martedì 16 febbraio 2010

MASSA ,Toscana, pullman di studenti francesi si ribalta: 3 morti

Tragedia sulla A12 , all’altezza del casello di Massa Carrara: Un pullman con a bordo alcuni studenti francesi in gita in Italia è precipitato in una scarpata, i motivi non sono ancora stati accertati. Possibile un colpo di sonno o un mancamento dell’autista. L’incidente è avvenuto stamattina presto, verso le 5 e 30 e ha causato 3 morti e 4 feriti gravi, questi ultimi ricoverati all’ospedale di Massa.

Una delle vittime è un ragazzino di 13 anni, le altre due sono uno degli autisti e un insegnante. L’ipotesi dell’errore umano è stata presa in considerazione dalla Polizia seguendo le testimonianze di alcune persone che hanno riferito di aver visto il bus perdere improvvisamente velocità e poi deviare verso un’altra corsia e finire nella scarpata. Gli studenti, 52 in tutto su un totale dei 59 che formavano il gruppo erano in viaggio verso Firenze , dove avrebbero trascorso alcuni giorni; erano partiti da Boredeaux, città in cui ha sede il collegio ‘Notre Dame de Riberac’ al quale gli studenti in questione sono iscritti.

Le indagini che si svilupperanno nei prossimi giorni dovranno accertare, oltre alla possibilità dell’errore umano, anche, evenetualmente, sul perchè questo sia avvenuto. Di conseguenza saranno “scannerizzate” innanzitutto le condizioni di salute, poi l’assunzione di sostanze non compatibili con la guida (droghe,alcool), poi il rispetto dei tempi della stessa, problema purtroppo annoso tra gli autisti sia di viaggi turistici con i bus sia nel trasporto.

In questo, va specificato, che molte volte non è colpa degli stessi autisti, che sono costretti a subìre e rispettare ordini dall’alto, che mancano di soddisfare i previsti tempi di riposo, portando così il guidatore a viaggiare stanco, a volte troppo. Non sempre è così, ovviamente, e non sempre quando lo è, è colpa dei datori di lavoro, avviene anche che autisti irresponsabili, datori di lavoro di sè stessi viaggino 10-12 ore di fila, portando all’estremo la propria resistenza fisica .

Non è da escludere comunque l’ipotesi del cedimento meccanico ad esempio la “rottura” di una gomma ( ipotesi però improbabile) che effettivamenteporterebbe il pesante mezzo a viaggiare in direzione della gomma danneggiata ( vale a dire se fosse quella destra la gomma interessata, il pullman andrebbe in quella direzione in modo più che deciso), senza che l’autobus subìsca improvvisi scarti, non effettivamente rilevati, ma diventando, a quella velocità e con quel peso, sostanzialmente incontrollabile.

A.S.
---------------------------------------------------------------------------
Massa Carrara, pullman di studenti si ribalta: 3 MORTIi 5 FERITI


Un pullman di studenti francesi in viaggio sulla A12 si è rovesciato questa mattina poco prima delle 5:30 all’altezza dell’uscita dal casello di Massa Carrara, provocando 3 morti: un ragazzo di 13 anni, un accompagnatore e l’autista. Sul posto, oltre ai mezzi di soccorso e alle squadre della polizia autostradale di Viareggio, sono intervenuti anche vigili del fuoco di Massa con autogru. Il casello risulta tuttora chiuso al traffico.

Secondo le prime ricostruzioni, il pullman di una scolaresca francese partito intorno alle 14 di ieri da un paese vicino a Bordeaux, si è ribaltato sulla rampa di uscita dall’autostrada A12, finendo poi in una scarpata di circa 4 metri. Nello schianto hanno perso la vita 3 persone e altri sette studenti sono rimasti feriti gravemente, la cui età è compresa fra i 10 e i 13 anni. Sono stati quindi trasferiti negli ospedali della zona. Gli altri 30 passeggeri feriti in modo lieve sono stati trasportati all'ospedale Versilia di Lido di Camaiore dove, dopo i primi controlli e le visite, saranno dimessi nelle prossime ore.

Le cause dell’incidente sono ancora da accertare, ma non si esclude possa essersi trattato di un colpo di sonno dell’autista. La Polstrada sta effettuando i rilievi per ricostruire con certezza l’effettiva dinamica di quanto accaduto.

