martedì 30 marzo 2010

Tashunka Uitko anche detto cavallo pazzo ( in inglese crazy horse )


Lakota Oglala - Sioux
Cavallo Pazzo, in inglese Crazy Horse, in lingua lakota Tashunka Uitko o Tashunka Witko a seconda delle traslitterazioni data di nascita sconosciuta , probabilmente nei primi anni 1840– morte - Fort Robinson, 5 settembre 1877), era un nativo americano della tribù degli Oglala Lakota (Sioux).

Figura emblematica e misteriosa, Cavallo Pazzo fu uno dei più grandi guerrieri Sioux di tutti i tempi. A lui si devono le due più grandi vittorie indiane contro le giubbe blu: Fort Kearny e Little Big Horn. Egli più di ogni altro incarnò l'immagine del vero indiano: eccezionalmente valoroso, generoso e riservato, retto e incapace di accettare compromessi. Venne ucciso a tradimento, mentre cercavano di arrestarlo. Il programma fornisce un profilo inedito di questo eccezionale guerriero e del suo disperato tentativo di opporsi all'uomo bianco. Con lui si spense definitivamente il sogno di libertà Sioux.

Sulla data di nascita del grande condottiero non vi è unanime accordo; c'é chi sostiene che sia nato nel 1844 e chi insiste sul 1849. Celebrato per il suo coraggio in battaglia, Cavallo Pazzo era visto tra la sua gente come un uomo sacro al quale "la visione" aveva dato incarico di preservare e difendere le tradizioni e il modo di vita dei Lakota Sioux.
Anche se giovane di età, Cavallo Pazzo era un guerriero leggendario.
Aveva già rubato molti cavalli ai Crow prima di avere tredici anni e guidò la sua prima spedizione di guerra prima di compierne venti.
Cavallo Pazzo combattè nel guerra del 1865-1868 guidata dal Capo degli Oglala Sioux Nuvola Rossa contro i coloni americani del Wyoming e giocò un ruolo chiave nella distruzione del battaglione guidato da William J. Fetterman a Forte Phil Kearny nel 1867.
Cavallo Pazzo guadagnò la sua fama tra i Lakota non solo per la sua destrezza e audacia in battaglia, ma anche per la sua fiera determinazione nel preservare il modo di vivere tradizionale della sua gente.
Non permise, per esempio, ad alcuno di scattargli qualche fotografia. E combattè per impedire gli insediamenti degli americani nelle terre dei Sioux in seguito al Trattato di Forte Laramie del 1868, contribuendo alla riuscita degli attacchi alla spedizione nelle Colline Sacre (le Black Hills) inviata dal Generale Gorge Armstrong Custer nel 1873.
Quando nel 1876 il Dipartimento per la Guerra ordinò a tutte le bande dei Lakota di rientrare nell'ambito delle riserve loro assegnate, Cavallo Pazzo divenne uno dei leader della resistenza indiana. Strettamente alleato ai Cheyenne, anche grazie al suo legame con una donna Cheyenne, riuscì a radunare un contingente di Sioux e Cheyenne forte di 1200 persone in un unico villaggio e costrinse il Generale Crook ad un rapido dietrofront il 17 giugno del 1876 allorquando il Generale stava tentando di risalire il Rosebud Creek diretto verso l'accampamento di Toro Seduto sul Little Bighorn.
Dopo questa vittoria, Cavallo Pazzo unì le proprie forze a quelle di Toro Seduto e il 25 giugno 1876 guidò la sua banda nel contrattacco che portò alla distruzione del VII Cavalleria guidato dal Generale Custer, assalendo gli americani da nord e ovest, mentre i guerrieri Hunkpapa Sioux, guidati dal capo Gall, li caricavano da sud e da est.
Successivamente alla schiacciante vittoria conquistata sul campo al Little Bighorn, Toro Seduto e Gall si ritirarono in Canada mentre Cavallo Pazzo rimase a combattere il Generale Nelson Miles che inseguiva i Lakota e i loro alleati implacabilmente durante l'inverno 1876-1877.
Questa continua pressione militare su gente che, dopotutto, non poteva contare su una costante forza militare e che doveva fare i conti con la presenza delle famiglie, unitamente alla spaventosa diminuzione della presenza del bisonte nelle praterie del nord, costrinse Cavallo Pazzo alla resa il 6 maggio 1877; fatta eccezione per Gall e Toro Seduto, fu l'ultimo capo di assoluto rilievo a capitolare.
Persino nella sconfitta Cavallo Pazzo restò uno spirito indipendente e nel settembre del 1877, quando lasciò la riserva senza autorizzazione, per portare sua moglie ammalata ai suoi familiari, il Generale Gorge Crook ordinò che fosse arrestato, temendo che stesse organizzando un suo ritorno alle armi.
Sulle prime Cavallo Pazzo non si oppose all'arresto, ma quando comprese che lo stavano conducendo in una cella, cominciò a lottare e mentre le sue armi venivano tenute da uno degli ufficiali, un soldato lo ferì a morte colpendolo con una baionetta.


