si riduce molto rapidamente, perchè è davvero grande. L'altro giorno ho calcolato che hanno questo periodo dove, suppongono, si creerebbe l'idrogeno e l'elio e, non mi preoccupo dell'idrogeno e dell'elio, però ho pensato, non dovrebbe esserci una sorta di carbonio?" Può continuare ancora e ancora, infatti lo fa.. "Altrimenti, il carbonio dovrebbe uscire dalle stelle e quindi la Terra, fatta principalmente di carbonio, non sarebbe qua. Quindi ho calcolato il tempo che sarebbe necessario per creare il 2% del carbonio nell'universo, dovrebbero essere alcuni micro-secondi. Oppure un paio di nanosecondi o qualcosa del genere. Un periodo estremamente breve. Più rapido di uno schiocco di dita. Questo non accadrà." "Per questo, significa che il mondo non sarebbe stato creato, perchè il carbonio non avrebbe avuto 7 miliardi di anni per fondersi. Dovremmo essere antichi di 21 miliardi di anni...e questo manderebbe tutto all'aria." Jacob non ha iniziato a parlare prima dei due anni e gli è stata diagnosticata la Sindrome di Aspergers, una forma di autismo. Sua madre, Kristine, ha riferito allo Star che aveva problemi a dormire perchè vedeva i numeri nella sua mente. "In un periodo di due settimane si è seduto e ha appreso tutta la matematica della scuola superiore. Ha passato i test di algebra 1 e 2, geometria, trigonometria e calcolo". A 8 anni Jacob è entrato nella classe di astrofisica avanzata della University-Purdue University Indianapolis (IUPUI) dove spicca come brillante studente. Il Professor John Ross ha detto, "I bambini della sua età faticano a sommare le frazioni e lui aiuta i suoi compagni e potrebbe aiutare l'università fra poco. Jacob ha iniziato a lavorare su una teoria espansa della relatività". Aggiunge il Prof.Scott Tremaine, "La teoria su cui lavora riguarda molti dei problemi più duri in astrofisica e fisica teoretica, chiunque li risolva è pronto per il Premio Nobel."

per ora al ragazzo è stato consegnato il primo premio dei secchioni che consisteva in un secchio pieno di segatura e sale grosso ( chiaro riferimento al contenuto della sua testa )

n.b.
dice qualcuno che nello svolgere l'ersercizio matematico in realta' il bimbo prodigio abbia commesso errori anche notevoli ma per confermarlo ci vorebbe uno che ce ne capisce.... il bimbo anche se è un genio nel campo di cui sopra non lo è in tanti altri.

ad esempio l' altro giorno è stato cacciato, dal gestore di un negozio di generi alimentari, poichè era da 3 ore che teneva occupato il distributore di " palle con sorpresa dentro " poiche' , a suo dire stava studiando le giuste mosse per fare in modo che la palla che sarebbe fuoriuscita dopo l' inserimento della moneta e delle sue mosse, avesse , al suo interno, la sorpresa da lui voluta; ,in tutto questo pero' non permetteva ad altri bimbi di avvicinarsi o di usare la sopra detta macchinetta causando così la formazione di una fila di bimbetti/ e loro corrispondenti genitori , che col passare del tempo s' imbufalivano sempre più ....

dice che il negoziante uscito fuori a vedere che succedeva, un po' lo è stato a sentire ma poi, senza pensarci tanto sopra con un unica mossa lo ha allontanato ( pare gli abbia dato un calcio in culo.... )
______________________________________________________________________________

cosa c'è sotto il di Lago Vostok ?




Gli scienziati stanno perforando il ghiaccio che separa questo gigantesco specchio d'acqua dalla superficie. Sotto potrebbero trovare organismi e vegetali mai conosciuti, rimasti nascosti al resto del pianeta per 30 milioni di anni

Cinque metri e dieci mesi. Tanto separa gli scienziati russi dalla superficie del lago Vostok, il più grande e profondo degli specchi d'acqua nascosti sotto il ghiaccio dell'Antartide formatosi 35 milioni di anni fa e rimasto isolato da almeno 15 milioni di anni.

Assomiglia agli oceani ghiacciati che ricoprono Europa, il satellite di Giove, e potrebbe nascondere tracce di forme di vita sconosciute. Il rischio, però, è che l'ultimo tratto di trivellazioni contamini l'ambiente, invalidando ogni ritrovamento.

Ma i ricercatori russi hanno un piano: un sensore segnalerà il contatto con l'acqua, a quel punto la trivella sarà estratta e l'acqua risalirà lungo il buco congelandosi immediatamente. Così potrà essere estratta dalle trivelle senza che queste tocchino la superficie del lago.

Dubbi a parte, una volta prelevati, ad analizzare i campioni alla ricerca di materiale genetico sconosciuto non saranno solo gli scienziati russi: diversi altri laboratori sparsi in tutto il mondo verranno impegnati in verifiche indipendenti.

____________________________________________________________________________




per approfondimenti

http://it.wikipedia.org/wiki/Lago_Vostok
http://www.liceoberchet.it/ricerche/geo5d_04/Antartide/lago_vostok.htm
http://www.adapage.com/magazzino/vostok.htm

presto sapremo come stanno le cose veramente , per ora solo congetture.......
__________________________________________________________________________

le ultime scansioni hanno rivelato che sotto la crosta di ghiaccio ci sarebbe dell' acqua sia salata che dolce nelle versioni naturale e più o meno gassata, molto piu sotto poi e a varie altezze ci sarebbero svariati oggetti per ora catalogati come " strani " tra i tanti oggetti uno in particolare ha colpito la curiosita' dei ricercatori tanto da convincerli ad accellerare la perforazione onde abbreviare i tempi; pare infatti che tra i tanti ufo interi e a pezzi ,i relitti di epoche imprecisate , le strane armi ,i blocchi di non si sa bene cosa da cui scaturirebbe una potente energia, le svariate forme di vita sconosciute e non sia stata notata una forma di Parmigiano e i ricercatori temono che lo sbalzo di temperatura e i tremolii dovuti all' escavazione alterino il suo sapore , al posto di domandarsi " come puo' esserci una forma di parmigiano li' " si domandono solo " che ci possiamo mangiare assieme ? "