---------------------------------------
Incidente pullman francese, prime ricostruzioni dell'accaduto: il mezzo andava a più di 100 km orari e probabile colpo di sonno del conducente
16-02-2010 INCIDENTE PULLMAN MASSA Dalle prime indagini iniziano a delinearsi le cause dell'incidente sulla A12 in cui è stato coinvolto un pullman di studenti francesi e dove sono morte tre persone e altre sei sono in gravi condizioni. E' il vice questore di Massa Carrara Vincenzo Gigli a ricostruire la dinamica dell'incidente. Il pullman procedeva a più di 100 km orari. Ha imboccato involontariamente, e ancora per motivi da valutare, lo svincolo del casello di Massa quando la forte velocità prima lo ha fatto sbattere contro la cuspide che delimita l'ingresso del casello alla tratta autostradale. Il bus ha urtato prima il guardrail di destra e poi è stato spinto sul guardrail opposto; ha percorso un breve tratto quasi su due ruote quando è uscito dallo svincolo e si è capovolto nel fosso che delimita l'autostrada. I ragazzi (di età tra gli 11 e i 14 anni) sono usciti dal bus capovolto dai finestrini del tetto del mezzo.
----------------
Sono stati riconosciuti da Claude Jugie, preside della scuola privata Notre dame de Riberac (Bordeaux) i corpi dell'autista, dell'insegnante e del bambino morti nell'incidente stradale avvenuto questa mattina alle 5 sull'A12. Il preside è stato accompagnato all'obitorio dell'ospedale di Massa dal console di Francia. L'autista, Angelo Saraceno, aveva 55 anni mentre la donna, un'insegnante, si chiamava Agnes Besse, 39 anni. Il bambino si chiamava Emile Borderie, 13 anni. Secondo quanto appreso, la donna deceduta sarebbe la madre di uno dei bambini sopravvissuti allo schianto.

L'INCIDENTE Il prefetto di Massa Carrara, Giuseppe Merendino, ha fornito i dati dell'incidente stradale avvenuto stamani sull'A12, dove un pullman si è rovesciato provocando la morte di un bambino, di un'accompagnatrice e di un autista del collegio di Notre Dame de Riberac, che si recavano in gita scolastica a Firenze. Sul pullman viaggiavano 63 persone di cui 56 bambini, tra i 12 e i 14 anni, 2 autisti e 5 accompagnatori. Parte dei superstiti è ospitata nella struttura ricettiva Turimar a Massa: sono 34 bambini, due accompagnatori, di cui uno è un sacerdote, e il preside del collegio. Altri 17 bambini, invece, sono ricoverati in parte all'ospedale Versilia e in parte in una struttura della Misericordia di Lido di Camaiore (Lucca). All'ospedale Versilia otto bambini sono ricoverati in traumatologia: di questi, sei sono in fase di dimissione; due sono ricoverati al reparto pediatrico per lesioni provocate dalle cinture di sicurezza; un bambino, invece, è in rianimazione ma non è in pericolo di vita. La prefettura di Massa, tramite l'unità di crisi della Farnesina, è in contatto con le autorità di Bordeaux. In giornata è previsto l'arrivo di un autobus dalla Francia che raccoglierà i superstiti per riportarli in patria.

MINISTRO FRANCESE IN VISITA Il ministro francese dell' Istruzione Luc Chatel nel pomeriggio si recherà in Italia, dopo il grave incidente stradale al pullman che trasportava gli studenti del collegio di Notre Dame de Riberac di Bordeaux, in cui sono morti tre passeggeri. In una nota, il ministro ha rassicurato le famiglie del suo «sostegno in questa prova», e ha richiesto l'attivazione di un servizio di ascolto all'interno dell'istituto toccato dalla tragedia «per assistere i parenti e gli amici delle vittime».

