lunedì 8 marzo 2010

Un brianzolo


Un brianzolo vince un viaggio a Londra. Non conosce una parola d`inglese. Si consiglia al bar con i suoi amici: `se te parlet pian, ta capisen`.
Arrivato ad Heatrow: `tacsi` e poi `al ... ma ... porta ... in ... Trafalgar Square`. Il taxista lo accompagna a Trafalgar Square, la visita, risale sullo stesso taxi: `adess, ... al ... ma ... porta ... in ... Piccadilly Circus`. Così avviene e la storia va vanti tutto il giorno. A sera: `adess, ... al ... ma ... porta ... al ... me ... hotel...`.
Vista la perfetta intesa, intavola un discorso: `mi ... sun ... de ... Seregn ...` ed il tassista: `e ... mi ... sun ... de ... Des...`; `alura ..., perchè ... sigutem ... a ... parlà ... in ... ingles .... ?`

(Seregn e Des, Seregno e Desio, per chi non lo sapesse, nelle loro periferie si confondono, cioè sono attaccate)
----------------------------------------------------------------------------------------
Il culo (n=174)(1a parte)

1. Eravamo culo e camicia; poi litigammo per chi faceva il culo.
(Paolo Cananzi)

2. Un tizio cerca un cavallo a poco prezzo. Va da un venditore e gli
dice: "Ne avrei uno, ma ha un difetto: per farlo galoppare bisogna
dire CULO e per farlo fermare bisogna dire MERDA !". Il prezzo e'
buono e cosi' il tizio compra il cavallo. Una volta arrivato fuori
citta' vuole lanciarlo a tutta velocita': "CULO CULO CULO CULO ..."
Il cavallo galoppa sempre piu' veloce " CULO CULO CULO ..." ancora
piu' veloce ! A un certo punto il tizio si accorge che sta
avvicinandosi a un burrone e vuole fermarsi. "Ach ! Com'e' che dovevo
dire ? CAZZO...". Niente, il cavallo continua. "CACCA, FIGA, TETTE...
" ma il cavallo continua. Vedendo avvicinarsi il burrone il tizio
esclama:" AHHH... che MERDA !". E udita la parola il cavallo si ferma
di colpo proprio sul bordo del precipizio. Il tizio guarda di sotto e
con un sospiro di sollievo dice: "Ah... che CULO !".

3. La carta igienica non guarda in faccia a nessuno.

4. "Ci vediamo all'uscita!" come disse la carta igienica al panino.

5. Ma il Gran C'ha mbell'ano sa di averlo cosi' bello?

6. Papa' e figlio sono in giro in auto. Ad un semaforo attraversa la
strada una biondona con una super minigonna. Il padre esclama: "Che
culo! ". "Come hai detto, papa' ? ". Il padre pensando che il figlio
dica tutto alla madre prova a imbrogliarlo: "Ehmm... ho detto Gufo! ".
"Gufo? e cos'e' un gufo?". Il papa', contento di avere salvato la
faccia e orgoglioso di potere spiegare qualcosa al pargolo, inizia a
spiegare: "Il gufo e' un uccello, ha le ali, il becco e vola!". Passa
un minuto e il figlio chiede: "Papa', ma i gufi hanno figli?". "Certo!
Si chiamano gufini, hanno le aline, i becchini e volano!". Passa un
minuto e il figlio chiede ancora: "Papa', ma i gufini hanno figli?".
"Certo! Si chiamano gufetti, hanno le alette, i becchetti e volano!".
Passa un minuto e il figlio torna a chiedere: "Papa', ma i gufetti
hanno figli?". "Certo! Si chiamano gufettini, hanno le alettine, i
becchettini e volano!". Passa un altro minuto e il figlio: "Papa',
ma... ". E il padre, esasperato: "CULO! Ho detto CULO!".

7. Se il culo avesse due buchi sarebbe una presa ... per il culo!

8. "Mi stai prendendo per il culo" come disse la bottiglia di
Champagne.

9. Quella ragazza aveva un culo cosi' bello che meritava di stare
davanti. (César)

10. E' meglio avere un culo gelato che un gelato nel culo. (Riccardo
Consoli)

11. Qual e' l'ultima cosa che passa per la testa di un moscerino che
si spiaccica su un vetro a 120 all'ora? Il suo buco del culo.

