giovedì 1 luglio 2010

LE MERENDE CHE MI PREPARAVA MI MA' ( santa donna )


panino con zucchini trifolati e aranciata, acqua fredda di frigo o thè con limone


questa merenda mia mamma la preparava quando era la giusta ora per gli zucchini, in pratica comprava degli zucchini nostrali direttamente dal contadino poi un filone ( o piu' ) di pane dalla SALAMINA se era a MASSA o da CIRO se era lal Cinquale , quindi una volta a casa iniziava a preparare la leccornia per tutta la famiglia

ecco i pochi ma buoni ingredienti


filone di pane, zucchini, basilico, cipolla bianca o porro, spicchio d' aglio intero, olio d' oliva, sale e pepe q.b.

iniziava tagliando le zucchini a rondelle abbastanza fini quindi metteva la padella di ferro sul fuoco vi versare dell' olio d' oliva poi l'aglio e la cipolla, lasciava soffriggere i 2 ingredienti per poco tempo dopodiche' aggiungeva gli zucchini che rigirava ogni tanto( piuttosto spesso )salando e pepando tra un salto e l' altro . copriva anche il tutto con un coperchietto . la cottura del manicaretto in tutto durava una decina di minuti dopodiche' levava la padella dal fuooco e passava al taglio del pane .
preso il filone lo tagliava in piu'parti che poi divideva in due orizzontalmente quindi posava la base di ogni panino sul vassoio e sopra ognuna metteva una dose abbondante di zucchini trifolati da ultimo inzuppava la parte superiore del panino o coperchio nella padella assorbendo cosi' il poco che era rimasto nella padella quindi ci chiamava col caratteristico " è pronto ! " ripetuto piu' volte quando s'arrivava ci dava il nostro panino con un bel bicchierone d'aranciata o dell' acqua fresca di frigo a volte per lei non restava niente se non qualche briciola ma lei era contenta cosi', gli bastava il vedere di aver fatto felici i suoi figlioli

p.s.

da ultimo io, mi mangiavo quello che rimaneva del limone usato per il thè , praticamente prendevo il mezzo limone spremuto lo inzuppavo nello zucchero ( praticamente lo impregnavo di zucchero ) e lo mangiavo piano piano

............................................... pensa te!