martedì 23 marzo 2010

Le Pietre di Ica

Il deserto di Ocucaje, in Perù, è un territorio arido e sabbioso posto ai piedi della catena delle Ande, vicino all'altopiano di Nazca, celebre per i suoi disegni, e non lontano da Paracas, località nota per il suo "candelabro di sabbia".





















per approfondire

http://www.cerchinelgrano.info/pietre_di_ica.htm

LA BIBIOTECA DI PIETRA

tutto nasce nel 1966, in quell' anno un contadino regala al medico e antropologo peruviano Jaime Cabrera una pietra incisa, dicendogli che l'aveva raccolta ad Ica, nel deserto di Ocucaje (Perù), dove le pietre erano presenti in abbondanza.

lo stesso contadino spiega al medico cheche tali pietre erano venute alla luce nel 1960, quando il Rio Ica, a causa di alcuni smottamenti, inondò il deserto, dissotterrando gli strati più profondi e portando alla luce tra le altre cose queste pietre
Cabrera, nonostante molti archeologi sostenessero si trattasse di falsi, volle vedere coi suoi occhi quanto raccontatogli dal contadino quindi si recò nella cittadina di Ica trovo' il sito del racconto e anche le fantomatiche pietre,iniziò a raccoglierle e a studiarle, catalogandole in base al soggetto raffigurato, arrivo a raccoglierne moltissimime, circa 11.000 pietre,.

nelle pietre era raffigurato di tutto , come se fossero state un ienciclopedia dell' epoca, ad esempio per quanto riguarda gli esseri umani vi erano uomini raffigurati che avevano la testa molto grande, piccoli di statura, avevano grandi occhi e mento schiacciato. Caratteristiche, queste, che li differenziano totalmente dalle specie umane conosciute e classificate antropologicamente.

Cabrera fece successivamente eseguire delle analisi sulle pietre, che risultarono provenienti da un flusso vulcanico tipico dell'era Mesozoica, cioè risalente fra i 230 e i 65 milioni di anni fa.
La patina di ossidazione che ricopriva le incisioni faceva supporre, dalle diagnosi, che le incisioni erano avvenute almeno 12 mila anni prima.
Su alcune pietre, erano raffigurati anche uomini che vivevano insieme ai dinosauri. e inoltre c'erano molte piu informazioni su cio ,su una pietra era infatti descritto minuziosamente il ciclo vitale di uno stegosauro, su un'altra quello di un triceratopo e, in altre ancora, quello di animali acquatici, oramai estinti.

ma Oltre alle raffigurazioni che vedoevano protagonisti uomini e dinosauri, vi erano pietre che raffiguravano cose stupefacenti che davano alla storia umana nuovi interrogativi , Cabrera tra le pietre in suo possesso trovo quelle raffiguranti delicate operazioni chirurgiche, trapianti di organi.
una donna incinta, alla quale veniva prelevato del sangue, sia per irrorare l'organo da trapiantare sia per trasfonderlo al paziente.

Cabrera, esegui numerosi studi e scoprì che esistono degli ormoni attivi contro il cancro e contro le malattie da immunodeficienza, nel sangue delle donne in gravidanza.

Una serie di pietre suggerisce, inoltre, che alcuni esseri più evoluti trasmettevano le loro conoscenze ad altri meno evoluti (forse alieni a umani), mettendo in dubbio la naturale evoluzione dell'uomo. In altre incisioni, si notano piramidi con la punta rivolta verso i continenti, come a voler indicare un sistema per captare, accumulare e distribuire energia e comunicazioni.
Intorno a tali piramidi, sono presenti degli anelli di linee ondulate, che ricordano strati di vapore. Cabrera sostiene che gli sconvolgimenti climatici che portarono alla scomparsa di questa civiltà sono raffigurati in queste incisioni.

guardando una serie di pietre che sembravano una consecutiva dell' altra si leggeva anche una teoria che ipotizzava, secondo la conoscienza assodata e scritta questo popolo, la fuga di molti uomini dalla Terra, prima del cataclisma che portò all'estinzione dei dinosauri, verso la costellazione delle Pleiadi. In Perù, infatti, e questa è una strana coincidenza, il giorno di San Giovanni si festeggia l'Inti Raimi, il dio Sole: ricordando il momento in cui la Terra si trovava perfettamente allineata con il Sole e le Pleiadi.

Cabrera sostiene che le incisioni sulle pietre, oltre che ad essere un enciclopedia incredibile e fonte inesauribile di informazioni altrimenti impossibili da avere sul sapere dei nostri antenati e di ciò che eravamo in un'epoca antichissima , sostiene di aver decifratoinoltre il messaggio che direbbe che con le raffigurazioni delle piramidi capovolte,informavano che l'uso incauto dell'energia, può causare catastrofi enormi.

Nell'arco degli ultimi 40 anni, numerosi studiosi e archeologi si sono interessati alle pietre di Ica, nel 1974, il ricercatore francese Francis Mazière,conosciuto per il lavoro svolto sulla cultura polinesiana dell'isola di Pasqua, esegui un accurato studio sulle pietre e i luoghi del loro riperimento all fine del quale le definì come l'enigma archeologico più sconcertante del sud-America, escludendo la possibilità di falsificazioni.


successivamente un altro ricercatore ,lo spagnolo, Vicente Parìs, ebbe una pietra dal professor Cabrera la fece analizzare a Barcellona da José Antonio Lamich del gruppo di ricerca Hipergea. Le analisi diedero esito negativo, rilevando segni di carta abrasiva e lavorazione recente. su questo fatto Cabrera stesso da anni ha ammesso che parte della sua collezione viene da Basilio Uchuya, uno dei principali falsificatori delle pietre, noto per la realizzazzione di molti dei souvenir venduti sulle bancarelle della cittadina di Ica e che pero' queste false pietre erano in numero di molto minoritari rispettto a quelle realmente d'epoca antica


negli ultimi anni Altre analisi sono state svolte in Italia ed hanno dato viceversa, un esito favorevole sembra cosi che le due possibili conclusioni , ovvero un falso storico e una scoperta incredibile sussistano insieme viaggiando di pari passo nel tempo, chissa se un giorno si soprira la verita' su queste pietre uscite dal nulla dopo millenni

nel mondo ad oggi Pochi sono certi, moltie molti credono: dopo oltre 40 anni, il mistero delle pietre di Ica continua e chissa per quanto ancora ma questo è il bello dei misteri irrisolti.
.
comunque se fossero tutti dei falsi, come hanno fatto poche persone a incidere oltre 11.000 pietre di tutte le dimensioni con su' inciso disegni raffiguranti fdatti e cose per fare i quali occorerrebbero conoscenze scientifiche specifiche ? forse son state loro commisiionate , forse è stato loro fornito un disegno a cui riferirsi e proprio da Cabrera ? chissa ', comunque l' enigma resta tale anche se emana odor di bruciato ha in se qualcosa che fa' pensare e questo non è bene ?

articolo che sbugiarda il tutto

http://www.sblu.net/?p=192

http://it.wikipedia.org/wiki/Pietre_di_Ica



--------------------------------------------------------------------------------------------------
il parere - la truffa = la miniera d'oro di alcune persone dagli albori del tempo
il parere del teologo - è insito nell' animo umano il fregar l' altrui gente
--------------------------------------------------------------------------------------------------