COLPO DI SONNO DELL'AUTISTA Prende sempre più forza l'ipotesi del colpo di sonno o del malore che avrebbe colpito l'autista come causa che ha provocato il rovesciamento di un bus stamani, intorno alle 5.30, allo svincolo dell'A12 di Massa (Massa Carrara). Nell'incidente hanno perso la vita 3 persone, un bambino francese di 13 anni, un insegnante e uno degli autisti. Quattro i feriti gravi, ricoverati all'ospedale di Massa. Secondo quanto riferito da alcuni testimoni alla Polstrada, il bus avrebbe improvvisamente decelerato, e poi sarebbe finito su un'altra corsia, precipitando infine nella scarpata che delimita l'ingresso del casello autostradale. Le valigie dei 59 componenti della comitiva (di cui 52 bambini) sono sparse per tutta l'area. I vigili del fuoco stanno lavorando attorno alla carcassa del bus giallo, che si è accartocciato nell'impatto con il suolo. Il pullman era partito dalla Francia e stava portando in gita scolastica a Firenze alcune classi del collegio di 'Notre Dame de Riberac' di Bordeaux. Alcuni feriti lievi sono stati portati all'ospedale Versilia di Lido di Camaiore, mentre una trentina di ragazzini sono stati accompagnati in un albergo di Marina di Massa.. Il pullman della società francese Les Cars Magne, secondo una ricostruzione dei vigili del fuoco, è uscito dalla carreggiata rovesciandosi. La comitiva - 52 bambini, 5 insegnanti e 2 autisti - fa parte del collegio di Notre Dame de Riberac di Bordeaux (Francia) e si stava recando a Firenze in gita scolastica.

TRAGEDIA SULLA A12 Un pullman di studenti francesi in viaggio sulla A12 si è rovesciato intorno alle 5,30 all'uscita di Massa. Stando alle prime informazioni, uno studente di 13 anni e due accompagnatori sono deceduti. Sei almeno i feriti gravi, si trovano ricoverati tra gli ospedali di Massa e Carrara. Altri feriti, di entità lieve, sono stati trasportati all'ospedale Versilia di Lido di Camaiore dove dopo i primi controlli e visite stanno per essere dimessi. Sul posto, oltre ai mezzi di soccorso, anche vigili del fuoco arrivati da Viareggio oltre che da Massa e Carrara. La Polizia stradale di Viareggio sta effettuando i rilievi dell'incidente. Sono tre i decessi in seguito all'incidente stradale avvenuto questa mattina all' uscita dello svincolo di Massa della A12. Si tratta di un ragazzino di 13 anni francese, uno dei due autisti del pullman e un insegnante. Quattro i feriti gravi, al momento, che sono all'ospedale di Massa. Una bambina è ricoverata con ferite lievi all'ospedale Versilia di Lido di Camaiore, dove sono stati portati anche altri studenti poi dimessi. Trenta bambini tra i 10 e i 12 anni hanno sostato per un'ora circa presso La Misericordia di Lido di Camaiore dove sono stati rifocillati dai volontari, susseguentemente sono stati trasferiti con un pullman presso l'albergo Turimar di Marina di Massa. Stando alle prime informazioni il pullman aveva a bordo 57 persone tra studenti, autisti, accompagnatori e insegnati. Proveniva da Bordeaux ed era arrivato in Italia per una gita. Era partito da Firenze e stava probabilmente ritornando in Francia quando nello svincolo di Massa ha preso una cuspide e si è cappottato, probabilmente a causa di un colpo di sonno o di un malore dell'autista. L'incidente avrebbe sicuramente potuto avere conseguenze ben più gravi. È in corso tuttora da parte della Polstrada la ricostruzione dell'incidente, ascoltando anche i testimoni. Al pronto soccorso dell'ospedale Versilia ci sono polizia e carabinieri per ascoltare anche coloro che si trovano ancora sul posto.

UN MORTO SULLA A14 PER TARANTO Incidente mortale sull'autostrada A14 Bologna-Taranto. Tra le stazioni di Pescara Sud e Ortona in direzione di Taranto, un mezzo pesante è uscito di strada al km 400 nei pressi del viadotto Brusciano. A causa dell'incidente una persona è deceduta. Lo comunica Autostrade per l'Italia, spiegando che sul posto le pattuglie della polizia stradale, i vigili del fuoco, i soccorsi meccanici e sanitari, oltre al personale della Direzione 7° Tronco di Pescara. Sul luogo dell'incidente non si registrano turbative al traffico. Autostrade per l'Italia invita gli utenti a tenere una condotta di guida prudente, nel rispetto delle norme del codice della strada, e a fermarsi per una sosta in area di servizio o in area di parcheggio ai primi sintomi di stanchezza. Costanti aggiornamenti sulle condizioni di viabilità vengono diramati da Isoradio 103.3 Fm e attraverso i pannelli a messaggio variabile.

