martedì 23 novembre 2010

in aiuto ai bevitori dopo l' entrata in vigore del nuovo codice stradale

dopo l' entrata ufficiale delle regole del nuovo codice stradale i cittadini amatori del nettare di bacco ( e degli altri alcolici ) , sono preouccupati , come unire il loro " hobby " del bere con le nuove regole altamente restrittive ?

ancora nessuno sa bene come fare a continuare la propria vita di sempre rispettando le regole , i kit che misurano il grado di alcol in corpo sono spietati , non danno chanse , restituiscono il dato nudo e crudo , senza mediare attraverso alcun tipo di scusa. quello è il dato e quello resta.

e il piu' delle volte 'sto dato dice che non puoi metterti alla guida , che devi aspettare ti si abbasssi il grado alcolico e allora che fare ?

ognuno ha la sua soluzione , fra le tante c'e anche quella di leggersi una lista di carattere umoristico che tratta dell' alcol in generale troverete dopo una " tranche "di info sull' argomento in analisi la prima parte della lunga lista umoristica.
________________________________________________________________________________________

questa l' informativa diffusa dalla confesercenti

La legge 29 luglio 2010, n. 120, recante “Disposizioni in materia di sicurezza stradale”, ha stabilito, tra le altre cose, che bar, ristoranti, alberghi, circoli, club, posteggi in fiere e sagre, agriturismi che proseguono la propria attività oltre le ore 24, devono avere un apparecchio di rilevazione del tasso alcolemico, di tipo precursore chimico o elettronico, a disposizione dei clienti. Devono altresì esporre all'entrata, all'interno e all'uscita dei locali le apposite tabelle alcolemiche.

Dette disposizioni si applicheranno dal 13 novembre 2010. ( quindi sono gia in vigore )

L'inosservanza delle disposizioni comporta la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 300 a euro 1.200.

L’apparecchio di rilevazione del tasso alcolemico, da mettere obbligatoriamente a disposizione dei clienti, viene tecnicamente descritto come “di tipo precursore chimico o elettronico”. Il Ministero dell’interno, ha in ogni caso chiarito che “non occorre un etilometro omologato, ma basta un precursore chimico, anche monouso”.

I Dirigenti del Servizio di Polizia Stradale del Ministero dell’interno hanno aggiunto che, attualmente, gli apparecchi di rilevazione del tasso alcolemico sono di tre tipi:

· a infrarossi – circa € 4.000,00

· elettrochimici – da € 80,00 a € 500,00

· colorimetrici (monouso) – da € 2,00 a € 5,00 possono essere consegnati ai clienti dal titolare o gestore dell’esercizio direttamente o mediante apparecchi distributori automatici

Nessuna norma obbliga i titolari o gestori degli esercizi a mettere a disposizione dei clienti detti apparecchi gratuitamente fermo restando che gli apparecchi, a richiesta del cliente, devono essere disponibili, pena l’applicazione delle

nel sito omniauto compare il seguente post

Gratis o a pagamento ?

I locali che restano aperti dopo la mezzanotte (come discoteche, bar, ristoranti, sale giochi, circoli privati) devono mettere a disposizione dei clienti un precursore per la misurazione del tasso alcolemico: lo prevede la Legge 120/2010. Così chi supera la famigerata soglia del mezzo grammo di alcol per litro di sangue non può (o meglio, non dovrebbe) guidare l’auto. Con l’eccezione, però, dei neopatentati, per i quali vige la tolleranza zero: chi ha la patente da meno di tre anni non può bere neppure un goccio d’alcol.

MA QUALI ETILOMETRI…
Attenzione, il precursore non ha proprio nulla a che vedere con l’etilometro in uso alle Forze dell’ordine. È invece un dispositivo che la Legge 120 definisce chimico o elettronico: nel primo caso, si tratta di uno strumento “usa e getta”, ed evidenzia il superamento del mezzo grammo colorandosi in un certo modo (di solito di rosso); nel secondo caso, un display indica il tasso. Non hanno nessun valore legale. Di tutt’altro tipo gli etilometri delle Forze dell’ordine: sono sofisticati e hanno chiaramente valore legale.