----------------------------------------------------------------------------------------------
CAVALLO PAZZO

"La questione è solo se si desidera vivere come cani o morire come uomini liberi.
Noi lotteremo e moriremo"
Morì a trentatre anni il Figlio del Tuono, morì ucciso a tradimento
Si dice che il suo spirito, sotto forma di falco rosso - il suo animale totem - vegli ancora sui discendenti della sua gente...
Nacque vicino Rapid Creek, territorio dei Dakota.
Cavallo Pazzo era figlio di uno sciamano Oglala e una donna di nazionalità Sioux.
Il suo nome "Il suo cavallo è pazzo" (traduzione letterale), gli fu dato forse perché subito dopo la sua nascita un pony selvaggio passò correndo attraverso la valle dove egli si trovava, o forse come dice qualche altro dopo essere diventato un giovane valorosissimo in battaglia.
Si sposò con una donna Cheyenne chiamata Reboso Nero. Cavallo Pazzo fu un grande capo nominato dagli stessi Nuvola Rossa e Toro Seduto e si dedicò nella maggior parte della sua vita di adulto alla guerra contro le armate degli Stati Uniti d'America. Come capo guerriero nel 1876 condusse i Sioux ed i Cheyenne, risultando determinante nella vittoria contro il Generale Custer ed il settimo cavalleggeri nella battaglia del Little Big Horn. Alcuni istruttori della scuola militare americana hanno detto che Cavallo Pazzo è stato il più grande indiano esperto in tattiche di guerra che sia mai esistito.
Cavallo Pazzo, che guidava i Sioux Oglala, non portava segni di riconoscimento e proprio per questo appariva riconoscibilissimo in campo di battaglia; nudo, con un perizoma di pelle di daino, una sola penna di falco infilata nella crocchia di capelli crespi. Il suo abbigliamento minimalista, diremmo oggi, era originato non da bizzarria di comportamento ma dalle prescrizioni di una visione iniziatica.
In sogno era apparso al giovane guerriero un cavaliere che lo ammonì: "...Non dovrai mai indossare il piumaggio dei guerrieri, ma una sola penna di falco rosso, nè dovrai mai ornare la coda del cavallo con piume o insegne, nè dovrai dipingerlo con i colori di guerra. Se coprirai invece la tua cavalcatura con lunghe strisce di polvere e passerai la stessa polvere sui tuoi capelli e sul tuo corpo, nessun proiettile e nessuna freccia del nemico potrà mai ucciderti."
Si dice di lui:
... I pochi che riuscirono in qualche modo a scappare dalla furia del primo assalto di Gall degli Hunkpapa, si trovarono dinanzi a una vista che dovette gelare loro i cuori già sconvolti. Alle loro spalle, nascosto dalla polvere e dalla confusione, era arrivato Cavallo Pazzo, che aveva aggirato la cresta di colline parallele con i suoi Oglala per chiudere la via di fuga ai soldati e intercettarli alle spalle. Ad uno ad uno i cavalleggeri che si credevano in salvo caddero sotto le frecce e le pallottole degli Oglala, quando erano fortunati. Gli altri, feriti, morirono la morte lenta e atroce della Prateria, sotto i coltelli e i tomahawk dei Sioux. La battaglia sulla collina di Custer durò appena un'ora..." (Vittorio Zucconi)
-----------------------------------------------
link utili

---------------------------------------------------------------------------------------
youtube


NEIL YOUNG & Crazy Horse - Like A Hurricane (Live Rust)


black label society - crazy horze ( dall' album "order of the black" )


crazy horse
Lightning from above
Followed by hail
Death from above
In the wake of his trail
A vision sent this child
Becomes a man
Blood of the past has chose
his plan

I am
Crazy Horse
I am

The sacrifice of others walk within
The battlefields of death embracing him
The courage from beyond surrounds
One's soul
Walking side by side though
Graves unknown

A vision sent for the heavens
to see
This is a good day to die
Now follow me