domenica 21 febbraio 2010

Crop Circle cosa sono ?, chi le fa ?

la risposta dello specialista " lo sai te ? lo stesso me!"

la risposta dello scenziato " sebbene non si possa escludere a priori il fenomeno non vi sono neanche prove scentifiche certe e sicure , quindi riproducibili in laboratorio che lo attestino detto questo pero' se noi analizziamo l'elisse di riferimento e l' accoppiamo all' angolo superiore destro dell' oggetto che si forma all' apice della cuspite in cui abbiamo per nostro uso interno posizionato i valori di riferimento presi da un database precedentemente compilato etc etc ..... "
si' si"! bona carlin

la risposta dell contadino " e vabbe ' se proprio insisti dammene un par d'etti ma tagliato fino è! "
-------------------------------------------------------------------------------------------------
la risposta di internet :

http://www.cropfiles.it/

La scienza dei Crop Circle
di Alejandro Rojas

Il misterioso fenomeno dei Crop Circle in cui veniene schiacciato il grano, che passa da semplici cerchi a gigantesche opere d'arte elaborate è stata osservata a partire almeno dal 1600 in colture di tutto il mondo. Le moderne ricerche sui Crop Circle ebbero inizio nel 1980 quando iniziarono ad apparire in massa, soprattutto in Inghilterra.

Nel 1991, Doug Bower e Dave Chorley, due uomini di Southampton, sostennero di essere gli artefici di tutti i cerchi apparsi in Inghilterra. Molti accettarono queste spiegazioni come la risoluzione del mistero dei cerchi ne grano, in particolare negli Stati Uniti. Tuttavia molte persone negli USA non sono a conoscenza che i Crop Circle continuano ad apparire in forme sempre più elaborate ogni anno. Doug e Dave da tempo non girano più di notte nei pressi delle coltivazioni inglesi, purtroppo Dave è deceduto e Doug a tutt'oggi ha ottant'anni. Altre persone hanno ammesso di continuare l'opera che viene definita "l'arte di fare i cerchi nel grano".

A prescindere dei cerchi che sono fatti dai falsari, o artisti, ci sono ancora tanti misteri e fenomeni riscontrati che devono essere ancora risolti. C'è il fatto che questi fenomeni di schiacciamento delle culture vengono segnalate da centinaia di anni, e vi è anche un'abbondanza di dati scientifici che porta a pensare che non si tratti semplicemente di qualche persona che furtivamente schiacci il grano con strumenti e corde nel bel mezzo della notte. Tra i ricercatori che hanno mostrato interesse per i cerchi nel grano ci fu il biofisico, W.C. Levengood. Cominciò a campionare alcune piante all'interno ed all'esterno dei Crop Circle per cercare anomalie e cominciò a notare differenze inspiegabili. Per cercare finanziamenti per il suo lavoro e per meglio condividere le sue scoperte, Levengood fondò assieme a John Burke, e Nancy Talbot il BLT Research Team.

Nel corso degli anni il BLT è stato in grado di registrare le seguenti anomalie: nodi ingrossati, piegatura degli steli e dei nodi, cavità di espulsione, semi colpiti, effetti elettromagnetici, particelle di ferro meteorico, sfere di ferro magnetico, e la cristallizzazione dell'argilla. Esamineremo brevemente ciascuno di questi argomenti, riportati in maniera molto approfondita sul sito del BLT Research.

Nodi Allargati.

Il nodo è la "nocca" parte della pianta. Levengood constatò che le piante all'interno di alcuni cerchi possedevano nodi allargati; come se fossero stati tesi. Scondo talbott, a volte i nodi allungati si trovano in alcune parte dei cerchi, ma non in altri. Si era in grado di riprodurre questo effetto mettendo campioni normali in un forno a micro onde per 20 secondi.

Gambi e Nodi piegati.

In concomitanza di alcuni nodi, qualche volta apparivano piegati. il BLT rilevò che la flessione del nodo era presente in natura. Ad esempio, quando una pianta viene spinta verso il basso, essa inizierà a piegarsi verso il sole. Per questo motivo, è importante per i ricercatori da quanto tempo è stata fatta la piegatura verso il basso, ma anche tenendo in considerazione il fenomeno, fu notato che le curve presenti nei nodi e nei gambi non rientravano in questo schema naturale. Ancora più interessanti furono le pieghe dello stelo ritrovate. Tipicamente le piante sono più forti alla base e più fragili sopra, quindi ci si aspetterebbe che questi steli fossero stati piegati di scatto piuttosto che piegati delicatamente.

Dettaglio dei nodi allungati sulle piante (image credit: BLT Research)


Espulsione delle cavità

Alcuni dei nodi delle piante dei cerchi del grano furono trovati esplosi, queste furono chiamate espulsioni delle cavità. Si credette che il riscaldamento dell'umidità all'interno dei nodi creò questa esplosione, molto simile al chicco di grano quando si trasforma in popcorn. Proprio come sono stati prodotti i nodi allungati, anche questo effetto è riproducibile con un forno a microonde.