A PAGAMENTO? LA LEGGE NON LO DICE ( ma neanche lo nega )

Di sicuro, per Legge, il precursore dev’essere collocato all'uscita del locale: l’uso da parte del cliente è facoltativo. Ma è anche gratuito? Secondo OmniAuto.it, sì. La Legge non parla né di prova gratuita né di prova a pagamento. Dice solo che il “precursore chimico o elettronico è a disposizione dei clienti che desiderino verificare il proprio stato di idoneità alla guida dopo l'assunzione di alcol”. Non si capisce quindi l’origine della notizia su Internet, secondo cui il gestore può decidere se far pagare per l'utilizzo del precursore. A tal fine, servirebbe un chiarimento da parte del Governo, per spazzare via ogni dubbio: l’automobilista deve pagare ogni volta che soffia nel precursore? L’unica certezza è che i locali sono sottoposti a sanzione se non dispongono del dispositivo: da 300 a 1.200 euro.

http://www.omniauto.it/magazine/14077/precursore-nei-locali-lo-faranno-pagare

-------------------------------------------------------------------------------------------------
documentazione varia

Scarica la Tabella SINTOMI in vari formati di stampa (2 Mb)
Scarica Tabella QUNTITATIVI in vari formati di stampa (3.Mb)
Scarica il documento "Esposizione tabelle"
Scarica il documento "CIRCOLARE n. 73/2008"
Scarica il documento "Nota n° 2 - Tabelle alcolici"
Scarica il documento "Allegato 2 - CIRCOLARE n. 74"
Scarica il documento "Tabella sintomi - Pag.1"
Scarica il documento "Tabella sintomi - Pag.2"
Scarica il documento "Tabella quantità"

L'alcool (1a parte)

1. L'alcool e' un liquido prezioso: conserva tutto... tranne i
segreti. (Cary Grant)

2. Puli' la sua macchina da scrivere con dell'alcool, poi comincio' a
scrivere battute di spirito. (Giancarlo Tramutoli)

3. Una signora telefona al dottore: "Dottore, mio figlio di 6 mesi sta
male?". "Da quanto tempo?". "Dall'ora di pranzo". "E cosa ha preso?".
"Due dita di vino". "Ma come! A quell'eta' deve prendere solo latte!".
"Come?! Del latte con le cozze?!".

4. Oggi sono andato al bar con un negro: io ho bevuto un negroni, lui
un bianco secco. L'integrazione razziale e' possibile!

5. Al bar: "Tequila, grazie!". "Mi dispiace, abbiamo solo the Ati!".

6. Sale il costo della benzina, dell'alcool, delle sigarette. Farsi un
cancro diventa un lusso.

7. "Mi stai prendendo per il culo" come disse la bottiglia di
Champagne.

8. Dal droghiere: "Una bottiglia di vino". "Bianco o rosso?" "E' lo
stesso, tanto mio padre e' daltonico!"

9. Cos'e' il cognac ? Il maric della sorec!

10. Cos'e' il vermuth ? E' un animaluth che strisciuth (per altri e'
un liquore a base di vermi).

11. E' meglio stare con i piedi per terra: in vino veritas, in scarpe
Adidas. (Banda Osiris)

12. Qual e' la differenza fra un umorista e un fantasma? L'umorista e'
un uomo di spirito, il fantasma e' lo spirito di un uomo.

13. Un tale, soffrendo di forti dolori al ventre, va dal dottore per
farsi curare. Il dottore chiede allo sventurato: "Lei beve?". E il
tale risponde: "E bevemo!".

14. "Le avevo consigliato un grappino e poi un bagno caldo, per il suo
raffreddore. Perche' non ha seguito la mia prescrizione?". "L'ho
seguita dottore, ma il bagno caldo non ce l'ho proprio fatta a berlo
tutto!"

15. Sono una ragazza educata, non bevo, non fumo, non dico le
parolacce... Cazzo mi e' caduto il sigaro nel grappino.

16. Qual e' l'insetto che e' sempre al bar? L'a...peritivo!

17. Che differenza c'e' fra un oste e uno stronzo? L'oste mesce il
vino, mentre lo stronzo m'esce dal culo.

18. Il povero cordiale tira a ... Campari ? (Zap)

19. Un rappresentante di vini una sera riceve una telefonata: "Ce l'ha
una bottiglia di Chianti del 59? ". "Certo ". "Ma proprio del 59? ".
"Certo, io le ho di tutte le annate! ". "Bene, allora se la infili
dove dico io! ". Dopo di che il tipo riattacca e il rappresentante
incavolato nero se ne va a letto bestemmiando. Dopo mezzanotte suona
di nuovo il telefono: "Pronto? Qui e' la stazione dei carabinieri. Per
caso le ha telefonato un maniaco che le ha chiesto se aveva una
bottiglia di Chianti del 59? ". E il rappresentante di vini: "Si',
certo, e mi ha anche detto 'se la infili dove dico io' !". Il
brigadiere allora gli chiede: "E questo quanto tempo fa e' successo?
". "Ma, circa 4 ore fa". E il tipo al telefono: "Beh, allora se la
puo' togliere; ora e' sicuramente a temperatura ambiente! ".