CAOS SULL'A23 Autostrade per l'Italia comunica che è stato chiuso al traffico il tratto dell'autostrada A23 Udine-Tarvisio tra Malborghetto e Pontebba in direzione Udine, per un incidente tra due mezzi pesanti avvenuto al Km 99. Sul luogo dell'incidente sono intervenute le pattuglie della Polizia Stradale, il personale del 118 e i soccorsi meccanici, oltre al personale della Direzione di Tronco di Udine. La riapertura del tratto è prevista per le ore 9. Autostrade per l'Italia consiglia agli utenti diretti verso Udine di uscire a Malborghetto, percorrere la strada statale 13 Pontebbana e rientrare a Pontebba. Costanti aggiornamenti sulle condizioni di viabilità e sui percorsi alternativi vengono diramati da Isoradio 103.3 Fm ed attraverso i pannelli a messaggio variabile. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il Call Center Autostrade al numero 840-04.21.21.
--

ribalta pullman di studenti
tre morti e feriti gravi - FOTO
A bordo 56 bambini francesi tra gli 11 e i 13 anni. Forse un colpo di sonno la causa dello scontro
di Chiara Sillicani
MASSA CARRARA. Un pullman di studenti francesi in viaggio sulla A12 si è rovesciato intorno alle 5 all'uscita di Massa. Sono morti uno studente di circa dieci anni, un accompagnatore e un conducente. Almeno tre i feriti gravi, ricoverati tra gli ospedali di Massa e Carrara.

LE IMMAGINI DELL'INCIDENTE NELL'OSTELLO DEI BIMBI SUPERSTITI

Il pullman era partito lunedì alle 14 da Riderac, una località vicina a Bordeaux, ed era diretto a Firenze e poi a Roma. I bambini frequentavano le nostre prima e seconda media (hanno tutti tra gli 11 e i 13 anni). Secondo il direttore della scuola, sconvolto, i ragazzi a bordo erano 56 bambini, assieme a 5 insegnanti e 2 autisti. Quando sono arrivati allo svincolo per Massa, l'autobus anziché andare dritto verso Firenze, ha perso il controllo e si è schiantato contro il guardrail. Il mezzo si è ribaltato ed è finito nella pineta che costeggia la strada.

In quel momento due vigili del fuoco della caserma che si trova vicinissima a quel punto stavano partendo per l'Aquila per sostituire due colleghi. Hanno visto l'autobus ribaltarsi in diretta, hanno dato l'allarme e sono stati i primi a prestare i soccorsi. Anche la loro testimonianza confermerebbe la prima ipotesi sulle cause dell'incidente avanzata da Marco Tangorra, vice questore aggiunto, il quale ha detto che l'incidente potrebbe essere stato causato da un colpo di sonno di uno degli autisti.

Nello scontro ci sono stati anche altri feriti, di entità lieve, trasportati all'ospedale Versilia di Lido di Camaiore dove, dopo i primi controlli e le visite, stanno per essere dimessi. Sul posto son intervenuti i mezzi di soccorso e i vigili del fuoco arrivati da Viareggio, da Massa e da Carrara. La Polizia stradale di Viareggio ha effettuato i rilievi. L'autostrada da Massa in direzione Livorno A12 è stata chiusa.

Parte dei superstiti è ospitata nella struttura ricettiva Turimar a Massa: sono 34 bambini, due accompagnatori, di cui uno è un sacerdote, e il preside del collegio. Altri 17 bambini, invece, sono ricoverati in parte all'ospedale Versilia e in parte in una struttura della Misericordia di Lido di Camaiore (Lucca). All'ospedale Versilia otto bambini sono ricoverati in traumatologia: di questi, sei sono in fase di dimissione; due sono ricoverati al reparto pediatrico per lesioni provocate dalle cinture di sicurezza; un bambino, invece, è in rianimazione ma non è in pericolo di vita.

Domani intanto arriverà il ministro francese dell'Istruzione Luc Chatel che ha ha rassicurato le famiglie del suo "sostegno in questa prova", e ha richiesto l'attivazione di un servizio di ascolto all'interno dell'istituto toccato dalla tragedia "per assistere i parenti e gli amici delle vittime".

Oltre all'autista, Angelo Saraceno, di 55 anni, le vittime sono state identificate da Claude Jugie, preside della scuola privata Notre Dame de Riberac in Agnes Besse, 39 anni insegnante e in Emile Borderie, studente di 13 anni.
La donna deceduta sarebbe la madre di uno dei bambini sopravvissuti allo schianto. (16 febbraio 2010)
-------------------------------------------------------------------------------------



FONTE - LEGGO ONLINE, IL TIRRENO ETC