Una cavità di espulsione (image credit: BLT Research Team)


Malformazione dei semi ed effetti delle germinazione

Interessanti risultati furono scoperte dal BLT riguardate le sementi. Alcune piante all'interno dei Crop Circle avevano compromesso la produzione delle sementi, mentre altre avevano smesso di produrre completamente i semi. I semi stessi alcune volte apparivano malformati e visivamente striminziti e spesso pesavano meno. Tuttavia, le piante prodotte da questi semi crebbero ad un tasso superiore alle altre.

Dopo l'osservazione e lo studio di questi effetti, Levengood e Burke furono in grado di riprodurre questi effetti sui semi attraverso impulsi elettrici partendo da semi normali. Nel 1998 brevettarono persino questa loro invenzione (brevetto #5.740.627). Talbott e Burke cercarono di vendere questa tecnologia, ma al tempo l'interesse per la manipolazione genetica era di scarso interesse e quindi non interessavano tali risultati.

Effetti Elettromagnetici

Un altro elemento che dimostrò che le forze elettromagnetiche entrarono in gioco nella creazione dei Crop Circle fu associato al Principio Beer-Lambert, che descrive l'assorbimento di energia elettromagnetica da parte della materia. Il BLT constatò che il livello di allungamento del nodo diminuiva in relazione alla distanza della misura del cerchio come suggeriva il Principio. Questo convinse che molto probabilmente l' energia elettromagnetica era coinvolta nel fenomeno.

Particelle di Ferro Meteorico Fuso

Nel 1993, in un Crop Circle apparso durante le lo spettacolo delle "stelle cadenti" Perseidi, alcune piante al centro del cerchio erano ricoperte da uno strato di ferro. Atraverso un esame più approfondito emerse che la povere meteorica era fusa e copriva queste piante, alcune piante presentavano questo materiale incorporato in esse.

Sfere Magnetiche di Ferro.

Dopo aver ritrovato queste particelle, il BLT iniziò ad osservare i campioni di terreno per scoprire se questo fenomeno era presente in altri cerchi. Si continuò a trovare materiale simile, ed occasionalmente si trovarono minuscole sfere di ferro magnetico. In alcuni casi, si scoprì che la distribuzione di queste sfere nel Crop Circle era come se fosse eseguita da una forza di rotazione.

Sfere di ferro ritrovate nel terreno dei Crop Circle (image credit: BLT Research)

La Cristallizzazione dell'Argilla.

Dopo aver ascoltato una trasmissione radiofonica a cui era presente il Team di Ricerca BLT, dopo una formazione di un Crop Circle avvenuta a Logan nel 1996, nello stato dello Utah, la geologa Diane Conrad decise di eseguire alcuni test sul terreno stesso. Aveva scritto la sua tesi di laurea sugli effetti del calore sulla terra battuta. Dal momento che Levengood affermava che questi effetti avevano irradiato idi calore il terreno per brevi momenti, pensò che poteva trovare prove del fenomeno esaminando la cristallini del suolo. il suo test dimostrò che il terreno all'interno del cerchio di grano possedeva una cristallini superiore rispetto al terreno al di fuori del Crop Circle, supportando i risultati di Levengood.






Logan, Utah, Crop Circle Agosto 1996 (image credit: Mitch Mascaro/Herald Journal)


Chi o Cosa Creava i Cerchi?

Levengood spesso ipotizzò che un vortice di plasma naturale a spirale poteva creare questi cerchi. Pensò che questi vortici di plasma occasionalmente attraversavano i campi e che potevano emettere calore associato a microonde e assieme ad forze elettromagnetiche avrebbero creato tutti questi effetti. molti ricercatori sostennero che questo effetto potrebbe spiegare i cerchi più semplici i cerchi più semplici, ma non i disegni più complessi.

Fu anche ipotizzato che ci potrebbe essere un arma segreta chiamata "Maser" che sarebbe in grado di scolpire questi disegni nelle culture. Tuttavia, come sottolineò Talbott, questo non può spiegare la complessità del fenomeno. Altri specularono che forse gli UFO erano gli autori. Tuttavia, nessuno ha mai visto un UFO creare un cerchio. In realtà, coloro che affermano di aver visto la creazione di un cerchio riferirono di aver visto una colonna di luce, o sfere di luce all'interno o attorno ai cerchi. Anche i cerchi realizzati dall'uomo hanno riferito di aver visto queste luci nei campi.

Per ora i cerchi rimangono un mistero. Tuttavia, grazie all'attenta raccolta di analisi dei ricercatori del BLT Research Team, ci stiamo avvicinando ad una risposta.