20. Durante un banchetto di nozze Maria, ricordando un precedente
miracolo, avverte Gesu' che e' finito il vino. Gesu' fa riempire degli
otri d'acqua, fa un gesto, e poi mesce ai convitati un liquido che
sembra Brunello di Montalcino. Tutti bevono a garganella, ma poi
prorompono in atroci bestemmie. Si trattava di una soluzione di aceto
e sale inglese. "Birichino, dice Maria a Gesu', una ne fai e cento ne
pensi!". Abbiamo trasmesso: "La Cana delle beffe".

21. Perche' i carabinieri bevono vino al metanolo? Perche' hanno
saputo che fa aumentare di grado.

22. Non bere mentre guidi. Potresti avere un sobbalzo e rovesciare la
tua bevanda. (Don't drink and drive. You might hit a bump, and spill
your drink).

23. Se il mare fosse vino, io sarei un sottomarino.

24. L'alcool puo' accorciare i tuoi giorni, ma certamente allunga le
tue notti.

25. Se avete intenzione di affogare i vostri problemi nell'alcool,
tenete presente che alcuni problemi sanno nuotare benissimo. (Robert
Musil)

26. Non piangere mai sul whisky versato. (Jack Lemmon in "A qualcuno
piace caldo", 1959)

27. E' inutile continuare a versare Rhum: uno stronzo non diventera'
mai un baba'.

28. Non esistono donne brutte. Dipende solo da quanta vodka bevi
(proverbio russo).

29. Il vino e' nemico dell'uomo. Chi fugge davanti al nemico e' un
vigliacco. (Anonimo Veneto)

30. Ma dottore, io mangio un sacco di frutta. Metto sempre tre
ciliegine in ogni Manhattan! (Martin Short)

31. Favola russa. C'era una vodka... (Gino Patroni)

32. Che differenza c'e' tra un oste e Dante Alighieri? L'oste mesce
VINI DIVERSI, Dante scrive VERSI DIVINI!

33. Due scozzesi sono cresciuti insieme nello stesso villaggio. Sono
sempre stati molto amici e abitano l'uno di fronte all'altro. Un
giorno uno dei due si ammala di cancro ed e' moribondo sul letto di
morte circondato dai suoi parenti ed amici. Ad un tratto chiama il suo
amico d'infanzia e gli dice: "Angus, ho un ultimo desiderio da
chiederti prima di morire". "Certo, - gli risponde l'amico - puoi
chiedermi qualsiasi desiderio ed io lo esaudiro' ". "In salotto
conservo gelosamente una bottiglia di pregiatissimo whiskey,
imbottigliato nello stesso anno in cui sono nato. Vorrei che dopo la
mia morte quando saro' sepolto sotto terra tu versi questa bottiglia
di whiskey sulla mia tomba in modo che le mie ossa si imbevano di tale
nettare e gioiscano per tutta l'eternita'". E Angus: "Caro amico mio,
quello che mi chiedi e' veramente una cosa degna del nostro spirito
scozzese. Senz'altro versero' il whiskey ... ma, posso prima farlo
passare attraverso i miei reni?".

34. Esame militare. Domanda: "Come si fa a rendere potabile l'acqua?".
Una recluta: "Il modo migliore e' ancora quello di aggiungervi del
vino".

35. Legge di Schopenhauer sull'entropia: Se metti un bicchiere di vino
in un barile di monnezza, ottieni monnezza. Se metti un bicchiere di
monnezza in un barile di vino, ottieni monnezza.

