lunedì 1 novembre 2010

I suicidi (n=95)(1a parte)

1. L'orso bruno si suicido' perche' preferiva le bionde.

2. Pasquale e' veramente disperato, infatti si trova sul bordo di un
altissimo viadotto, pronto a gettarsi nel vuoto. Ad un tratto una
voce: "Uomooo... qual e' il tuo nomeee?". "Mi chiamo Pasquale".
"Pasqualeee ... cosa stai per fareee ?". "Sto per suicidarmi ... ma tu
chi sei? Vai via! lasciami con il mio dolore". "Sono il diavolooo, e
posso offrirti quello che vuoi se mi venderai la tua animaaaa ed il
tuo culoooo". "Allora si', voglio essere finalmente ricco, voglio
avere una nuova famiglia, il contemporaneo successo con le donne, e
potermelo godere per almeno 20 anni... ". "Va beneee Pasqualeee,
spogliatiii!". Pasquale si spoglia per meta' ed offre il suo culo al
Diavolo. Dopo un po', tra gli strazianti lamenti di Pasquale la voce
chiede: "Pasqualeeee, dimmiiii, quanti anni hai?". "Ahi, ahi! Ho 45
anni... ". "E tuuu, Pasqualeeee, a 45 anni credi ancora al diavolo??
".

3. Quando si e' suicidato Hitler? Quando e' arrivata la bolletta del
gas!

4. Notizia giornalistica: Professore di lingue morte si suicida per
parlare le lingue che sapeva. (Leo Longanesi)

5. Due matti vengono portati a fare il bagno al mare. Ad un certo
punto uno dei due si butta nell'acqua alta tentando di suicidarsi.
L'altro capendo la situazione si butta in acqua e salva l'amico.
Tornati al manicomio il direttore dell'istituto chiama il matto che
aveva salvato l'amico e gli dice: "Complimenti, per il tuo gesto
meriti la liberta'. Abbiamo ragione di credere che tu sia guarito, ma
purtroppo devo darti una brutta notizia. Il tuo amico ha voluto morire
lo stesso e si e' impiccato". Il matto pensieroso: "Mah no! L' ho
appeso io perche' si asciughi !".

6. Un povero negro si vuole suicidare e si butta nel fiume dopo aver
adocchiato un temibile coccodrillo. Il coccodrillo pero' si rifiuta di
papparselo. Perche'? Perche' il dottore gli aveva ordinato di mangiare
in bianco ...

7. La mia famiglia era cosi' povera che a Natale mio padre usciva di
casa e sparava un colpo di pistola; poi rientrava dicendo: Babbo
Natale si e' suicidato. (Jake La Motta)

8. Scritta su una tomba: Nella mia vita ho sbagliato tutto ... tranne
il colpo di pistola.

9. Un uomo si butta dalla finestra e lascia: la moglie, due figli e
... la finestra aperta.

10. Un ricco industriale si e' suicidato buttandosi dal decimo piano.
La polizia sta indagando. La segretaria del suicida e' a colloquio con
l'ispettore. "No. Non sono stata la sua amante. E` vero che mi ha
aumentato lo stipendio tre volte quest'anno, e che mi ha regalato a
Natale una pelliccia di visone. Due giorni fa mi ha fatto mandare a
casa un collier di brillanti e ieri mi ha regalato quest'anello di
rubini, non posso negarlo, ma non ero la sua amante. Stamattina mi ha
detto che si era innamorato di me. Mi ha anche chiesto quanto volevo
per andare a letto con lui. Dapprima mi sono seccata, poi ho pensato
che era stato tanto generoso con me che, anche se non mi piaceva
potevo farlo. Allora gli ho detto: 'Senta, commendatore. I colleghi
dell'ufficio di solito mi danno diecimila lire ma lei e' stato cosi'
buono con me che, se vuole, mi accontento di cinque'. E` stato a
questo punto che si e' buttato di sotto!"

11. Il suicidio e' la piu' alta forma di bricolage. (Comix)

12. Un vecchio riccone, ormai stufo della vita, decide di suicidarsi,
ma con classe e originalita', utilizzando quella che era stata la sua
grande passione: le puttane. Si confida con la tenutaria del miglior
casino della citta' e le commissiona un suicidio da affidare ai
posteri. La donna prima e' perplessa, poi sussurra: "Ho trovato, stia
tranquillo". "Non voglio sapere nulla, mi dica solo che devo fare".
"Stanotte a mezzanotte entri nella stanza numero 10, trovera' una
ragazza che l'aspetta; senza accendere la luce cominci a far l'amore,
al resto pensero' io". La tenutaria prepara un donnone di 150 Kg e le
fa indossare un corpetto strettissimo allacciato con un'unica lunga
stringa di cuoio fino a rendere la vita simile a quella della Shiffer.
A mezzanotte l'aspirante suicida entra nella stanza n. 10 e, come
d'accordo, al buio comincia l'amplesso. Al momento del massimo
godimento la ragazza rantola nell'orecchio dell'uomo: "Ahhhh,
strappami il corpetto, ti prego...". WWWOOOSSSHHHHH !! (Rumore di
aspirazione).

13. Ero sopraffatto dal disgusto di me stesso e ho considerato di
nuovo l'idea di uccidermi, questa volta aspirando forte col naso in
prossimita' di un agente di assicurazioni. (Woody Allen)

14. Nel 1929 il tetto della mia stanza era cosi' affollato di persone
che volevano suicidarsi che per buttarsi bisognava prendere un numero.
(Groucho Marx)

15. Non era nessuno: si uccise con una pistola caricata a salve.
(Romano Bertola)

un grazie al DR ZAP per lì enorme lavoro svolto