venerdì 1 ottobre 2010

LAdy GAGA LIVE: per vederla dal vivo c'e' chi paga e c'è chi no!

la stragrande maggioranza delle persone han pagato un biglietto per vedere un suo concerto . altre invece l' han vista gratis esibirsi in un minioconcerto estemporaneo e gratuito in un locale di New York e magari non gliene poteva fregare di meno

" l' ho fatto per il miei amici Brian Newman e l'After Dark Jazz Trioc. cosi' volevo partecipare alla loro serate , nulla di piu' "

alla serata Lady GAGA è intervenuta indossando un vestito fatto di capelli umani , non si sa' a chi fosesero appartenuti ne' di dove provengano, lei dice che erano i suoi ,almeno una parte, gli altri invece gieli han fatti avere amici parrucchieri di tutto il mondo e saperne la provenienza e la proprieta' è praticamente impossibile questo onde evitare che qualcuno chieda i diritti d' uso o altro e comunque di questo e di altro a lei come a nei non potrebbe fregare di meno ,

sotto alcune foto della serata




ecco la versione del padrone del locale



" Ci ha telefonato qualche ora prima per chiederci di esibirsi con Brian Newman e l'After Dark Jazz Trio, suoi cari amici, e noi come avremmo potuto dire no a Lady Gaga». Così, sorprendendo gli avventori dell'Oak Room & Bar del Plaza Hotel di New York, la cantante italo tedesca ha mandato tutti in visibilio cantando quattro canzoni a sorpresa.Ma a stupire è stato anche il vestito adamitico indossato dalla pop star acclamata in tutto il mondo. Lady Gaga era vestita praticamente di soli crini, i suoi e quelli che pendevano dall'abito succinto scelto per questo inatteso concerto. Ad accompagnarla, c'erano i suoi più stretti familiari che, dopo l'esibizione, si sono seduti insieme alla cantante a un tavolo del locale, tra i più trendy in questo momento della Grande Mela, a bere champagne e mangiare ostriche sotto gli occhi dei 100 fortunati spettatori che si sono goduti questo estemporaneo spettacolo, mentre l'After Dark Jazz Trio continuava a suonare.E pensare che molti biglietti sono rimasti invenduti. 2
-------------------------------------------------------------------------------------------