36. Chi non ama vino, donna e canzone / Per tutta la vita rimane un
buffone. (Martin Lutero)

37. Un signore compra una bottiglia di vino d'annata e poi... deve
chiamare l'esorcista. (Tiziano Sclavi)

38. Mia madre era cosi' ubriaca, ma cosi' ubriaca che aveva il 2% di
sangue nell'alcool. (Robert De Niro)

39. Due alpinisti stanno scalando faticosamente il Monte Bianco. Ad un
tratto uno dei due perde l'appiglio e precipita in basso. E l'altro
subito gli lancia una bottiglia di whisky urlandogli dietro: "Presto!
Bevine un sorso che ti tira su..."

40. L'alcool e' una delle principali cause dell'impotenza maschile,
soprattutto se a bere sono le donne. (Anonimo )

41. I liquori ti uccidono lentamente. Ma chi ha fretta ? (Leopold
Fechtner)

42. Mi sono dato all'alcool per avere anch'io uno scopo nella vita:
quello di smettere di bere. (Anonimo)

43. L'anice e' forse il buchice del culice ?

44. A casa di un contadino. La moglie ad un amico del marito: "Rino
piglia un bicchiere di vino!". "Ma guarda che io sono astemio". "Oh
scusa!! Astemio piglia un po' di vino".

45. La differenza fra un cammello e un uomo? Il cammello puo' lavorare
una settimana senza bere. L'uomo puo' bere una settimana senza
lavorare. (Julian Tuwim)

46. Piove a dirotto ed un nero entra tutto fradicio in un bar. Il
barista gli chiede: "Desidera?". "Un bianco secco, presto!"

47. Chi beve solo acqua ha un segreto da nascondere. (Charles
Baudelaire)

48. I romani hanno inventato un veleno letale: una bevanda alcolica
frizzante. Sono stati sicuramente i romani a inventarla, poiche' solo
loro potevano mettere il gas... ner vino.

49. Per smettere di bere ho provato con la psicanalisi. Ora bevo
sdraiato su un divano. (Boris Makaresko)

50. Il dottore: "Lei e' ammalato di idropisia: beve troppa acqua". E
il paziente: "Impossibile, dottore. Bevo solo whisky... ah, il
ghiaccio!"

.... continua

lista creata da: DR ZAP a cui vanno i nostri ringraziamenti

-----------------------------------------------------------------------------------------------

l' informativa dell'a Confesercenti

Oggetto: Nuovo Codice della strada. Tabelle alcolemiche.

Gli esercizi dotati di autorizzazione ex art. 86 del TULPS aperti dopo le ore 24 (vale a
dire pubblici esercizi - bar, ristoranti, pub, pizzerie - e circoli privati con somministrazione,
agriturismi, ecc.) hanno – a decorrere dal 13 novembre p.v. ed anche se non effettuano
attività di spettacolo ed intrattenimento - l’obbligo di affiggere tali tabelle all’entrata, all’uscita
e all’interno del locale. Da pari data è fatto anche obbligo ai suddetti esercizi di mettere a
disposizione dei clienti uno strumento “precursore” per la misurazione del tasso alcolemico.
Le tabelle dovranno essere affisse congiuntamente all’entrata, all’interno e all’uscita del
locale. Si sottolinea che tutti i pubblici esercizi che effettuano la somministrazione di alcolici
congiuntamente allo spettacolo ed al trattenimento sono già tenuti ad esporre le tabelle ed a
mettere il precursore a disposizione dei clienti a prescindere dall’orario di cessazione
dell’attività.
Con l’occasione si ricorda che le forze dell’ordine e le prefetture danno una
interpretazione estremamente lata alle categorie “spettacolo” ed “intrattenimento”
qualificandole come tutte quelle attività che portano il cliente a trattenersi nell’esercizio.
Esemplificando, sulla base di verbali pervenuti, rientrano in tali categorie, oltre alla
diffusione di musica a qualsiasi livello, anche la offerta di apparecchi da intrattenimento di cui
all’articolo 110 del TULPS, il gioco delle carte, ed addirittura l’offerta di trasmissioni televisive.
Si ricorda che la mancata esposizione delle tabelle (anche la presenza di una o due
copie di tali tabelle invece delle tre previste dalla legge concreta la fattispecie della mancata
esposizione) e la mancata messa a disposizione del precursore comportano la sanzione
amministrativa del pagamento di una somma da euro 300 a euro 1.200.
Per questi motivi sono invitati ad adottare tabelle e precursori anche quegli esercizi che
svolgono attività integrative a quella della somministrazione e che, anche se in rare occasioni,
potrebbero protrarre l’attività oltre la mezzanotte.