giovedì 24 giugno 2010

BARZELLETTE ----------- UMORISMO ------ 2 RISATE ------------ ANCHE 3 -------------FACCIAMO 4 ----- -----BARZELLETTE --------

_____________________________________________________________________________
CARABINIERI

Un carabiniere entra correndo in un ufficio: "Maresciallo, correte, le hanno rubato la macchina dal parcheggio!" "Accidenti, avete visto chi e' stato?" "No, ma abbiamo preso il numero della targa!"
---------------------------------------------------------------------------------------------------
rapinatori inesperti

due rapinatori in prigione dopo un colpo andato a male.."dai c'è l'hai ancora con me perchè ho mandato tutto all'aria?" "certo che si cazzo, ma perche ti sei tolto il passamontagna?" "prima di entrare tu mi hai detto DAI ENTRIAMO E FACCIAMOGLI VEDERE CHI SIAMO!!"
----------------------------------------------------------------------------

Il pappagallo

Lisa, donna di casa e famiglia, decide un giorno di prendere un animale domestico; arrivata al negozio nota però che i prezzi degli animali sono alti.
`Quanto costa quel pappagallo?` chiede la signora Lisa
`800euro.` risponde il negoziante.
`Quanto costa quell`iguana?`
`850euro.` risponde il negoziante.
e avanti così girando tutto il negozio.

`Questi animali sono troppo costosi, mi spiace` conclude Lisa al negoziante.
`Aspetti un attimo signora, forse ho quello che fa per lei...`

il negoziante va dietro al negozio e torna con una gabbia coperta da un telo nero, la scopre e dentro vi è un bellissimo pappagallo di mille colori e di una grandezza spettacolare.
`cara signora, per 10 euro questa meraviglia è sua!`
`ma che dice? i pappagalli che mi ha appena mostrato costavano un prezzo improponibile e questo spettacolare uccello viene svenduto miseramente?!?`

`questo animale è si sgargiante... ma nel suo passato ha imparato a ripetere certi vocaboli... poco raccomandabili. il suo problema è quello di aver abitato per tanti anni in una casa di appuntamenti.` spiega il negoziante

`CIAO PUTTANA!` urla subito il pappagallo vedendo lisa

`mmm...`riflette lisa `è un pò maleducato ma posso provare ad insegnargli nuove parole, casomai non ci riuscissi avrei perso solo 10 euro.`

appena a casa col nuovo acquisto lisa si affretta a chiamare il marito gianni e le figlie.
arrivate le figlie il pappagallo esclama `CIAO PUTTANA!` rivolto a lisa
`CIAO PUTTANELLE!` rivolto alle figlie. dopo un attimo di imbarazzo lisa spiega alle figlie che il povero uccello è stato per molto tempo in una casa chiusa, e quindi abitato al giro poco raccomandabile usa riferire esclamazioni vologari.

Arriva il marito di lisa e il pappagallo esclama: `CIAO PUTTANA! CIAO PUTTANELLE! COME VA GIANNI?!`
_____________________________________________________________________________
PIERINO

Pierino ritorna a casa da scuola e la mamma gli chiede: "Ciao Pierino, cosa hai fatto oggi a scuola?". "Oggi a scuola abbiamo parlato di Mose' che ha portato il suo popolo fuori dall'Egitto per andare in Israele". "Interessante... e come e' la storia?". E Pierino racconta: "Mose' vagava nel deserto con il suo popolo rifornendosi di cibo alla Coop. Giunto sul Mar Rosso con i suoi tecnici ha costruito un ponte per portare il suo popolo dall'altra parte... ma gli Egiziani lo inseguivano e allora con il suo cellulare ha chiesto aiuto a Dio che ha inviato due Sea-Harrier che hanno bombardato il ponte con tutti gli Egiziani sopra. Poi e' salito sul Monte Sinai a comprare alla Feltrinelli il libro della legge in 10 volumi". La mamma, perplessa, lo interrompe: "Ma Pierino, sei sicuro che la maestra ti abbia detto questo?". "Veramente no... ma se ti racconto quello che ha detto non mi crederesti !".
--------------------------------------------------------------------------
Pierino a letto

Una sera Pierino ha paura del buio. Cosi' chiede ai genitori il permesso di dormire con loro. Nel bel mezzo della notte il padre si sveglia e dice: "Maria, dai che facciamo l'amore!". "Ma no dai c'e Pierino con noi!". "Ma non preoccuparti, Pierino dorme!". "Ti dico che non dorme..prova se non ti fidi!". "Pierino dormi?". E Pierino risponde: "NO!". Cosi' Pierino viene preso a botte dai genitori. Il giorno dopo a scuola la maestra gli chiede il perche di botte egraffi su tutto il corpo. Pierino spiega cosa e accaduto e la maestra replica: "Ma Pierino quando ituoi genitori ti chiedono se stai dormendo tu non devi rispondere di no!". Dopo circa una settimana si ripresenta il problema e Pierino chiede nuovamente di dormire con i genitori. Ma nel bel mezzo della notte il padre si sveglia e dice: "Maria, dai che facciamo l'amore!". "Ma no dai c'e Pierino con noi!". "Ma non preoccuparti, Pierino dorme!". "Ti dico che non dorme..prova se non ti fidi!". "Pierino dormi?". E Pierino risponde: "SI!". E Pierino viene preso a botte (stavolta di piu) dai genitori. Il giorno dopo a scuola la maestra gli chiede come mai ha un braccio rotto e la testa bendata. Pierino spiega cosa e' accaduto e la maestra replica: "Ma Pierino quando i tuoi genitori ti chiedono se stai dormendo tu non rispondere ne' no, ne si'... stai zitto e basta!". Dopo circa due settimane si ripresenta il problema e Pierino chiede nuovamente di dormire con i genitori. Nel bel mezzo della notte il padre si sveglia e dice: "Maria, dai che facciamo l'amore!". "Ma no, dai, c'e Pierino con noi!". "Ma non preoccuparti, Pierino dorme!". "Ti dico che non dorme... prova se non ti fidi!". "Pierino dormi?". E Pierino non risponde. "Pierino dormi?". E Pierino non risponde. Il giorno dopo Pierino va a scuola in carrozzella, tutto bendato e con il collarino. Cosi' la maestra gli chiede spiegazioni. Pierino risponde: "Guardi, signora maestra, ieri sera ho chiesto ai miei genitori se potevo dormire con loro e mi hanno detto di si'. Poi ad un certo punto mio padre si e' svegliato e ha detto a mia madre che voleva fare l'amore; ma mia madre non voleva perche' c'ero io. Cosi mi hanno chiesto se dormivo due o tre volte e io sono sempre stato zitto. Poi ho sentito ansimare, il letto tremava le lenzuola si muovevano e mio padre ha detto a mia madre "Maria sto venendo" e mia madre ha risposto "Vengo anch'io!". Cosi' io mi sono alzato e ho detto: "Ma dove cazzo andate che ho paura del buio!".