martedì 9 marzo 2010

Sony brevetta le demo che deperiscono nel tempo

Sony ha brevettato un nuovo tipo di demo per videogiochi che prevede la progressiva scomparsa di funzioni, scenari, armi o circuiti. L'esperienza di gioco, quindi, tra demo e gioco completo sarà identica.
Sony ha brevettato un nuovo sistema che potrebbe rivoluzionare le demo dei videogiochi. In pratica, in un futuro non troppo remoto potremmo ritrovarci fra le mani giochi completi che deperiscono nel tempo. Invece delle classiche versioni "ridotte", che magari mettono a disposizione un singolo scenario di gioco, grafica di qualità media e opzioni limitate, domani una demo potrebbe essere indistinguibile dal videogioco completo.


Insomma, l'esperienza di gioco verrebbe completamente preservata. L'unica discriminante dovrebbe essere legata al tempo di gioco, ai risultati raggiunti o ai livelli completati. Da lì in poi il gioco inizia a "degradare", quindi perdere circuiti, armi, e altre caratteristiche chiave.

Sony è convinta che questo approccio possa stimolare maggiormente l'interesse dei giocatori e convincere quindi all'acquisto. L'unico difetto ovviamente è che il download di un gioco potrebbe passare dagli attuali 1/2 GB ai circa 10/40GB – anche se con la possibilità di masterizzare il tutto su DVD.