12. Due ciccioni, cercando di uscire contemporaneamente
dall'ascensore, si incastrano nella porta. Il primo fa al secondo:
"Ruoti, faccia da perno". Ed il secondo, stizzito, risponde: "Ruoti
lei, faccia da culo!".

13. Un aereo militare e' in volo per un lancio di para'. Salta il
primo e il paracadute si apre, salta il secondo e il paracadute si
apre, salta il terzo e... si e' dimenticato il paracadute! Allora il
sergente di turno chiama il miglior paracadutista della squadra, gli
mette in mano una ricetrasmittente, dopodiche' gli dice di buttarsi e
raggiungere ed agguantare lo sfortunato compagno (il tutto ovviamente
in poche frazioni di secondo). Questo salta, si avvicina in picchiata
al compagno, quindi domanda al sergente: "Come faccio ad aiutarlo?".
E il sergente: "Prendilo per la giacca!". Il soldato esegue, ma la
giacca si sfila. E il sergente: "Prendilo per i pantaloni!". Stessa
sorte della giacca. "Prendilo per le mutande!". Il paracadutista
agguanta i boxer dell'amico, che pero' si strappano. "E' rimasto
completamente nudo! Come faccio adesso?". E il sergente: "Prendilo...
prendilo... PRENDILO PER IL CULO!". E il paracadutista rivolto
all'amico: "Io ho il paracaduteeee... e tu noooo...".

14. Perche' i Somali camminano con un dito nel culo ? Perche' non
cicatrizzi!

15. Sfiga: se hai culo la sfiga e' li' che te lo guarda. (Paco
D'Alcatraz)

16. Qual e' stato il punto piu' nero del Medio Evo? Il buco del culo
di Ludovico il Moro visto di notte in una grotta senza luce.

17. Nella vita e' tutta una questione di culo: o ce l'hai o te lo
fanno! (Francesca Reggiani)

18. Un contadino piuttosto ignorante va dal medico che gli prescrive
delle supposte dicendogli di metterne una nell'ano tutte le sere.
Tornato a casa, riferisce alla moglie, ma ne' l'uno ne' l'altra
comprendono come si somministrano le supposte. Pertanto la moglie
intima al marito di ritornare dal dottore per farsi spiegare. Il
contadino dapprima si oppone, adducendo a motivo il fatto che il
dottore si arrabbiera` di certo ma, pressato dalla consorte, alla fine
accetta e torna dal dottore. Per tre volte di seguito il dottore parla
di ano, poi di retto e infine di sfintere. Alla fine il medico,
capendo finalmente di trovarsi di fronte ad una persona poco
acculturata, si decide finalmente ad usare un linguaggio un po' piu'
semplice: gli dice di mettersene una tutte le sere NEL CULO! Il
contadino torna dalla moglie e fa: "Te l'avevo detto che s'incazzava
!".

19. Tre uomini sono catturati nella jungla dai cannibali. Il re dei
cannibali dice ai prigionieri che possono salvare la vita solo se
superano una prova: devono andare nella jungla e recuperare 10 frutti
dello stesso genere. Cosi' tutti e tre prendono vie separate alla
ricerca dei frutti. Quando il primo ritorna dice al re: "Ho portato 10
mele". Il re allora gli spiega la prova: "Devi spingere tali frutti su
per il sedere senza cambiare espressione sul viso o sarai mangiato".
La prima mela va su, ma la seconda provoca una smorfia di dolore e
cosi' il tizio viene mangiato. Poco dopo arriva il secondo e mostra al
re i suoi 10 frutti, delle bacche. Quando il re gli spiega la prova
pensa di farcela e comincia: 1... 2... 3... 4... 5... 6... 7... 8...
Alla nona bacca pero' scoppia a ridere, quindi viene ucciso. I due si
incontrano in cielo. Il primo domanda: "Perche' hai riso, giusto
quando ce l'avevi quasi fatta?". E il secondo: "Non ho potuto
resistere quando ho visto il terzo che arrivava con delle angurie...".

20. Una supposta ad un'altra supposta: "Vaffanculo". E l'altra:
"Perche' tu dove credi di andare a finire?!"